Attualità
Intelligenza artificiale
23/02/2024

Intelligenza artificiale, utile in medicina per 68% di italiani

Nelle strutture italiane l'utilizzo dell'intelligenza artificiale è già realtà, ora "bisogna formare medici e personale sanitario ha detto il presidente Fiaso

IA salute

Il 68% degli italiani ritiene che la trasformazione digitale e l'Ia possano essere di aiuto all'assistenza sanitaria del nostro Paese; tuttavia, il 32% esprime preoccupazione, soprattutto per l’assenza di contatto umano e la difficoltà delle persone ad avere accesso agli strumenti digitali. Sono alcuni dei dati emersi dalla ricerca Ipsos 'Priorità e aspettative degli italiani per un nuovo Ssn', presentata in occasione della sesta edizione di 'Inventing for Life Health Summit', evento organizzato a Roma da Msd Italia. "La trasformazione digitale e l'intelligenza artificiale sono viste con grande attenzione da parte dei cittadini, ma ci sono elementi di preoccupazione - ha affermato Nando Pagnoncelli, presidente Ipsos - Preoccupa l'idea che venga meno il contatto umano. Quindi sì alla telemedicina, ma non bisogna impoverire la relazione". In questo, ha aggiunto, "il medico di medicina generale ha un ruolo fondamentale anche nel contrastare le fake news. Il cittadino è vulnerabile verso le informazioni non veritiere. La prossimità del medico e la sua autorevolezza possono essere un antidoto alla diffusione di false notizie".

Secondo l'indagine, per il 68% degli italiani la transizione digitale può ridurre il carico di lavoro del personale sanitari, identificare precocemente fattori di rischio, aiutare nella diagnosi, personalizzare i trattamenti. Mentre per il 32% del campione degli intervistati esprime preoccupazione, soprattutto per l'assenza di contatto umano e la difficoltà di accesso agli strumenti digitali. "Gli ospedali sono stati e sono il motore dell'innovazione, dell'eccellenza del servizio sanitario nazionale". Nelle strutture italiane "l'utilizzo dell’intelligenza artificiale è già realtà", ora "bisogna formare medici e personale sanitario". Lo ha detto Giovanni Migliore, presidente della Federazione italiana aziende sanitarie e ospedaliere (Fiaso), a margine della presentazione di 'Open meeting. Grandi ospedali''. "Adesso gli ospedali sono di fronte a una nuova sfida - dice Migliore - che è quella dettata dalla nuova riforma della sanità territoriale, che non può fare a meno della capacità, della competenza e soprattutto della consuetudine delle strutture ospedaliere a realizzare soluzioni flessibili nell'interesse del paziente. Attraverso gli strumenti messi a disposizione dalle nuove tecnologie di comunicazione applicate in sanità, gli ospedali potranno assicurare quella continuità assistenziale che in passato è stato più difficile realizzare, proprio per la difficoltà di mettere in relazione la medicina e gli specialisti del territorio con chi all'interno dei grandi ospedali offriva le cure di alta specializzazione". "Con l'intelligenza artificiale - continua Migliore - abbiamo già consuetudine perché nei nostri ospedali di fatto è presente all'interno di tutte le tecnologie, per esempio, della terapia intensiva o della diagnostica per immagini. Oggi abbiamo l’opportunità di avere un ulteriore sviluppo di questa modalità operativa, che sfrutta le grandi capacità di calcolo. Può supportare i professionisti nei compiti di routine: attività di monitoraggio o la disamina di base di informazioni sanitarie che possono essere assolte più velocemente attraverso questi software".

“L'intelligenza artificiale non è una scelta, ma una realtà" e per questo "dobbiamo governarla": lo ha detto il ministro dell'Università e la Ricerca Anna Maria Bernini, nel convegno su 'Intelligenza naturale e intelligenza artificiale come elementi di competitività del Paese', organizzato presso la Camera da Valentina Aprea (Fi). "Non abbiamo paura dell'Intelligenza artificiale perché a monte e a valle dell'IA c'è sempre l'intelligenza umana", ha detto ancora il ministro, confermando l'intenzione di organizzare nella sede del supercomputer Leonardo il G7 sulla Scienza e la Tecnologia durante il semestre di presidenza italiana. "L'intelligenza artificiale - ha proseguito - è importante in tutti i nuovi contesti della ricerca, dalla genomica all'agritech" ed è "un moltiplicatore di intelligenza umana.
Sulla stessa linea Alessandro Colucci, segretario di presidenza della Camera, che aprendo i lavori ha osservato che "è necessario utilizzare la capacità critica dell'intelligenza naturale nell'uso dell'intelligenza artificiale, che offre vantaggi e sfide etiche", ha detto riferendosi in particolare ai temi della privacy, della trasparenza, dell'equità e della responsabilità. Per questo motivo, ha aggiunto, si auspica una "trasversalità del Palamento per normare con strumenti continuativi nel tempo".

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui
nostri canali social seguendoci su:
Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra Newsletter!
POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE
L’Oms ha confermato in una nota la morte di una persona in Messico. Si tratta del primo caso noto di infezione umana da influenza aviaria H5N2, una variante diversa da quella rilevata negli Stati Uniti
Al momento però JN.1 non è più la mutazione predominante negli Stati Uniti, mentre sono in continuo aumento sono le sotto-varianti KP.2 e KP.3. Per la terza volta, dunque, dal 2022 la vaccinazione anti Covid verrà aggiornata
Sono state circa 3 milioni le donazioni in Italia di sangue nel 2023: nonostante l'aumento del 4% nella raccolta di plasma, l'obiettivo dell'autosufficienza in materia di plasmaderivati resta ancora lontano
È nata “Epatite C. Mettiamoci un punto”, campagna multicanale di sensibilizzazione per favorire una maggior conoscenza dell'infezione da Hcv e dell'importanza del test di screening

Resta aggiornato con noi!
La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

I più letti della settimana
CODIFA
Farmaci, integratori, dispositivi medici, prodotti veterinari e tanto altro. Digita il marchio, il principio attivo o l'azienda del prodotto che stai cercando.
ANNUNCI
Vendo | Veneto
Vendesi attività di studio dentistico in comune limitrofo a Castelfranco Veneto. Lo studio è di circa 130 metri quadri con...

EVENTI
Giornata nazionale della salute della donna, il 22 aprile a Roma incontro internazionale
Promuovere la consapevolezza sulle diverse dimensioni della salute della donna, dalla prevenzione alla salute riproduttiva, dall'accesso ai servizi sanitari all'...

AZIENDE
New Era for Rare
Immagine in evidenza Le malattie rare presentano sfide uniche e complesse che possono portare a bisogni insoddisfatti nei pazienti e nelle loro famiglie,...

Libreria
Il manuale è stato scritto per colmare una...
La radiologia senologica incarna un ramo dell'imaging di...
Negli ultimi anni, i progressi scientifici e clinici...
Questo manuale offre una panoramica aggiornata sul ruolo...
Questo testo vuole aiutare a comprendere la legge...
Corsi
Social media in medicina. Al via nuovo corso di formazione Fad

Edra, sempre attenta a garantire una formazione completa e adeguata alle esigenze del sistema salute, ha progettato il nuovo corso...


Progettare la cura con la medicina narrativa. Strumenti per un uso quotidiano

Introdurre la Medicina Narrativa nella progettazione dei percorsi di cura. Integrare la narrazione nel sistema cura e nel sistema persona...


Il rapporto con il paziente: rapporti legali ed emozionali

3 Corsi per 25 crediti ECMCorso 1: La medicina narrativa nella pratica di cura Corso 2: Progettare la cura con...


ECM Medicina Narrativa – Pacchetto Corsi Fad Umanizzazione delle cure

Corso Fad diviso in due moduli, che conferirà 38 crediti ECM, che esplorerà diversi aspetti della medicina narrativa