Governo e Parlamento
14/09/2023

Long Covid, insorgenza dipende da durata dell'infezione. Lo studio italiano

Più a lungo dura l'infezione da Sars-CoV-2, maggiore è il rischio di Long Covid e questo può essere uno degli elementi d'aiuto per individuare la sindrome. Questo è il risultato dello studio italiano, pubblicato sulla rivista 'Clinical Infectious Diseases', e coordinato da Maria Rescigno, prorettrice di Humanitas University e responsabile del laboratorio di Immunologia delle mucose e microbiota di Humanitas. Quanto emerso, inoltre, potrebbe spiegare anche la capacità protettiva dei vaccini, che riducono la durata dell'infezione, verso Long Covid per chi si è sottoposto ad almeno tre inoculazioni.

"Studiare il Long Covid è particolarmente complesso - evidenzia Rescigno - non solo per la necessità di seguire in modo continuativo le persone nelle settimane e nei mesi dopo la fine dell'infezione, ma anche per l'eterogeneità delle sue manifestazioni. Non a caso il Long Covid viene definito genericamente come il perdurare di almeno un sintomo del Covid-19, tra cui stanchezza estrema, mal di testa, nebbia cognitiva, perdita dell'olfatto e disturbi al sistema cardiovascolare e respiratorio, per almeno 4 settimane dai primi segnali dell'infezione".

Infatti, alcune persone continuano a presentare sintomi anche dopo settimane e mesi dalla fine della malattia, perché sembra che oltre ai fattori di rischio già noti - tra cui essere di sesso femminile e soffrire di allergie - emerge l'importanza anche della durata dell'infezione. Lo studio è stato possibile grazie alla collaborazione di oltre 4.500 dipendenti e operatori sanitari degli ospedali Humanitas, coinvolti tra marzo 2020 e aprile 2022 nel progetto di monitoraggio, spiegano dall'Irccs.
Sul ruolo dei vaccini, il nuovo studio conferma le evidenze già riscontrate nella prima pubblicazione scientifica nata dal Covid Care Program e apparsa su Jama a luglio 2022: essere vaccinati con tre dosi protegge non solo dalle forme gravi di malattia, ma anche dal Long Covid.

Secondo i dati raccolti, su 100 persone non vaccinate 41 sviluppano Long Covid, mentre tra i vaccinati con tre dosi solo 16 persone ogni 100. Nello studio del 2022 rimaneva però aperta una domanda fondamentale: perché? I dati pubblicati su Clinical Infectious Diseases forniscono una prima risposta: la probabilità di contrarre Long Covid aumenta al crescere della durata della positività al Sars-CoV-2: durata che risulta ridotta in modo sostanziale nelle persone protette dal vaccino.

Il risultato permette di ipotizzare il meccanismo di protezione del vaccino, come emerge anche da un altro recente studio sul Long Covid condotto in Humanitas da Marinos Kallikourdis e Gianluigi Condorelli e pubblicato su Circulation. "Il vaccino protegge dal Long Covid perché riduce la durata dell'infezione - conclude Rescigno - Se il virus è presente all'interno dell'organismo per meno tempo, c'è meno rischio che la risposta immunitaria e infiammatoria scatenata dalla sua presenza si cronicizzi e dia origine a sintomi che perdurano anche in assenza dell'agente scatenante iniziale".

Per saperne di più:
https://academic.oup.com/cid/advance-article/doi/10.1093/cid/ciad434/7227950?login=false
Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui
nostri canali social seguendoci su:
Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra Newsletter!
POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE
Il test on line è stato annullato a gennaio dal Tar Lazio e sarà sostituito dal ritorno al concorsone in presenza degli anni precedenti. Lo ha deciso il Ministero dell’Università guidato da Anna Maria Bernini
Audizione in Commissione Affari sociali della Camera del ministro della Salute sulla situazione della medicina dell’emergenza-urgenza e dei pronto soccorso in Italia. Ecco cosa è emerso
Bisogna offrire la possibilità, quando hanno un problema, di non andare solo al Ps ha detto il ministro nel suo intervento all’evento 'Un grande impegno per la salute'. La risposta di Snami
Altri due obiettivi nella maggioranza sono l’aumento delle indennità di specificità e la valorizzazione dei medici specializzandi

Resta aggiornato con noi!
La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

I più letti della settimana
CODIFA
Farmaci, integratori, dispositivi medici, prodotti veterinari e tanto altro. Digita il marchio, il principio attivo o l'azienda del prodotto che stai cercando.
ANNUNCI
Vendo | Campania
Per pensionamento, Vendo Immobile di 55 mq, già adibito a studio medico mutualistico, sito nell'atrio di un comparto edilizio al...

EVENTI
Test NGS e tumore al polmone: indicazioni pratiche per un nuovo modello di refertazione
Il 17 gennaio a Roma presso lo Starhotels Metropole si terrà il convegno dal titolo "Test NGS e tumore al...

AZIENDE
Eurosets presenta Landing Advance
Immagine in evidenza Eurosets presenta Landing Advance, un sistema completo e intuitivo che apre nuove frontiere nel campo del monitoraggio multiparametrico in cardiochirurgia...

Libreria
Il manuale è stato scritto per colmare una...
La radiologia senologica incarna un ramo dell'imaging di...
Negli ultimi anni, i progressi scientifici e clinici...
Questo manuale offre una panoramica aggiornata sul ruolo...
Questo testo vuole aiutare a comprendere la legge...
Corsi
Progettare la cura con la medicina narrativa. Strumenti per un uso quotidiano

Introdurre la Medicina Narrativa nella progettazione dei percorsi di cura. Integrare la narrazione nel sistema cura e nel sistema persona...


Il rapporto con il paziente: rapporti legali ed emozionali

3 Corsi per 25 crediti ECMCorso 1: La medicina narrativa nella pratica di cura Corso 2: Progettare la cura con...


ECM Medicina Narrativa – Pacchetto Corsi Fad Umanizzazione delle cure

Corso Fad diviso in due moduli, che conferirà 38 crediti ECM, che esplorerà diversi aspetti della medicina narrativa


Pacchetto di corsi per 25 ECM

3 corsi Fad per 25 crediti ECM destinati ai medici: Corso 1: La medicina narrativa nella pratica di cura Corso...