dallo speciale MedicinaInterna33, in collaborazione con FADOI

set272022

Politica e Sanità

Ricerca, FADOI: per le sperimentazioni cliniche no profit in Italia -51% in 10 anni. Ecco perché

A causa di carenze di personale, problemi burocratici e norme sulla privacy in Italia i trial clinici no profit, quelli svolti negli ospedali pubblici o in enti senza scopo di lucro, nei dieci anni tra il 2009 al 2019 sono diminuiti del 51%. A denunciarlo...
transparent

set272022

Politica e Sanità

Ricerca, Brusaferro (Iss): In aumento autorizzazioni trial fase I

«L'ISS, in quanto organo tecnico scientifico del SSN, ha in sé il tema della ricerca declinata come elemento caratterizzante. La ricerca è la base per poter fare regolamentazione, per potere dare consigli o pareri a chi poi è chiamato...
transparent

set272022

Pianeta Farmaco

Rasi: ecco le potenzialità e le criticità da affrontare per la ricerca in Italia

Il Covid ha svelato la potenza enorme della ricerca clinica, che si può scatenare organizzando e coordinando le forze e le conoscenze che siamo riusciti a mettere insieme dopo tanti anni». Allo stesso tempo, però, «la pandemia ha anche evidenziato...
transparent

set272022

Politica e Sanità

Rapporto pubblico - privato per la ricerca biomedica, l’Italia è ancora indietro

Cresce la ricerca clinica ma non quella indipendente, per la quale in Italia c'è un arretramento. Inoltre, la normativa italiana appare inadeguata in fatto di studi co-finanziati da istituzioni pubbliche e private. A lanciare il SOS sono i clinici...
transparent

set272022

Politica e Sanità

Le priorità per la ricerca clinica, investimenti e prospettive. Proposte per un Manifesto della Ricerca

A chiusura del Convegno, FADOI-ISS "Ricerca clinica, il cambiamento è oggi?", vi è stata una Tavola Rotonda, coordinata da Andrea Fontanella , Presidente della Fondazione FADOI, e animata da esperti di Istituzioni pubbliche e privati, e...
transparent

set132022

Clinica

Covid-19: l’importanza del livello di antigene virale nel sangue

Secondo quanto emerge da un nuovo studio, l'antigene nucleocapside (N) di SARS-CoV-2 nel sangue è un biomarcatore pratico e clinicamente significativo. I dati mostrano che può essere quantificato precocemente nei campioni prelevati da pazienti...
transparent

set132022

Clinica

Morbo di Crohn, identificati geni coinvolti nel rischio di svilupparlo

In uno studio pubblicato su Nature Genetics, sono state identificate 10 varianti genetiche che aumentano la suscettibilità a sviluppare il morbo di Crohn. Come spiegano i ricercatori, tali geni ribadiscono il ruolo delle cellule dell'immunità...
transparent

set132022

Clinica

Malattie cardiovascolari, negli over-65 le difficoltà di cammino ed equilibrio si associano a un aumento del rischio

Negli ultrasessantacinquenni una ridotta funzione fisica intesa come difficoltà a camminare, mantenersi in equilibrio o alzarsi in piedi si associa a un aumento del rischio di disturbi cardiaci, secondo quanto si legge in un articolo pubblicato...
transparent

set132022

Clinica

Fibrillazione atriale, lo screening con loop recorder impiantabile non riduce l'incidenza di ictus

Tra i pazienti di 70 anni o più lo screening per la fibrillazione atriale (FA) con un loop recorder impiantabile (ILR), dispositivo impiantato sottocute per registrare in continuo il ritmo cardiaco, non ha ridotto in modo significativo il rischio...
transparent

set132022

Clinica

Uno stile di vita salutare riduce il rischio di morte nel morbo di Parkinson

I comportamenti legati allo stile di vita, compresa la dieta e l'attività fisica, possono modificare la prognosi della malattia di Parkinson, secondo le conclusioni di uno studio pubblicato su JAMA Network Open e firmato da Xinyuan Zhang , ricercatrice...
transparent

lug262022

Clinica

Covid-19, l’infezione favorisce lo sviluppo successivo di malattie cardiovascolari e diabete

Secondo quanto conclude un articolo pubblicato su PLOS Medicine a firma dei ricercatori del King's College di Londra, Regno Unito, nei pazienti che contraggono il COVID-19 aumentano le probabilità di sviluppare malattie cardiovascolari e diabete,...
transparent

lug262022

Clinica

Pazienti in ospedale con Covid-19, la viscosità ematica stimata è un fattore predittivo di mortalità

Secondo uno studio pubblicato sul Journal of the American College of Cardiology un'elevata viscosità ematica stimata si associa a un aumento del rischio di mortalità tra i pazienti ricoverati in ospedale con infezione da COVID-19. «Nella...
transparent


transparent
 
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>


chiudi