Medicina Interna

lug42019

Incidentalomi surrenali, il rischio cardiometabolico aumenta anche se non progrediscono

Anche se non funzionanti, i tumori surrenali e gli adenomi che causano un lieve eccesso di cortisolo, detti anche incidentalomi, possono aumentare il rischio di comorbilità cardiometaboliche, secondo i risultati di uno studio pubblicato su Annals...
transparent

lug42019

L’inizio della dialisi si associa a un declino funzionale nei pazienti anziani e fragili

Uno studio pubblicato sul Clinical Journal of the American Society of Nephrology rileva che il declino funzionale nei primi 6 mesi dall'inizio della dialisi colpisce in modo significativo gli anziani, specie se fragili e avanti con gli anni. Ma non solo:...
transparent

lug42019

La presenza di infezioni pregresse si associa a un aumento del rischio di ictus

Diverse infezioni sono state identificate come possibili inneschi di ictus, con quelle del tratto urinario in cima alla lista per gli eventi ischemici, secondo un articolo pubblicato su Stroke. «Ricerche precedenti hanno preso in considerazione le infezioni...
transparent

lug42019

Donatori di rene, l’ipertensione potrebbe avere conseguenze a lungo termine

Uno studio, pubblicato su CJASN, mostra che l'ipertensione aumenta il rischio di insufficienza renale nelle persone anziane che donano un rene, anche se il rischio assoluto resta basso. «L'ipertensione nei donatori di rene anziani è considerata...
transparent

lug42019

Cancro alla prostata, nuovo test per identificarlo. Ecco come funziona

Un esame delle urine può diagnosticare il cancro aggressivo della prostata e prevede se i pazienti avranno bisogno di un trattamento nei 5 anni successivi. Inoltre, grazie a questo test, dal nome PUR (Prostate Urine Risk), sviluppato dai ricercatori...
transparent

giu212019

I “superbatteri” potrebbero essere sconfitti con combinazioni di antibiotici

Secondo uno studio pubblicato su Nature Microbiology, una forma di resistenza agli antibiotici nota come "eteroresistenza" è più diffusa di quanto si pensasse in precedenza, e il monitoraggio di tale situazione potrebbe guidare la scelta...
transparent

giu212019

Prevenzione primaria: l’Asa riduce gli eventi cardiovascolari ma aumenta il rischio di sanguinamento

Nei pazienti a rischio cardiovascolare l'uso profilattico di Asa a basse dosi riduce il rischio di infarto miocardico (MI) e attacco ischemico transitorio (TIA), ma aumenta i sanguinamenti non fatali. Ecco, in sintesi, quanto emerge da uno studio appena...
transparent

giu212019

Donne in menopausa, uso prolungato denosumab riduce il rischio di fratture

Secondo una nuova ricerca apparsa su The Journal of Clinical Endocrinology & Metabolism, un trattamento prolungato con denosumab è associato a una riduzione del tasso di fratture non vertebrali. In particolare lo studio di fase 3 FREEDOM ha...
transparent

giu212019

Maggiori problemi cognitivi da adulti se la sclerosi multipla insorge in età pediatrica

I pazienti affetti da sclerosi multipla e che hanno sviluppato la malattia prima dei 18 anni hanno più probabilità di avere maggiori conseguenze cognitive, rispetto a quelli in cui la patologia è comparsa in età adulta. A dirlo...
transparent

giu212019

Disturbi cardiaci, alti livelli di calcio coronarico nella mezza età si associano a un rischio più elevato

Secondo uno studio appena pubblicato su Circulation: Cardiovascular Imaging, elevati livelli di calcio coronarico nella mezza età si associano ad anomalie strutturali miocardiche che, specie tra i neri, possono portare a un futuro scompenso di...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>
Ultime notifiche dalla community