Gliceridi

dic232011

Ipertrigliceridemia: fenofibrato superiore a omega-3

Gli omega-3 e il fenofibrato hanno effetti simili sulla dilatazione endotelio-dipendente e sui trigliceridi nell'ipertrigliceridemia, ma il fenofibrato mostra un maggiore impatto su lipoproteine e profili metabolici. Lo afferma uno studio – randomizzato,...
transparent

lug42011

Storia d’infarto, nei maschi il profilo lipidico è peggiore

I giovani sani di sesso maschile con storia familiare positiva per infarto miocardico prematuro (Phpmi) hanno gli stessi livelli di lipoproteina A (LpA) delle femmine, ma un peggiore profilo lipidico. Il dato emerge da una ricerca condotta da Silvia...
transparent

mar112011

Circonferenza ipertrigliceridemica, nuovo indice

Dalla ricerca spagnola arriva la conferma dell'utilità di una definizione alternativa alla sindrome metabolica (Sm) per identificare gli individui ad alto rischio di malattia cardiovascolare (Cvd) e diabete mellito di tipo 2 (T2Dm), ovvero la “circonferenza...
transparent

feb222011

Prevenzione cardiovascolare: alzati e cammina

Nei paesi sviluppati è assai frequente nella popolazione adulta riscontrare uno stile di vita sedentario con bassi livelli di esercizio fisico. Si tratta - come è noto - di un modello di comportamento che rappresenta un fattore di rischio cardiovascolare associato ai principali biomarkers cardiometabolici ed infiammatori ed in ultima analisi alla comparsa di malattie cardiovascolari ed a mortalità precoce.
transparent

mag172010

Anche i trigliceridi minacciano le coronarie

Cardiologia Elevati livelli di trigliceridi (Tg) possono essere un’importante causa di morte cardiaca. Lo si deduce dai risultati di una ricerca genetica condotta all’Università di Cambridge (Uk) da un consorzio internazionale. Per accertare...
transparent

mar52009

Hiv: ipocolesterolemizzanti non pienamente efficaci

Malattie infettive-infezioni sistemiche Statine e fibrati producono miglioramenti clinicamente significativi nei profili lipidici dei pazienti con infezione da Hiv, ma potrebbero non essere efficaci quanto nei soggetti non infetti. Le dislipidemie, ed...
transparent

ott222008

Se il grasso arriva al cuore

Nei pazienti obesi con diabete di tipo 2, i depositi di trigliceridi nel cuore, di dimensioni aumentate, possono essere mobilizzati dalla restrizione calorica terapeutica prolungata. Dato che questa mobilizzazione è accompagnata da miglioramenti ...
transparent

mag142008

Sui trigliceridi non c’è concordia

I risultati di uno studio presentato al 77° congresso della European Atherosclerosis Society rimettono in discussione il principio che nel paziente cardiopatico trattato con statine sia sempre benefico mirare ad abbassare la trigliceride mia. Lo studio,...
transparent

apr162008

Hiv: olio di pesce e fenofibrato, meno trigliceridi

Scienze dell’alimentazione-alimentazione e patologia L’uso di olio di pesce, con o senza fenofibrato, è efficace nel trattamento dell’ipertrigliceridemia nei pazienti con Hiv. Le malattie cardiovascolari sono divenute uno dei problemi...
transparent

ott102007

Omega-3 e statine contro i trigliceridi

Cardiologia-arteriopatie periferiche L’aggiunta di integratori a base di acidi grassi omega-3 alla terapia statinica nei pazienti con ipertrigliceridemia riduce significativamente i livelli di trigliceridi e di colesterolo non-HDL senza incrementi...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>