Clinica
27/09/2023

Il cuore di chi vive a lungo potrebbe essere più protetto dall'infarto

Secondo uno studio pubblicato su Cell Death and Disease, diretto da Monica Cattaneo, dell'IRCCS MultiMedica di Milano, una proteina legata alla longevità potrebbe aiutare il cuore rendendolo più resistente in caso di infarto.

Una variante genetica del gene BPIFB4 molto diffusa tra i centenari, che per questo motivo è stata battezzata Lav (Longevity Associated Variant), sembra infatti avere un'azione diretta sui cardiomiociti, rendendoli più performanti e meno vulnerabili agli effetti dell'infarto. Nella prima fase del lavoro, finanziato dal ministero della Salute e dalla British Heart Foundation, i ricercatori hanno analizzato i campioni di plasma di circa 500 pazienti infartuati tra i 59 e i 76 anni, osservando che i pazienti con malattia coronarica grave presentavano i livelli più bassi di questa proteina circolante.

Hanno poi aggiunto la proteina alla coltura cellulare, confermando la correlazione: «La proteina, aggiunta alla coltura cellulare, conferisce al cardiomiocita una maggior forza di contrazione e ne aumenta la frequenza del battito» spiega Cattaneo.

«La proteina Lav-Bpifb4 ha dato prova della sua efficacia, in modelli animali, in tutti gli studi che abbiamo condotto negli ultimi anni: nel prevenire l'aterosclerosi, l'invecchiamento vascolare, le complicazioni diabetiche, e nel ringiovanire il sistema immunologico e cardiaco. Oggi si aggiunge la protezione dall'infarto» chiosa Annibale Puca, responsabile del laboratorio MultiMedica e firmatario dello studio, che conclude:«Questi risultati forniscono una solida base logica e una prova di concetto per il trattamento della CAD con il gene/proteina BPIFB4 della longevità».

Cell Death & Disease volume 14, Article number: 523 (2023)
https://doi.org/10.1038/s41419-023-06011-8
Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui
nostri canali social seguendoci su:
Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra Newsletter!
POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE
L'obesità è riconosciuta come una condizione multifattoriale, cronica, recidivante e non trasmissibile, caratterizzata da un accumulo anomalo o eccessivo di grasso corporeo che può compromettere la salute
Il fumo di sigaretta ha rappresentato li fattore legato al maggior numero di casi di cancro e morti, seguito dal sovrappeso e dal consumo di alcol. Nel dettaglio, il fumo di sigaretta è risultato essere il principale fattore di rischio
Nonostante la mancanza di una cura definitiva, la psoriasi rappresenta un notevole peso psicologico ed economico per i pazienti. Lo studio analizza le relazioni fra microbioma e patologia
La prevalenza del PI-IBS varia a seconda dell'agente patogeno, con la più alta prevalenza associata ai parassiti, seguiti dai batteri e virus. Campylobacter è stato associato alla più alta prevalenza di PI-IBS, mentre Proteobacteria e SARS-CoV-2 hanno mostrato le più alte probabilità di portare PI-IBS

Resta aggiornato con noi!
La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

I più letti della settimana
CODIFA
Farmaci, integratori, dispositivi medici, prodotti veterinari e tanto altro. Digita il marchio, il principio attivo o l'azienda del prodotto che stai cercando.
ANNUNCI
Offro lavoro | Lombardia
Sanipiù per un prestigioso ospedale privato sito a Milano che deve implementare l'organico medico, ricerca un/a:MEDICO FISIATRAPROFILORequisiti:Laurea in Medicina e...

EVENTI
Dall’economia al primato della persona
Sarà presentato il secondo Rapporto Fnomceo-Censis: “Il necessario cambio di paradigma nel Servizio sanitario: stop all’aziendalizzazione e ritorno del primato...

AZIENDE
New Era for Rare
Immagine in evidenza Le malattie rare presentano sfide uniche e complesse che possono portare a bisogni insoddisfatti nei pazienti e nelle loro famiglie,...

Libreria
Il manuale è stato scritto per colmare una...
La radiologia senologica incarna un ramo dell'imaging di...
Negli ultimi anni, i progressi scientifici e clinici...
Questo manuale offre una panoramica aggiornata sul ruolo...
Questo testo vuole aiutare a comprendere la legge...
Corsi
Social media in medicina. Al via nuovo corso di formazione Fad

Edra, sempre attenta a garantire una formazione completa e adeguata alle esigenze del sistema salute, ha progettato il nuovo corso...


Progettare la cura con la medicina narrativa. Strumenti per un uso quotidiano

Introdurre la Medicina Narrativa nella progettazione dei percorsi di cura. Integrare la narrazione nel sistema cura e nel sistema persona...


Il rapporto con il paziente: rapporti legali ed emozionali

3 Corsi per 25 crediti ECMCorso 1: La medicina narrativa nella pratica di cura Corso 2: Progettare la cura con...


ECM Medicina Narrativa – Pacchetto Corsi Fad Umanizzazione delle cure

Corso Fad diviso in due moduli, che conferirà 38 crediti ECM, che esplorerà diversi aspetti della medicina narrativa