Farmaci
Dolore
03/11/2023

Dolore cronico, la maggior parte dei bambini non è trattata adeguatamente. I risultati di uno studio

I ricercatori hanno presentato i risultati di un questionario distribuito ai genitori di 120 bambini danesi sul dolore quotidiano, definito come dolore cronico con esacerbazioni acute

Disturbi-d-ansia-in-bambini-e-adolescenti-il-ruolo-della-metacognizione

Uno studio condotto su bambini affetti da paralisi cerebrale rivela che la metà ha sperimentato dolore cronico, con tre quarti non sufficientemente trattati per il dolore e un terzo affetto da intensità di dolore alte e basse.

I ricercatori hanno presentato i risultati di un questionario distribuito ai genitori di 120 bambini danesi (fascia di età, 2-19 anni) sul dolore quotidiano, definito come dolore cronico con esacerbazioni acute. Secondo i risultati, il 51% dei genitori ha riferito che i propri figli hanno sperimentato dolore quotidiano, il 75% ha riferito un trattamento antidolorifico inadeguato e il 32% ha sperimentato un’intensità del dolore indesiderata.

Molteplici fattori contribuiscono al dolore nei bambini con paralisi cerebrale. Questi fattori includono complicazioni muscolo-scheletriche (lussazione dell'anca, deformità muscolo-scheletrica, scoliosi, spasticità), interventi terapeutici (chirurgia, fisioterapia, iniezioni di tossina botulinica) e problemi gastrointestinali, come la stitichezza, ha affermato Sultan, che ha sottolineato che dividere il dolore in più e meno grave spiega la fluttuazione del dolore.

Secondo lo studio, la maggior parte dei bambini ha ricevuto interventi farmacologici e/o non farmacologici, mentre un quarto non ha riportato alcun intervento sul dolore. Il massaggio rappresentava il più comune alleviamento del dolore (49%), seguito dal paracetamolo (acetaminofene; 36%), secondo lo studio, che metteva in guardia contro l'uso di farmaci antinfiammatori non steroidei, farmaci antiepilettici e rilassanti muscolari a causa degli effetti collaterali potenzialmente debilitanti.

I bias di partecipazione, la segnalazione per procura e la difficoltà nel valutare la gestione gerarchica del dolore nei bambini rappresentano i limiti dello studio, che raccomanda agli operatori sanitari di essere a conoscenza delle linee guida dell’Organizzazione Mondiale della Sanità per la gestione del dolore nei bambini. Suggerisce inoltre di modificare l’indice di gestione del dolore per renderlo più completo.

Per mitigare i limiti, l'autore principale Tamo Sultan, MD, dottorando presso il Dipartimento di Pediatria dell'Università di Copenhagen, in Danimarca, ha raccomandato di: “condurre studi più ampi e completi per esplorare e convalidare i nostri risultati prima di trarre risultati conclusivi”. Ha definito l’incidenza del dolore cronico nei bambini con paralisi cerebrale “allarmantemente elevata” e ha approvato le linee guida dell’OMS per integrare interventi non farmacologici e farmacologici all’interno di un modello biopsicosociale completo per la gestione del dolore. “Adottando un simile approccio, possiamo migliorare la qualità delle cure e del supporto fornito a questi giovani pazienti”, ha concluso.

Enoch Leung, MD, PhD, fisiatra presso il Children's Healthcare di Atlanta ha aggiunto: “La gestione del dolore richiede un approccio olistico, consapevolezza e comprensione dei fattori che contribuiscono alla comparsa del dolore. È importante ricordare che il dolore è un sintomo, non solo una diagnosi. A seconda del coinvolgimento cognitivo dei pazienti, essi [i bambini] potrebbero non essere in grado di comunicare correttamente il loro livello di dolore. I caregiver potrebbero offrire sollievo dal dolore sulla base di presupposti, non il modo più efficace per gestire il dolore”.

 

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui
nostri canali social seguendoci su:
Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra Newsletter!
POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE
Prasinezumab è il primo anticorpo monoclonale terapeutico sperimentale progettato per legare la α-sinucleina aggregata, consentendone la degradazione
Un articolo pubblicato nelle pagine di Nature, analizza cosa succede quando le persone smettono di prendere i farmaci per la gestione del peso
I dati mostrano che il trattamento con acido acetilsalicilico può far aumentare l'espressione di Cd80, migliorando la capacità delle cellule di cancro del colon-retto di presentare attivamente i propri antigeni tumorali ai linfociti T
Nei prossimi 5-10 anni le opzioni farmaceutiche contro l'HIV potrebbero essere disponibili al posto di farmaci che devono essere assunti quotidianamente

Resta aggiornato con noi!
La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

I più letti della settimana
CODIFA
Farmaci, integratori, dispositivi medici, prodotti veterinari e tanto altro. Digita il marchio, il principio attivo o l'azienda del prodotto che stai cercando.
ANNUNCI
Vendo | Sardegna
Vendesi apparecchiatura di radio frequanza medicale per il ringiovanimento viso/corpo usata pochissimo in perfette condizioni. Per info e costo contattarmi...

EVENTI
Giornata nazionale della salute della donna, il 22 aprile a Roma incontro internazionale
Promuovere la consapevolezza sulle diverse dimensioni della salute della donna, dalla prevenzione alla salute riproduttiva, dall'accesso ai servizi sanitari all'...

AZIENDE
New Era for Rare
Immagine in evidenza Le malattie rare presentano sfide uniche e complesse che possono portare a bisogni insoddisfatti nei pazienti e nelle loro famiglie,...

Libreria
Il manuale è stato scritto per colmare una...
La radiologia senologica incarna un ramo dell'imaging di...
Negli ultimi anni, i progressi scientifici e clinici...
Questo manuale offre una panoramica aggiornata sul ruolo...
Questo testo vuole aiutare a comprendere la legge...
Corsi
Progettare la cura con la medicina narrativa. Strumenti per un uso quotidiano

Introdurre la Medicina Narrativa nella progettazione dei percorsi di cura. Integrare la narrazione nel sistema cura e nel sistema persona...


Il rapporto con il paziente: rapporti legali ed emozionali

3 Corsi per 25 crediti ECMCorso 1: La medicina narrativa nella pratica di cura Corso 2: Progettare la cura con...


ECM Medicina Narrativa – Pacchetto Corsi Fad Umanizzazione delle cure

Corso Fad diviso in due moduli, che conferirà 38 crediti ECM, che esplorerà diversi aspetti della medicina narrativa


Pacchetto di corsi per 25 ECM

3 corsi Fad per 25 crediti ECM destinati ai medici: Corso 1: La medicina narrativa nella pratica di cura Corso...