Medicina Interna

Covid-19, test rapido non è così accurato come si pensava. Uno studio spiega perché

nov232020

Covid-19, test rapido non è così accurato come si pensava. Uno studio spiega perché

L'accuratezza dell'AbC-19, un test anticorpale rapido per il Covid-19 effettuato tramite puntura del dito potrebbe essere molto inferiore a quanto suggerito in precedenza. Ecco quanto conclude uno studio pubblicato sul Bmj, da cui emerge che se il 10%...
transparent

nov232020

Infezione da Sars-CoV-2 acquisita in ospedale, suggerimenti per la salute pubblica

Oltre a distribuire mascherine in misura sufficiente per pazienti e personale, gli ospedali dovrebbero prevedere spazi adeguati e ventilati dedicati alle pause e ai pasti degli operatori sanitari, con procedure atte a minimizzare il contatto e la conversazione...
transparent

nov232020

Covid-19, un quinto dei pazienti positivi sviluppa un disturbo psichiatrico entro 3 mesi dalla diagnosi

Uno studio pubblicato su The Lancet Psychiatry suggerisce che un paziente su cinque ammalato di Covid-19 sviluppa un disturbo psichiatrico come ansia o depressione entro 3 mesi dal test positivo. Commenta il coautore Paul Harrison , professore di...
transparent

nov232020

Diabete e malattia renale cronica: nuove indicazioni per gestire al meglio i pazienti

Una nuova linea guida per i medici che si prendono cura di pazienti con diabete e malattia renale cronica (Ckd), redatta dal gruppo Kidney Disease: Improving Global Outcomes (Kdigo), è stata pubblicata in forma sinottica su Annals of Internal...
transparent

nov232020

Rivascolarizzazione cardiaca, il legame tra Ldl ed eventi avversi cardiocerebrovascolari in possibili candidati

Secondo uno studio pubblicato sul Journal of the American College of Cardiology, nei pazienti con malattia coronarica e diabete di tipo 2, un valore delle lipoproteine a bassa densità (Ldl ) inferiore è associato a un miglioramento dell'esito...
transparent
Covid-19, pazienti positivi al tampone a distanza di tempo dalla guarigione. Uno studio fa il punto

nov92020

Covid-19, pazienti positivi al tampone a distanza di tempo dalla guarigione. Uno studio fa il punto

Quasi un paziente su 5 dei guariti dalla sindrome Covid-19 resta positivo alcune settimane al tampone per il coronavirus. Ecco quanto emerge da uno studio appena pubblicato sull'American Journal of Preventive Medicine e coordinato da Francesco Landi...
transparent

nov92020

Covid-19, una pregressa infezione da coronavirus del raffreddore potrebbe aggravare la malattia

Secondo uno studio pubblicato su Frontiers in Immunology e firmato da Alberto Beretta , immunologo del Solongevity Research di Milano, da Martin Cranage , virologo al St.George Hospital di Londra e da Donato Zipeto , docente di Biologia molecolare...
transparent

nov92020

Coovid-19: nessun aumento di rischio nei pazienti trattati con sartani e Ace-inibitori

Nei pazienti in cura con Ace-inibitori o sartani non aumentano né la gravità né il rischio di morte per infezione da Sars-CoV-2, secondo uno studio su Vascular Pharmacology cui hanno preso parte 33 centri italiani della Collaborazione...
transparent

nov92020

Artrite reumatoide, un biomarcatore potrebbe prevedere la risposta ai farmaci Dmard

Secondo un nuovo studio pubblicato su Nature Communications, è possibile prevedere la risposta di un paziente con artrite reumatoide ai farmaci anti-reumatici modificanti la malattia (Dmard) attraverso specifici biomarcatori, i mediatori specializzati...
transparent

nov92020

Un batterio legato al consumo di cibi di origine animale amico di cuore e vasi

Batteri del genere Bilophila, comunemente presenti nell'intestino, e a volte associati a infiammazione, ascessi, malattie intestinali e cancro, potrebbero avere un ruolo nella prevenzione delle malattie cardiovascolari, secondo uno studio pubblicato su...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>