Comorbilità


Filtra per
Cancella filtri
Indagare la prevalenza di prescrizione di farmaci associati ad aumento del rischio di una seconda frattura in una coorte di pazienti sopravvissuti a una prima frattura da fragilità e valutare se l'evento fratturativo modifica il comportamento prescrittivo dei medici in relazione ai farmaci potenzialmente a rischio: questi gli obiettivi di...
Gli obiettivi di cura del diabete mellito (DM) nel paziente anziano (>75 anni) sono da tempo oggetto di discussione. «Un...
Il National Institute for Health and Care Excellence (Nice) ha pubblicato in bozza le tanto attese linee guida per l'ottimizzazione...
I problemi riproduttivi nell'uomo sono associati a un'ampia gamma di condizioni e malattie croniche come diabete e disturbi cardiovascolari, abuso...
Su Jama Oncology sono stati appena pubblicati due studi e un editoriale sulla prognosi a lungo termine nei sopravvissuti a...
Il "no" alla vaccinazione antinfluenzale costa migliaia di vite: è questo il titolo di un appello rivolto ai cittadini, attraverso...
Dal 2003 al 2013 il tasso d'uso non terapeutico degli oppiacei da prescrizione medica è calato tra gli adulti statunitensi...
La prescrizione ai pazienti anziani con numerose comorbilità dei farmaci cardiovascolari, nel rispetto delle linee-guida, assicura un beneficio in termini...
Il convegno di medicina interna iniziato giovedì scorso al Policlinico di Modena, con il patrocinio dell'università degli studi di Modena...
Dal follow-up a lungo termine degli ammalati di cancro prostatico con rischio prognostico sfavorevole e comorbilità moderate o gravi, emerge...
I pazienti sottoposti a intervento chirurgico per frattura dell'anca sono spesso anziani con comorbilità, cosa che aumenta il rischio di...
Nell'iperuricemia asintomatica associata a malattie renali o cardiovascolari l'allopurinolo aumenta in modo significativo il rischio di reazioni da ipersensibilità, secondo...
La mortalità associata a una storia pregressa di diabete, ictus o attacco di cuore è simile per ognuna di queste...
Secondo un articolo su Jama internal medicine la terapia cognitivo-comportamentale, un trattamento non farmacologico ampiamente usato per curare l'insonnia, potrebbe...
In uno studio pubblicato su Jama la mortalità associata a una storia pregressa di diabete, ictus o attacco di cuore...
In Italia più di 1.300.000 individui (11,3%) ricevono una prescrizione contemporanea di 10 o più farmaci. È questo uno dei...
Nelle persone con Adhd, il disturbo da deficit di attenzione e iperattività, aumenta il rischio di morte prematura rispetto a...
Tra gli obesi statunitensi assistiti dal sistema sanitario dei Veterans affairs (Va), quelli sottoposti a chirurgia bariatrica hanno un tasso...
In soggetti adulti sani di mezza età la forma cardiorespiratoria (fitness) si associa in modo significativo a un ridotto rischio...
La cura delle malattie croniche rappresenta oggi la sfida principale per i sistemi sanitari di tutto il mondo; tuttavia le organizzazioni sanitarie sono essenzialmente configurate per il trattamento in acuto delle singole patologie e non per affrontare le condizioni cliniche multi-patologiche. Il trattamento dei pazienti con comorbilità (2 o più malattie croniche associate) richiede un approccio globale a tutto campo, con la attivazione di programmi di ricerca clinica dedicata e la progettazione e realizzazione di iniziative di formazione adeguata.
Negli USA, così come nel nostro Paese, la società civile soffre di una sorta di cecità che impedisce di riconoscere l’importanza di modificare l’organizzazione sanitaria a fronte del progressivo invecchiamento della popolazione. Tutti i medici, non solo gli specialisti geriatri, dovrebbero possedere le competenze di base per saper curare i pazienti più anziani. Questa l’affermazione perentoria di Rosanne Leipzig, William Hall e Linda Fried riportata in un articolo recentemente pubblicato sugli Annals of Internal Medicine.
Il trattamento delle coronaropatie (Cad), frequentemente associate alla broncopneumopatia cronico ostruttiva (Bpco), può modificare il decorso di quest''ultima più di...
La cardiopatia ischemica (CHD) - come è noto - è una malattia assai frequente nei soggetti anziani ed è associata ad un peggioramento della qualità di vita e ad elevata mortalità. Nei pazienti anziani con CHD molto spesso si riscontrano più malattie croniche associate (nel 79% degli uomini e nel 69% delle donne), con conseguente peggioramento della prognosi (sia in termini di mortalità che di ospedalizzazioni) e con più elevato consumo di risorse sanitarie. In queste situazioni cliniche il peggioramento dell’outcome può essere determinato dalla presenza di complesse interazioni fisiopatologiche tra le differenti patologie associate e dalla difficile gestione e coordinamento delle terapie farmacologiche necessarie. Ciò significa che il processo di ‘decision-making’ diagnostico-terapeutico risulta difficoltoso in termini di scelta delle priorità cliniche da trattare e di armonizzazione dell’approccio terapeutico.
Le comorbilità, incluse l''ipertensione cronica e il fumo, aumentano - per le donne in gravidanza e nell''immediato post-partum (entro 2...
L''alopecia areata è correlata a diverse comorbidità atopiche e autoimmuni. A seconda dell’età di esordio della malattia il medico è...

Resta aggiornato con noi!
La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

I più letti della settimana
CODIFA
Farmaci, integratori, dispositivi medici, prodotti veterinari e tanto altro. Digita il marchio, il principio attivo o l'azienda del prodotto che stai cercando.
ANNUNCI
Vendo | Veneto
Vendesi attività di studio dentistico in comune limitrofo a Castelfranco Veneto. Lo studio è di circa 130 metri quadri con...

EVENTI
Giornata nazionale della salute della donna, il 22 aprile a Roma incontro internazionale
Promuovere la consapevolezza sulle diverse dimensioni della salute della donna, dalla prevenzione alla salute riproduttiva, dall'accesso ai servizi sanitari all'...

AZIENDE
New Era for Rare
Immagine in evidenza Le malattie rare presentano sfide uniche e complesse che possono portare a bisogni insoddisfatti nei pazienti e nelle loro famiglie,...

Libreria
Il manuale è stato scritto per colmare una...
La radiologia senologica incarna un ramo dell'imaging di...
Negli ultimi anni, i progressi scientifici e clinici...
Questo manuale offre una panoramica aggiornata sul ruolo...
Questo testo vuole aiutare a comprendere la legge...
Corsi
Social media in medicina. Al via nuovo corso di formazione Fad

Edra, sempre attenta a garantire una formazione completa e adeguata alle esigenze del sistema salute, ha progettato il nuovo corso...


Progettare la cura con la medicina narrativa. Strumenti per un uso quotidiano

Introdurre la Medicina Narrativa nella progettazione dei percorsi di cura. Integrare la narrazione nel sistema cura e nel sistema persona...


Il rapporto con il paziente: rapporti legali ed emozionali

3 Corsi per 25 crediti ECMCorso 1: La medicina narrativa nella pratica di cura Corso 2: Progettare la cura con...


ECM Medicina Narrativa – Pacchetto Corsi Fad Umanizzazione delle cure

Corso Fad diviso in due moduli, che conferirà 38 crediti ECM, che esplorerà diversi aspetti della medicina narrativa