Attualità
Endocrinologia
12/06/2024

Chirurgia bariatrica e agonisti del recettore GLP-1 a confronto nei pazienti con diabete e obesità

Lo studio fornisce un confronto diretto tra due approcci utilizzati per la gestione dell'obesità e del diabete, evidenziando le implicazioni cliniche in termini di mortalità e di eventi cardiovascolari

chirurgia-bariatrica

Un recente studio pubblicato su JAMA Network Open ha confrontato l'efficacia della chirurgia metabolica bariatrica (BMS) con gli agonisti del recettore del peptide-1 simile al glucagone (GLP-1RA) in termini di mortalità e di eventi cardiovascolari maggiori non fatali tra adulti con obesità e diabete. Coordinato da Dror Dicker, della Clinica per l'obesità dell'Hasharon Hospital, Rabin Medical Center di Petah Tikva, in Israele, lo studio ha incluso dati di 6.070 membri della Clalit Health Services, la più grande organizzazione sanitaria in Israele.
Lo studio riveste particolare importanza poiché fornisce un confronto diretto tra due approcci terapeutici frequentemente utilizzati per la gestione dell'obesità e del diabete, evidenziando le implicazioni cliniche in termini di mortalità e di eventi cardiovascolari, cruciali per l'ottimizzazione delle strategie di trattamento.

L'analisi, di tipo retrospettivo e osservazionale, ha incluso pazienti con un'età media di 51 anni, con diabete e obesità che hanno ricevuto trattamento con BMS o GLP-1RA tra il 1 gennaio 2008 e il 31 dicembre 2021. I partecipanti, tutti senza una storia di malattie cardiovascolari note, sono stati abbinati 1:1 per età, sesso e caratteristiche cliniche. L'esito primario era la mortalità per tutte le cause, mentre quello secondario comprendeva eventi cardiovascolari maggiori non fatali. La durata mediana del follow-up è stata di 6,8 anni.

La chirurgia bariatrica è stata associata a una maggiore riduzione dell’indice di massa corporea (BMI), con una variazione media assoluta del BMI di -13,1 rispetto a -5,3 tra i pazienti trattati con GLP-1RA. La riduzione del livello di HbA1c è stata maggiore nei pazienti trattati con GLP-1RA (-2,5%) rispetto a quelli sottoposti a BMS (-1,8%).
Tra i pazienti con una durata del diabete pari o inferiore a 10 anni, quelli sottoposti a BMS hanno mostrato una riduzione della mortalità del 62% rispetto a quelli trattati con GLP-1RA. Tuttavia, questa associazione è diventata non significativa quando si considerava anche la perdita di peso durante il follow-up. Nei pazienti con una durata del diabete superiore a 10 anni, non è stato osservato alcun vantaggio di sopravvivenza significativo per BMS rispetto a GLP-1RA. Inoltre, il rischio di eventi cardiovascolari non differiva tra i due gruppi di trattamento.
Lo studio si basa su un disegno osservazionale retrospettivo, con potenziali limitazioni legate alla possibilità di confondimento residuo e alla selezione dei pazienti. È stato adottato un approccio di intention-to-treat, classificando i pazienti come trattati con GLP-1RA se hanno acquistato il farmaco per almeno sei mesi in un periodo di dodici mesi consecutivi durante il periodo di studio.

“Questo studio suggerisce che la BMS è associata a una maggiore riduzione della mortalità rispetto ai GLP-1RA tra gli individui con una durata del diabete di 10 anni o meno, mediata da una maggiore perdita di peso” concludono Dicker e colleghi. Tuttavia, questo vantaggio non è stato osservato nei pazienti con una durata del diabete superiore a 10 anni, né è stato riscontrato un beneficio nella riduzione degli eventi cardiovascolari maggiori non fatali per entrambi i gruppi di trattamento.

JAMA Network Open 2024. Doi: 10.1001/jamanetworkopen.2024.15392
http://doi.org/10.1001/jamanetworkopen.2024.15392

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui
nostri canali social seguendoci su:
Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra Newsletter!
POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE
Dai calcoli renali alla necessità di purificarla, sono molte le fake news che causano pregiudizi sull’acqua del rubinetto. L’Iss ha redatto un documento con 7 falsi miti
L'infezione provoca febbre molto alta, dolori articolari e muscolari e rash cutaneo. Si trasmette all'uomo attraverso le punture di moscerini o di zanzare. Il principale artropode vettore Culicoides paraensis
Il maggior numero di casi è avvenuta nel Lazio il dato più alto, il più basso nelle Marche. È quanto indica il monitoraggio settimanale della Cabina di regia Istituto superiore di sanità-ministero della Salute
I problemi di equilibrio sono l'ultima evidenza dei problemi portati dal Long-Covid. Su quest'ultimo sintomo novità importanti sono annunciate da uno studio internazionale

Resta aggiornato con noi!
La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

I più letti della settimana
CODIFA
Farmaci, integratori, dispositivi medici, prodotti veterinari e tanto altro. Digita il marchio, il principio attivo o l'azienda del prodotto che stai cercando.
ANNUNCI
Offro lavoro | Lombardia
Sanipiù per un prestigioso ospedale privato sito a Milano che deve implementare l'organico medico, ricerca un/a:MEDICO FISIATRAPROFILORequisiti:Laurea in Medicina e...

EVENTI
Dall’economia al primato della persona
Sarà presentato il secondo Rapporto Fnomceo-Censis: “Il necessario cambio di paradigma nel Servizio sanitario: stop all’aziendalizzazione e ritorno del primato...

AZIENDE
New Era for Rare
Immagine in evidenza Le malattie rare presentano sfide uniche e complesse che possono portare a bisogni insoddisfatti nei pazienti e nelle loro famiglie,...

Libreria
Il manuale è stato scritto per colmare una...
La radiologia senologica incarna un ramo dell'imaging di...
Negli ultimi anni, i progressi scientifici e clinici...
Questo manuale offre una panoramica aggiornata sul ruolo...
Questo testo vuole aiutare a comprendere la legge...
Corsi
Social media in medicina. Al via nuovo corso di formazione Fad

Edra, sempre attenta a garantire una formazione completa e adeguata alle esigenze del sistema salute, ha progettato il nuovo corso...


Progettare la cura con la medicina narrativa. Strumenti per un uso quotidiano

Introdurre la Medicina Narrativa nella progettazione dei percorsi di cura. Integrare la narrazione nel sistema cura e nel sistema persona...


Il rapporto con il paziente: rapporti legali ed emozionali

3 Corsi per 25 crediti ECMCorso 1: La medicina narrativa nella pratica di cura Corso 2: Progettare la cura con...


ECM Medicina Narrativa – Pacchetto Corsi Fad Umanizzazione delle cure

Corso Fad diviso in due moduli, che conferirà 38 crediti ECM, che esplorerà diversi aspetti della medicina narrativa