Governo e Parlamento
Influenza
21/05/2024

Influenza, ecco la circolare del ministero per stagione 2024-2025. Vaccinazione da ottobre

La circolare firmata dal direttore della Prevenzione Francesco Vaia, contiene le più recenti indicazioni Oms sulla composizione dei vaccini antinfluenzali

Vaccino immagine

Dal ministero della Salute arriva la circolare per la prevenzione e il controllo dell'influenza con le raccomandazioni per la stagione 2024-25, firmata dal direttore della Prevenzione Francesco Vaia, con le più recenti indicazioni dell'Organizzazione mondiale della sanità sulla composizione dei vaccini antinfluenzali, che passeranno da quadrivalenti a trivalenti. La campagna di vaccinazione comincerà anche per la prossima stagione a ottobre 2024.

"In considerazione della situazione epidemiologica relativa alla circolazione dei virus respiratori nella stagione 2023-2024, si raccomanda compatibilmente con la disponibilità di vaccino, di condurre le campagne di vaccinazione antinfluenzale regionali a partire dall'inizio di ottobre (40.esima settimana dell'anno) si legge nella circolare e offrire la vaccinazione alle persone eleggibili in qualsiasi momento della stagione influenzale, anche se si presentano in ritardo per la vaccinazione o se riferiscono di aver già avuto uno o più episodi simil-influenzali. Questo può essere particolarmente importante se si tratta di una stagione influenzale tardiva o quando si presentano pazienti a rischio".

Oltre alle categorie target, per cui l'influenza può essere rischiosa e, dunque, da proteggere con la vaccinazione, il nuovo approccio adottato dalla prossima stagione punta a "ridurre la trasmissione complessiva dell'influenza. Un nuovo approccio basato sull'osservazione che gran parte della trasmissione dell'influenza avviene negli asili nido e tra i bambini in età scolare. Pertanto, immunizzare i bambini, oltre alla popolazione più anziana, può ridurre la trasmissione complessiva dell'influenza e proteggere le persone appartenenti ai gruppi a rischio". Per "ridurre il rischio di diffusione della malattia si evidenzia risulta indispensabile e prioritaria la vaccinazione di alcune categorie professionali, quali gli operatori sanitari, e i lavoratori dei servizi essenziali", ma anche "il rafforzamento della vaccinazione nella fascia di età infantile, quale principale driver di diffusione precoce della malattia e nell'assenza di possibilità di introdurre misure di protezione individuale efficaci".

"La decisione di vaccinare dovrebbe tenere conto del livello di incidenza di sindromi simil influenzali (Ili) nella comunità, tenendo presente che la risposta immunitaria alla vaccinazione impiega circa due settimane per svilupparsi pienamente. Per ridurre l'impatto stagionale dell'influenza è cruciale che le Regioni e le Province autonome programmino adeguatamente e per tempo le procedure per l'approvvigionamento dei vaccini considerando per i fabbisogni, oltre alle dosi somministrate nelle stagioni precedenti, anche gli obiettivi di copertura delle popolazioni target", si raccomanda nella circolare.
La vaccinazione è raccomandata ed offerta attivamente e gratuitamente. come ogni anno, a 'over 60'; donne in qualsiasi trimestre della gravidanza e nel periodo ''postpartum''; persone dai 7 anni ai 60 anni di età con patologie che aumentano il rischio di complicanze da influenza; bambini sani nella fascia di età 6 mesi 6 anni compresi; bambini e adolescenti in trattamento a lungo termine con acido acetilsalicilico, a rischio di Sindrome di Reye in caso di infezione influenzale; pazienti ricoverati in strutture per lungodegenti; familiari e contatti (adulti e bambini) di persone ad alto rischio di complicanze; persone addette a servizi pubblici di primario interesse collettivo e categorie di lavoratori socialmente utili; personale che, per motivi di lavoro, è a contatto con animali che potrebbero costituire fonte di infezione da virus influenzali non umani, come allevatori, addetti al trasporto di animali vivi, macellatori, veterinari.

"La transizione dai vaccini quadrivalenti a quelli trivalenti si precisa infine dovrà essere attuata entro la stagione 2025/2026, fatto salvo per il vaccino vivo attenuato trivalente che dovrebbe essere disponibile già dalla stagione 2024-2025. Il vaccino aggiornato conterrà, dunque, nuove varianti antigeniche di tipo A, sottotipo H3N2, (A/Thailand/8/2022 e A/Massachusetts/18/2022), che sostituiranno i ceppi A/Darwin/9/2021 e A/Darwin/6/2021, rispettivamente nei vaccini ottenuti in uova embrionate di pollo ed in quelli ottenuti su colture cellulari".

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui
nostri canali social seguendoci su:
Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra Newsletter!
POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE
I punti di avvicinamento e le discrepanze più evidenti fra i modelli di riforma della sanità messi al tavolo dai maggiori partiti. Tra un’opposizione che vorrebbe rifinanziare la sanità e un governo osservante dei parametri europei
“Con il Pnrr abbiamo assegnato oltre mezzo miliardo di euro al potenziamento della ricerca biomedica del Servizio sanitario nazionale”. Le parole del ministro della Salute, Orazio Schillaci all'evento 'Improving human life and technology'
"La Commissione per lo studio e l'approfondimento delle problematiche relative alla colpa professionale medica ha compiuto un ottimo lavoro e ha consegnato la sua relazione". Lo ha detto il ministro della Giustizia, Carlo Nordio
Il Dl "affronta una problematica che interessa buona parte della popolazione. Si tratta di una criticità molto importante della sanità pubblica sottolinea Vito Trojano, presidente nazionale Federazione Sigo

Resta aggiornato con noi!
La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

I più letti della settimana
CODIFA
Farmaci, integratori, dispositivi medici, prodotti veterinari e tanto altro. Digita il marchio, il principio attivo o l'azienda del prodotto che stai cercando.
ANNUNCI
Vendo | Veneto
Vendesi attività di studio dentistico in comune limitrofo a Castelfranco Veneto. Lo studio è di circa 130 metri quadri con...

EVENTI
Giornata nazionale della salute della donna, il 22 aprile a Roma incontro internazionale
Promuovere la consapevolezza sulle diverse dimensioni della salute della donna, dalla prevenzione alla salute riproduttiva, dall'accesso ai servizi sanitari all'...

AZIENDE
New Era for Rare
Immagine in evidenza Le malattie rare presentano sfide uniche e complesse che possono portare a bisogni insoddisfatti nei pazienti e nelle loro famiglie,...

Libreria
Il manuale è stato scritto per colmare una...
La radiologia senologica incarna un ramo dell'imaging di...
Negli ultimi anni, i progressi scientifici e clinici...
Questo manuale offre una panoramica aggiornata sul ruolo...
Questo testo vuole aiutare a comprendere la legge...
Corsi
Social media in medicina. Al via nuovo corso di formazione Fad

Edra, sempre attenta a garantire una formazione completa e adeguata alle esigenze del sistema salute, ha progettato il nuovo corso...


Progettare la cura con la medicina narrativa. Strumenti per un uso quotidiano

Introdurre la Medicina Narrativa nella progettazione dei percorsi di cura. Integrare la narrazione nel sistema cura e nel sistema persona...


Il rapporto con il paziente: rapporti legali ed emozionali

3 Corsi per 25 crediti ECMCorso 1: La medicina narrativa nella pratica di cura Corso 2: Progettare la cura con...


ECM Medicina Narrativa – Pacchetto Corsi Fad Umanizzazione delle cure

Corso Fad diviso in due moduli, che conferirà 38 crediti ECM, che esplorerà diversi aspetti della medicina narrativa