Farmaci
31/03/2023

Neuromielite ottica, Aifa approva rimborsabilità di inelizumab

Horizon Therapeutics plc, azienda biotecnologica globale focalizzata sulla ricerca, lo sviluppo e la commercializzazione di soluzioni terapeutiche altamente innovative nel campo delle malattie rare, autoimmuni e infiammatorie severe, annuncia che Aifa ha approvato il rimborso di inebilizumab per il trattamento dei pazienti adulti affetti da NMOSD.
Lo annuncia Horizon Therapeutics plc, sottolineando come sia più recente farmaco approvato a livello europeo per il trattamento della NMOSD. Con un nuovo e unico meccanismo d'azione, inebilizumab è infatti un anticorpo monoclonale umanizzato afucosilato in grado di depauperare le cellule B legandosi all'antigene di superficie CD19, raggiungendo e provocando la deplezione specifica delle cellule primariamente coinvolte nel processo patogenetico. Inebilizumab è autorizzato dalla Commissione europea in monoterapia per il trattamento di pazienti adulti affetti da NMOSD sieropositivi per le immunoglobuline G anti-aquaporina-4 (IgG AQP4), che riguardano il 60-75% dei pazienti con questa malattia.

I pazienti affetti da NMOSD spesso subiscono il verificarsi di attacchi ricorrenti, imprevedibili e irreversibili al sistema nervoso centrale. Si stima che il 90% delle persone con questa malattia continuino ad avere ricadute entro i cinque anni successivi all'attacco iniziale se questo non viene trattato. Un singolo attacco può causare una disabilità grave e irreversibile, portando ad un alto rischio di accumulo di disabilità nel breve termine. La NMOSD è generata da una risposta autoimmune sostenuta dai linfociti B che fisiologicamente sono deputati alla difesa dell'organismo. Nella NMOSD, invece, questi secernono AQP4-IgG, un auto-anticorpo che attacca gli astrociti (le principali cellule di supporto del sistema nervoso centrale), causandone la distruzione.

Nello studio clinico pivotale N-MOmentum (2014-000253-36), il più grande studio della NMOSD condotto ad oggi, inebilizumab ha dimostrato una riduzione significativa del rischio di un attacco della NMOSD con sole due iniezioni all'anno, a seguito delle iniziali dosi di carico. Inoltre, l'89% dei pazienti positivi all'AQP4-IgG sono rimasti liberi da ricadute durante i sei mesi successivi al trattamento, e più dell'83% dei pazienti sotto trattamento non hanno avuto attacchi per almeno quattro anni.

La NMOSD è spesso oggetto di diagnosi errata a causa della sua somiglianza con altre malattie, come la sclerosi multipla (SM). Infatti, il 41% dei pazienti con NMOSD dichiara di aver ricevuto una diagnosi iniziale di SM.vii Come affermano gli esperti, alcuni trattamenti per la SM potrebbero esacerbare la NMOSD, pertanto una diagnosi accurata è fondamentale.

"L'approvazione di inebilizumab in Italia posiziona potenzialmente il farmaco come prima scelta di trattamento in quanto è l'unico ad avere come target le cellule B che esprimono il CD19, le vere responsabili del danno astrocitario attraverso la produzione dell'auto-anticorpo patogenetico. L'azione di inebilizumab porta a una riduzione significativa del numero di tali cellule e del conseguente rischio di ricaduta di malattia", commenta il Professor Diego Centonze, Docente di Neurologia presso l'Università di Roma Tor Vergata. "La prevenzione degli attacchi è l'obiettivo primario nella gestione della malattia ed è fondamentale al fine di evitare un'invalidità permanente del paziente. I risultati ottenuti dallo studio N-MOmentum sono importanti perché hanno dimostrato che inebilizumab, oltre a prevenire il rischio di ricaduta, riduce il rischio di disabilità residua".

"Rispondere ai bisogni delle persone con NMOSD significa rispondere ai diritti espressi nella Carta dei diritti scritta dalle persone con sclerosi multipla e con NMOSD e presentata alle Istituzioni nel 2022: il diritto alla salute è il primo", dichiara il Prof. Mario Alberto Battaglia, Presidente della Fondazione Italiana Sclerosi Multipla (FISM) e Vice-Presidente dell'Associazione Italiana Neuromielite Ottica (AINMO). "Sono patologie altamente invalidanti e oggi, a fronte di una diagnosi certa e precoce, diventa imperativo garantire il pieno accesso a una terapia mirata e personalizzata, anche grazie a questo nuovo farmaco, che blocchi l'evoluzione verso danni irreversibili e possa consentire una qualità di vita nel futuro delle persone con NMOSD e dei loro familiari e caregiver".

"Siamo orgogliosi di poter offrire inebilizumab ai pazienti in Italia", afferma Silvia Rossi, medical affairs director, Horizon Italy. "Questo risultato riflette il nostro impegno costante nel rispondere alle esigenze delle persone che vivono con malattie rare e autoimmuni, e continueremo a collaborare con le associazioni dei pazienti, la comunità scientifica e le istituzioni per far sì che inebilizumab possa raggiungere le persone affette da NMOSD in modo tempestivo ed equo".
Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui
nostri canali social seguendoci su:
Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra Newsletter!
POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE
Con il caldo, prima della partenza per le vacanze, è bene osservare alcune semplici accortezze. L'Aifa ha pubblicato un vademecum che raccoglie i principali consigli per gestire al meglio le terapie farmacologiche anche in estate
Quello messo a punto dagli scienziati è un approccio personalizzato che consiste nell'ingegnerizzare geneticamente i linfociti sani del paziente. L'immunoterapia ha ridotto i tumori ed è stata in grado di impedirne la ricrescita
Il sistema, che dura 15 giorni permette, con un'occhiata allo smartphone, senza pungersi il dito o scansionare il sensore, di controllare i livelli di glucosio aggiornati minuto per minuto e inviati automaticamente al cellulare
Nel 2023 gli italiani hanno dovuto affrontare la mancanza di farmaci molto diffusi come analgesici e antidolorifici, antibiotici e antivirali. Ma sono mancati anche medicinali per molti altri disturbi e malattie

Resta aggiornato con noi!
La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

I più letti della settimana
CODIFA
Farmaci, integratori, dispositivi medici, prodotti veterinari e tanto altro. Digita il marchio, il principio attivo o l'azienda del prodotto che stai cercando.
ANNUNCI
Offro lavoro | Lombardia
Sanipiù per un prestigioso ospedale privato sito a Milano che deve implementare l'organico medico, ricerca un/a:MEDICO FISIATRAPROFILORequisiti:Laurea in Medicina e...

EVENTI
Dall’economia al primato della persona
Sarà presentato il secondo Rapporto Fnomceo-Censis: “Il necessario cambio di paradigma nel Servizio sanitario: stop all’aziendalizzazione e ritorno del primato...

AZIENDE
New Era for Rare
Immagine in evidenza Le malattie rare presentano sfide uniche e complesse che possono portare a bisogni insoddisfatti nei pazienti e nelle loro famiglie,...

Libreria
Il manuale è stato scritto per colmare una...
La radiologia senologica incarna un ramo dell'imaging di...
Negli ultimi anni, i progressi scientifici e clinici...
Questo manuale offre una panoramica aggiornata sul ruolo...
Questo testo vuole aiutare a comprendere la legge...
Corsi
Social media in medicina. Al via nuovo corso di formazione Fad

Edra, sempre attenta a garantire una formazione completa e adeguata alle esigenze del sistema salute, ha progettato il nuovo corso...


Progettare la cura con la medicina narrativa. Strumenti per un uso quotidiano

Introdurre la Medicina Narrativa nella progettazione dei percorsi di cura. Integrare la narrazione nel sistema cura e nel sistema persona...


Il rapporto con il paziente: rapporti legali ed emozionali

3 Corsi per 25 crediti ECMCorso 1: La medicina narrativa nella pratica di cura Corso 2: Progettare la cura con...


ECM Medicina Narrativa – Pacchetto Corsi Fad Umanizzazione delle cure

Corso Fad diviso in due moduli, che conferirà 38 crediti ECM, che esplorerà diversi aspetti della medicina narrativa