Governo e Parlamento
Pnrr
18/04/2024

Dl Pnrr, via libera alla Camera. Ecco le novità di interesse sanitario

La Camera ha approvato con 140 voti favorevoli e 91 contrari, espressi da tutte le opposizioni. Il provvedimento passa ora all'esame del Senato per la seconda lettura e il via libera definitivo

parlamento (1)

L'Aula della Camera ha approvato il Dl Pnrr quater con 140 voti favorevoli e 91 contrari, espressi da tutte le opposizioni (3 gli astenuti). Il provvedimento passa ora all'esame del Senato per la seconda lettura e il via libera definitivo (deve essere convertito in legge entro il primo maggio e risultano pertanto improbabili ulteriori modifiche rispetto al testo licenziato da Montecitorio).
Il decreto-legge con le ulteriori disposizioni urgenti per l'attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza, interviene sulla governance del Piano tenendo conto anche delle ultime intese sulla rimodulazione dei fondi e degli interventi concordate con Bruxelles.
L'esame dei circa 150 ordini del giorno, che ha tenuto impegnato l'Assemblea per due giorni prima del voto finale, è stato caratterizzato, tra l'altro, dall'acceso contrasto delle opposizioni a una norma, inserita nel Dl con un emendamento FdI, relativa alle presenza di associazioni del Terzo settore nei consultori. Sul punto, un ordine del giorno Pd, bocciato dall'Aula, ha fatto registrare l'astensione di 15 deputati della Lega.
Tra gli altri interventi di rilievo in sanità lo stop al “grande fratello” internazionale sui certificati vaccinali e d’altro tipo, fine dei blocchi all’uso dei dati sensibili per la ricerca, due possibilità in mano agli ospedali per assumere personale.
C’è poi uno stop del nostro paese sull’adesione della Rete dell’Organizzazione mondiale della sanità per le emergenze sanitarie nata per verificare i certificati sanitari digitali rilasciati negli Stati aderenti. Dettagliamo gli emendamenti inseriti.

Privacy, certificati internazionali e ricerca - Nel testo originario, a seguito di un accordo tra Oms ed Unione Europea, l’Italia aderiva al sistema OMS. Ora un emendamento rallenta l’iter, affidando ad un decreto del ministero della Salute, di concerto con il Ministro dell'economia e previo ok del Garante Privacy, l’individuazione delle modalità tecnologiche idonee “a garantire il rilascio e la verifica delle certificazioni sanitarie digitali, in conformità alle specifiche tecniche europee e internazionali”. Altra importante svolta: nelle ricerche in campo medico, biomedico ed epidemiologico, per l’uso dei dati non ci sarà bisogno dell’ok del Garante Privacy (fino a 14 settimane di attesa), ma basterà il parere del comitato etico territoriale. Si parla poi di telemedicina e del Progetto pilota di intelligenza artificiale: per realizzare entrambi, si affida all’Agenas raccolta e gestione dei dati pseudonimizzati del Fascicolo sanitario elettronico. Il Ministero della salute ha il compito di connettere a livello nazionale dati presenti nel Fse ed identità digitali riposte in altri archivi, sempre usando dati anonimi o pseudonimizzati.
Scacco alle carenze Ssn - Nel servizio sanitario, un emendamento di maggioranza facilita le assunzioni di personale sanitario e Oss con contratti flessibili. La proposta della Lega supera il tetto vigente– pari al 50% della spesa 2009 – e consente di ingaggiare medici e professionisti con contratti di lavoro subordinato a tempo determinato, o con convenzioni o contratti cococo, o di formazione o somministrazione di lavoro. il sottosegretario salute Marcello Gemmato parla di primo passo verso l’abolizione dei tetti di spesa per le assunzioni di personale. Un’altra misura in parallelo stabilizza fino al 31 dicembre 2025, secondo priorità fissate da ogni regione, sanitari già vincitori di concorsi per contratti a termine e con almeno 18 mesi di servizio maturati al 31 dicembre 2023 alle dipendenze di un ospedale Ssn, continuativi o meno, di cui almeno sei mesi tra il 2020 ed oggi. Chiave di lettura: crescono i medici che rifiutano il contratto di dipendenza a favore di contratti ad personam, e il DL ora prevede entrambe le opzioni. Altra novità: fino a tutto il 2026 gli ospedali della rete formativa potranno assumere a termine e part-time entro il tetto di spesa in vigore medici specializzandi regolarmente iscritti alla graduatoria separata. Il contratto ha durata pari alla durata residua del corso di specializzazione. Nelle aziende ospedaliere universitarie si potranno intanto stipulare contratti a termine oltre il tetto del 2% dell’organico.
Test di medicina dei “quartini” - Notizie positive per gli studenti di quarta liceo che lo scorso anno superarono il Tolc Test di Medicina ma che con l’abolizione di quest’ultimo secondo i tribunali amministrativi dovrebbero ripetere la prova. In un emendamento a prima firma Silvana Comaroli (Lega) si spiega che, in attesa di rivedere i meccanismi di accesso ai corsi di Medicina, Odontoiatria e Veterinaria, chi ha sostenuto la prova di ammissione a tali corsi per immatricolarsi nell'anno accademico 2023/24 senza presentare istanza di inserimento nelle relative graduatorie, può presentare istanza per iscriversi per l'anno accademico 2024/25, senza dover ripetere il test. Per individuare il punteggio minimo necessario all’immatricolazione servono però decreti del Ministero dell’Università. E vanno definiti i posti da riservare.
Le risorse per le Regioni – Una misura contestata dirotta dal Piano nazionale complementare al PNRR ai fondi per l’edilizia sanitaria circa 1,2 miliardi destinati ad ammodernare gli ospedali. Avverte il coordinatore degli assessori Raffaele Donini (Emilia-Romagna) che i fondi dell’edilizia sanitaria cui si dovrebbe attingere sono in parte indisponibili perché oggetto di accordi già firmati o alla firma. Il governo replica: sono progetti ante-PNRR che erano stati riversati nel PNRR ma non potevano essere li e potevano creare problemi in fase di rendicontazione, vengono finanziati sì ma in altro modo. Del resto, il decreto stanzia in tutto circa 15 miliardi per completare le opere previste entro il 2026, e per sostenere quelle definanziate a seguito della revisione del Piano (inclusa l'operazione 'ospedali sicuri’). Ultima annotazione: al Ministero della Salute arriva un dirigente generale nell’Ufficio di Gabinetto con compiti di “consulenza e ricerca nell’ambito di analisi, valutazione delle politiche pubbliche e revisione della spesa in materia sanitaria” e per supportare il Ministero nelle politiche di bilancio.

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui
nostri canali social seguendoci su:
Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra Newsletter!
POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE
L'indagine della Commissione Affari sociali della Camera sull'emergenza-urgenza in Italia e la situazione dei pronto soccorso, fotografa "una situazione difficile, che oggi in Italia rappresenta la 'punta dell'iceberg'
Il ministro della Salute Orazio Schillaci, nel suo intervento all'ottava edizione di Rcs Academy, sì è soffermato su medicina territoriale e università
Il governo ha considerato ancora una volta insufficienti due mesi di tempo per riempire i posti lasciati vuoti all’ultimo momento da corsisti che cambiano indirizzo e tentano il corso di specializzazione, o rinunciano
La circolare firmata dal direttore della Prevenzione Francesco Vaia, contiene le più recenti indicazioni Oms sulla composizione dei vaccini antinfluenzali

Resta aggiornato con noi!
La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

I più letti della settimana
CODIFA
Farmaci, integratori, dispositivi medici, prodotti veterinari e tanto altro. Digita il marchio, il principio attivo o l'azienda del prodotto che stai cercando.
ANNUNCI
Altro | Tutta Italia
Mi chiamo Federica Libbia, sono vedova.  Scrivo questo con le lacrime agli occhi perché sono delusa dalla vita.  Non ho...

EVENTI
Giornata nazionale della salute della donna, il 22 aprile a Roma incontro internazionale
Promuovere la consapevolezza sulle diverse dimensioni della salute della donna, dalla prevenzione alla salute riproduttiva, dall'accesso ai servizi sanitari all'...

AZIENDE
New Era for Rare
Immagine in evidenza Le malattie rare presentano sfide uniche e complesse che possono portare a bisogni insoddisfatti nei pazienti e nelle loro famiglie,...

Libreria
Il manuale è stato scritto per colmare una...
La radiologia senologica incarna un ramo dell'imaging di...
Negli ultimi anni, i progressi scientifici e clinici...
Questo manuale offre una panoramica aggiornata sul ruolo...
Questo testo vuole aiutare a comprendere la legge...
Corsi
Progettare la cura con la medicina narrativa. Strumenti per un uso quotidiano

Introdurre la Medicina Narrativa nella progettazione dei percorsi di cura. Integrare la narrazione nel sistema cura e nel sistema persona...


Il rapporto con il paziente: rapporti legali ed emozionali

3 Corsi per 25 crediti ECMCorso 1: La medicina narrativa nella pratica di cura Corso 2: Progettare la cura con...


ECM Medicina Narrativa – Pacchetto Corsi Fad Umanizzazione delle cure

Corso Fad diviso in due moduli, che conferirà 38 crediti ECM, che esplorerà diversi aspetti della medicina narrativa


Pacchetto di corsi per 25 ECM

3 corsi Fad per 25 crediti ECM destinati ai medici: Corso 1: La medicina narrativa nella pratica di cura Corso...