Professione medica
Professioni sanitarie
12/09/2023

Professioni sanitarie, i candidati sono sempre meno. Ecco i numeri del fenomeno

Cresce l'allarme sul personale sanitario del futuro. Per far fronte alla carenza il governo nell'anno accademico 2023-24 ha aumentato a 19.860 i posti al corso di laurea in Scienze Infermieristiche ritoccando verso l'alto anche gli altri corsi, Medicina in primis. Ma per le 22 professioni sanitarie i candidati sono sempre meno. Alla vigilia del test del 14 settembre nelle università pubbliche (qui non c'è il Tolc come a Medicina ma resta il concorsone in presenza) le domande complessive risultano diminuite dell'8,7%, da 69.704 a 61.783; considerando anche gli atenei privati salgono a 66 mila contro 72 mila del 2022. Nel frattempo, i posti a bando sono aumentati del 3,2%, da 32.998 a 34.440. Il dato pone interrogativi sugli stimoli rappresentati oggi da queste professioni in Italia. Ma ci sono altri spunti di riflessione. Ad esempio, le uniche tre regioni con balzi in avanti delle domande sono Calabria (+29,9%), Molise (+10,7%), Umbria (+3,2%). Poi il baratro, con Lombardia a -8,5%, Emilia-Romagna -7%, Toscana -11,2%, Veneto -11,8%, Lazio -12,5%, Campania -8,2%, Sicilia e Sardegna -10,4%. C'è da chiedersi se chi si laurea nella sua regione è poi intenzionato a restarvi per lavorare. La Federazione degli ordini degli infermieri chiede al governo, per evitare squilibri sull'asse Nord-Sud, di "intervenire subito sulle modalità di reclutamento e ingaggio per coprire sia i singoli servizi sia le singole aree geografiche con i più giusti e motivati professionisti, in coerenza con le competenze e le specializzazioni, grazie a concorsi mirati e infungibilità". Fnopi lancia poi un allarme specifico: a Scienze infermieristiche le domande di iscrizione ai corsi di laurea sono crollate di un 10%. Il calo, che si ripete dopo un anno (nel 22 è stato -9%), raggiunge al Centro il 15%, al Nord il -12,6%, è la metà al Sud. Da 25.539 domande del 2022 si è scesi a 22.870 mentre i posti in ateneo offerti si impennavano a 19.860. Ogni 5 pretendenti a non passare è solo uno. Drammatico il confronto con l'anno accademico 2010-11 quando si iscrissero al test in 46 mila, il doppio.

C'è un secondo aspetto da considerare: il test per le 22 professioni sanitarie è unico e nelle 40 università pubbliche dove si svolge, a seconda dell'istituto, è consentito, accanto al corso desiderato come prima scelta, inserire dei corsi di seconda scelta. Tra gli aspiranti fisioterapisti (che sono tradizionalmente molti di più dei posti in palio) e qualche altra professione tecnica più di uno si riserva come seconda chance un'altra professione, anche quella di infermiere. E se non viene preso si iscrive, ma l'anno dopo, considerando anche la buona qualità degli insegnamenti, prova il corso dove si era indirizzato in precedenza (o anche Medicina) e, superato il test, abbandona la scelta precedente. Si stima che così Scienze infermieristiche perda più di uno studente su dieci. Per riuscire anche in futuro a "garantire salute a tutti", l'ordine guidato da Barbara Mangiacavalli chiede che la "questione infermieristica" sia affrontata non solo aumentando i posti in ateneo, ma migliorando i percorsi formativi, finanziando le lauree magistrali abilitanti a indirizzo clinico e consentendo ai docenti infermieri di "rientrare sotto il governo del ministero dell'Università e non più sotto quello delle aziende". Vanno inoltre cambiati i modelli organizzativi dando maggiore autonomia e (...) nuovi sbocchi di carriera e professionali. E va aumentata almeno del 200% l'indennità di specificità infermieristica.

Quest'anno però le cose non vanno molto meglio per le altre professioni. Le domande per le ostetriche sono diminuite di un 20%, da 6354 a 5059 contro 1098 posti in palio; -9,7% per i tecnici della prevenzione, 637 pretendenti su 937 posti in palio (in pratica, il numero chiuso non serve), e 637 sono i candidati ad educatori professionali contro 809 posti. Anche i ricercati fisioterapisti sono scesi del 7,2%: erano 20.013 le domande un anno fa e ora sono 18.572 ma a fronte di 2694 posti. In calo igienisti dentali (-3,8%) e tecnici di laboratorio (-10%); sugli scudi solo i logopedisti (+14%, 3724 su 885 posti) ed i tecnici di radiologia (+2,5%, 4468 su 1554 posti). «Come evidenzia la Presidente della Conferenza nazionale dei Corsi di Laurea delle Professioni sanitarie Alvisa Palese, malgrado l'aumento dei posti e l'attivazione di nuovi Corsi, non si è registrato un aumento dei candidati neppure per le Professioni storicamente attrattive», riflette Angelo Mastrillo Docente dell'Università di Bologna in Organizzazione delle professioni sanitarie e Segretario della Conferenza stessa. «Urge ripensare- in profondità ai sistemi di orientamento e tutorato sia per assicurare nei prossimi anni le risorse professionali necessarie al Paese sia per contenere la frazione evitabile degli abbandoni associati (quelli accennati relativi ai corsi scelti in seconda opzione, ndr) che hanno una potenziale ricaduta negativa su studenti, famiglie e collettività. Per sostenere una scelta informata e competente, il ministero dell'Università, su iniziativa delle sedi di Milano e Foggia, e con il ruolo facilitatore della Conferenza, con il Decreto 1327 del 10 agosto 2023 ha assegnato un finanziamento di circa 1,17 milioni di euro ad un progetto interclasse che coinvolge le 22 professioni sanitarie, 38 atenei e oltre 450 Corsi di studio».
Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui
nostri canali social seguendoci su:
Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra Newsletter!
POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE
La convenzione all’articolo 6 cita la certificazione infortunistica tra gli obblighi del medico di famiglia e dispone che ogni regione trasferisca in quota capitaria a ciascun medico un compenso forfetario annuo delle risorse Inail
Tra le novità approvate in Lombardia nella delibera di giunta “anche dei “tempari”, cioè dei limiti di tempo per la durata di esami e visite e tempi ridotti per la consegna dell’esito degli esami
Le regioni tornano a scommettere sui fascicoli sanitari dei residenti. Ma il Garante della Privacy con sue recenti decisioni rivela che l’investimento chiave sarebbe sulla sicurezza
Nel corso dell'incontro la Fp Cgil ha esaminato una proposta di Aran che è peggiorativa del contratto esistente e restringe le prerogative di intervento delle organizzazioni sindacali

Resta aggiornato con noi!
La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

I più letti della settimana
CODIFA
Farmaci, integratori, dispositivi medici, prodotti veterinari e tanto altro. Digita il marchio, il principio attivo o l'azienda del prodotto che stai cercando.
ANNUNCI
Vendo | Sardegna
Vendesi apparecchiatura di radio frequanza medicale per il ringiovanimento viso/corpo usata pochissimo in perfette condizioni. Per info e costo contattarmi...

EVENTI
Giornata nazionale della salute della donna, il 22 aprile a Roma incontro internazionale
Promuovere la consapevolezza sulle diverse dimensioni della salute della donna, dalla prevenzione alla salute riproduttiva, dall'accesso ai servizi sanitari all'...

AZIENDE
New Era for Rare
Immagine in evidenza Le malattie rare presentano sfide uniche e complesse che possono portare a bisogni insoddisfatti nei pazienti e nelle loro famiglie,...

Libreria
Il manuale è stato scritto per colmare una...
La radiologia senologica incarna un ramo dell'imaging di...
Negli ultimi anni, i progressi scientifici e clinici...
Questo manuale offre una panoramica aggiornata sul ruolo...
Questo testo vuole aiutare a comprendere la legge...
Corsi
Progettare la cura con la medicina narrativa. Strumenti per un uso quotidiano

Introdurre la Medicina Narrativa nella progettazione dei percorsi di cura. Integrare la narrazione nel sistema cura e nel sistema persona...


Il rapporto con il paziente: rapporti legali ed emozionali

3 Corsi per 25 crediti ECMCorso 1: La medicina narrativa nella pratica di cura Corso 2: Progettare la cura con...


ECM Medicina Narrativa – Pacchetto Corsi Fad Umanizzazione delle cure

Corso Fad diviso in due moduli, che conferirà 38 crediti ECM, che esplorerà diversi aspetti della medicina narrativa


Pacchetto di corsi per 25 ECM

3 corsi Fad per 25 crediti ECM destinati ai medici: Corso 1: La medicina narrativa nella pratica di cura Corso...