Europa e Mondo
Morbillo
29/05/2024

Morbillo, in Europa oltre 56mila casi. Verso il sorpasso del 2023

Più della metà delle persone che hanno contratto il morbillo nella Regione europea Oms nel 2023 sono state ricoverate in ospedale, a dimostrazione del grave carico che pesa sui pazienti

morbillo

In tutta Europa i casi di morbillo continuano ad aumentare e i dati del 2024 presto supereranno il bilancio del 2023. È il monito lanciato dall'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) e dall'Unicef in un'analisi congiunta della situazione, che avvertono le due agenzie Onu mette "a rischio milioni di bambini". Secondo gli ultimi dati disponibili, durante i primi 3 mesi del 2024 sono stati segnalati ufficialmente 56.634 casi di morbillo e 4 morti in 45 dei 53 Paesi della Regione europea dell'Oms. Nel corso del 2023 i contagi censiti erano stati poco di più, 61.070, e 13 i decessi, segnalati da 41 Paesi.

Il morbillo spiegano gli esperti può avere un effetto serio sulla salute dei bambini, essendo i più piccoli a rischio di gravi complicazioni. Gli alti tassi di ospedalizzazione e l'indebolimento di lunga durata del sistema immunitario li rendono anche più vulnerabili ad altre malattie infettive. Più della metà delle persone che hanno contratto il morbillo nella Regione europea Oms nel 2023 sono state ricoverate in ospedale, a dimostrazione del grave carico che pesa sui pazienti, sulle famiglie e sui sistemi sanitari.
"Anche un solo caso di morbillo dovrebbe costituire un urgente invito all'azione", ammonisce Hans Kluge, direttore regionale dell'Oms per l'Europa. "Nessuno dovrebbe subire le conseguenze di questa malattia devastante, ma facilmente prevenibile. Mi congratulo con ogni Paese che ha accelerato i propri sforzi per interrompere la trasmissione attraverso la vaccinazione di recupero. Esorto tutti i Paesi ad agire immediatamente, anche laddove la copertura vaccinale complessiva è elevata, per vaccinare i vulnerabili, colmare le lacune immunitarie e quindi impedire che il virus si diffonda in qualsiasi comunità". Quasi la metà dei casi segnalati nel 2023 si è verificata tra i bambini sotto i 5 anni di età. Il che riflette, segnala l'Oms, "l'accumularsi di bambini che non hanno ricevuto vaccinazioni di routine contro il morbillo e altre malattie prevenibili durante la pandemia di Covid, a cui è seguita una ripresa lenta delle coperture nel 2021 e 2022".

Tra gli under 5 che hanno contratto il morbillo nel 2023, più di 3 quarti non aveva ricevuto alcuna dose di vaccinazione contro la patologia, emerge dai dati diffusi dalle due agenzie Onu. Circa il 99% di questi bambini non aveva ricevuto entrambe le 2 dosi di vaccino contro il morbillo.

I contagi stanno crescendo a livello globale. Nel 2023 ci sono stati oltre 300mila casi di morbillo nel mondo e il numero segnalato finora nel 2024 indica che il totale per quest'anno sarà uguale o supererà il totale del 2023 anche a livello globale.
Le importazioni del virus tra Paesi e continenti avvengono regolarmente e i focolai di questa malattia altamente infettiva si verificheranno ovunque il virus trovi sacche di persone non vaccinate o poco vaccinate, avvertono gli esperti Oms e Unicef. I Paesi che attualmente non presentano casi o focolai di morbillo è l'invito dovrebbero essere proattivi nel pianificare e prepararsi a qualsiasi importazione, per evitare che il virus si diffonda all'interno e all'esterno del Paese. I Paesi che hanno focolai in corso devono continuare a impegnarsi per vaccinare tutti i vulnerabili, intensificare la ricerca di casi e il tracciamento dei contatti e utilizzare i dati epidemiologici per identificare eventuali gap nella copertura vaccinale, in modo che i programmi possano garantire la protezione delle comunità colpite e prevenire futuri focolai.

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui
nostri canali social seguendoci su:
Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra Newsletter!

Resta aggiornato con noi!
La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

I più letti della settimana
CODIFA
Farmaci, integratori, dispositivi medici, prodotti veterinari e tanto altro. Digita il marchio, il principio attivo o l'azienda del prodotto che stai cercando.
ANNUNCI
Offro lavoro | Lombardia
Sanipiù per un prestigioso ospedale privato sito a Milano che deve implementare l'organico medico, ricerca un/a:MEDICO FISIATRAPROFILORequisiti:Laurea in Medicina e...

EVENTI
Dall’economia al primato della persona
Sarà presentato il secondo Rapporto Fnomceo-Censis: “Il necessario cambio di paradigma nel Servizio sanitario: stop all’aziendalizzazione e ritorno del primato...

AZIENDE
New Era for Rare
Immagine in evidenza Le malattie rare presentano sfide uniche e complesse che possono portare a bisogni insoddisfatti nei pazienti e nelle loro famiglie,...

Libreria
Il manuale è stato scritto per colmare una...
La radiologia senologica incarna un ramo dell'imaging di...
Negli ultimi anni, i progressi scientifici e clinici...
Questo manuale offre una panoramica aggiornata sul ruolo...
Questo testo vuole aiutare a comprendere la legge...
Corsi
Social media in medicina. Al via nuovo corso di formazione Fad

Edra, sempre attenta a garantire una formazione completa e adeguata alle esigenze del sistema salute, ha progettato il nuovo corso...


Progettare la cura con la medicina narrativa. Strumenti per un uso quotidiano

Introdurre la Medicina Narrativa nella progettazione dei percorsi di cura. Integrare la narrazione nel sistema cura e nel sistema persona...


Il rapporto con il paziente: rapporti legali ed emozionali

3 Corsi per 25 crediti ECMCorso 1: La medicina narrativa nella pratica di cura Corso 2: Progettare la cura con...


ECM Medicina Narrativa – Pacchetto Corsi Fad Umanizzazione delle cure

Corso Fad diviso in due moduli, che conferirà 38 crediti ECM, che esplorerà diversi aspetti della medicina narrativa