Farmaci
31/05/2023

Farmaci HIV, con rimborsabilità PrEP vantaggi sanitari ed economici. Gli studi al congresso Icar

L'AIFA ha confermato la delibera del 26 aprile in cui ammette la rimborsabilità della Profilassi Pre-Esposizione (PrEP) per ridurre il rischio di infezione da HIV. Una decisione che allinea l'Italia ad altri Paesi europei e che permetterà nei prossimi anni di ottenere significativi progressi nell'arginare la diffusione del virus, ma anche risparmi per il SSN.

La PrEP permette di evitare l'infezione nelle popolazioni che in base ai dati epidemiologici sono maggiormente esposte al virus: Maschi che fanno Sesso con Maschi (MSM), donne ad alto rischio, transgender, sex worker. Si può assumere in modalità continuativa, con una pillola al giorno, oppure on demand, al bisogno, in associazione a un possibile episodio a rischio di acquisizione di HIV per via sessuale. Fino ad ora, il suo costo ammontava a circa 60 euro per ogni confezione da 30 cpr.

"La decisione di AIFA di rendere rimborsabile anche in Italia la strategia di PrEP basata sull'assunzione della terapia orale a base di tenofovir/emtricitabina era attesa da tempo e la accogliamo con grande soddisfazione - sottolinea la Prof.ssa Annalisa Saracino - Fino ad oggi, infatti, ad assumerla era solo una ridotta proporzione rispetto alle persone che potrebbero avvantaggiarsene, con disparità basate anche su differenze demografiche e socio-economiche. In particolare, l'OMS sottolinea quanto l'accesso alla PrEP sia ancora marginale nelle persone che fanno uso di sostanze per via endovenosa, nei sex worker, nelle donne in gravidanza e nei giovani sotto i 18 anni".

"Diversi lavori condotti dal 2015 ad oggi hanno dimostrato come il costo della PrEP abbia da sempre rappresentato un'importante barriera per l'avvio, l'aderenza e mantenimento in cura- continua la Prof.ssa Saracino - In uno studio condotto a Los Angeles nel 2017 su oltre 700 MSM e pubblicato sulla rivista JAIDS, il costo della PrEP risultava essere tra gli intervistati la seconda causa, dopo la paura degli effetti collaterali, di mancata aderenza, determinandone l'interruzione nel 40% dei casi".

I Recenti studi in proposito saranno al centro della 15a edizione del Congresso ICAR - Italian Conference on AIDS and Antiviral Research https://www.icar2023.it/, punto di riferimento per la comunità scientifica in tema di HIV-AIDS, Epatiti, Infezioni Sessualmente Trasmissibili e virali. ICAR è organizzato sotto l'egida della SIMIT, Società Italiana di Malattie Infettive e Tropicali, di tutte le maggiori società scientifiche di area infettivologica e virologica e del mondo della Community. Il Congresso si terrà a Bari, presso l'Università degli Studi Aldo Moro, dal 14 al 16 giugno.

"La decisione di AIFA rappresenta un grosso traguardo, a cui le associazioni della community hanno lavorato per tanti anni - evidencia Michele Formisano - Questo passo avanti, oltre a un beneficio economico, implica anche un progresso socio-culturale: si supera il pregiudizio per cui la PrEP sia destinata solo ad ambiti promiscui e lo Stato riconosce che è uno strumento di prevenzione importante per tutti, certificandone pertanto l'utilità nel limitare la diffusione dell'HIV. Nei Paesi europei dove la PrEP è gratuita vi è stato un calo notevole delle nuove infezioni da HIV".

La decisione di AIFA rappresenta un punto di partenza, in quanto molto resta ancora da fare in tema di prevenzione. Anzitutto serve maggiore informazione che ne favorisca l'uso e l'aderenza. "Una recente meta-analisi pubblicata a fine 2022 sulla disponibilità all'avvio della terapia, che ha incluso 156 studi da vari Paesi per un totale di oltre 230mila pazienti in PrEP, descrive come la scarsa conoscenza di questa strategia tra la popolazione a rischio sia il principale ostacolo alla diffusione della PrEP e che solo un'azione proattiva di informazione e di aumento della percezione del rischio, con interventi personalizzati e con il coinvolgimento della Community associato all'offerta della terapia, portino ad un aumento dei tassi di utilizzo su scala globale" evidenzia la Prof.ssa Saracino.

"Nella fase attuale auspichiamo che ogni regione faccia propria in breve tempo la decisione dell'AIFA - sottolinea Formisano - Altra questione da dirimere è quella degli esami di controllo, perché la PrEP richiede controlli regolari, con costi che ammontano a 500-600 euro l'anno. Anche questo è un ostacolo economico che può minacciare la continuità nella terapia".
TAG: AIFA
Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui
nostri canali social seguendoci su:
Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra Newsletter!
POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE
Sono oltre 300 milioni gli interventi chirurgici eseguiti ogni anno nel mondo, di cui 1 milione con l'ausilio di un bypass cardiopolmonare, una nuova tecnica promette di ridurre lo stress dovuto a questo intervento
Per questa XVI edizione di Icar, che torna nella Capitale dopo sei anni, sono attesi oltre mille tra specialisti e clinici, giovani ricercatori, infermieri, operatori nel sociale, volontari delle associazioni pazienti
L'antibiotico-resistenza attualmente causa la morte di 1,27 milioni di persone all'anno a livello globale. Identificare nuovi antimicrobici è cruciale per affrontare le infezioni che non rispondono più ai trattamenti convenzionali
La sordità ereditaria DFNB9 è causata da mutazioni nel gene OTOF, responsabile della produzione della proteina otoferlina: fino ad ora, non esisteva una cura efficace per questa condizione

Resta aggiornato con noi!
La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

I più letti della settimana
CODIFA
Farmaci, integratori, dispositivi medici, prodotti veterinari e tanto altro. Digita il marchio, il principio attivo o l'azienda del prodotto che stai cercando.
ANNUNCI
Vendo | Tutta Italia
Si vende come privato ecografo esaote mylab 25 completo di carrello, stampante Sony ecografica b/n con sonda lineare, cardiologica e...

EVENTI
Giornata nazionale della salute della donna, il 22 aprile a Roma incontro internazionale
Promuovere la consapevolezza sulle diverse dimensioni della salute della donna, dalla prevenzione alla salute riproduttiva, dall'accesso ai servizi sanitari all'...

AZIENDE
New Era for Rare
Immagine in evidenza Le malattie rare presentano sfide uniche e complesse che possono portare a bisogni insoddisfatti nei pazienti e nelle loro famiglie,...

Libreria
Il manuale è stato scritto per colmare una...
La radiologia senologica incarna un ramo dell'imaging di...
Negli ultimi anni, i progressi scientifici e clinici...
Questo manuale offre una panoramica aggiornata sul ruolo...
Questo testo vuole aiutare a comprendere la legge...
Corsi
Social media in medicina. Al via nuovo corso di formazione Fad

Edra, sempre attenta a garantire una formazione completa e adeguata alle esigenze del sistema salute, ha progettato il nuovo corso...


Progettare la cura con la medicina narrativa. Strumenti per un uso quotidiano

Introdurre la Medicina Narrativa nella progettazione dei percorsi di cura. Integrare la narrazione nel sistema cura e nel sistema persona...


Il rapporto con il paziente: rapporti legali ed emozionali

3 Corsi per 25 crediti ECMCorso 1: La medicina narrativa nella pratica di cura Corso 2: Progettare la cura con...


ECM Medicina Narrativa – Pacchetto Corsi Fad Umanizzazione delle cure

Corso Fad diviso in due moduli, che conferirà 38 crediti ECM, che esplorerà diversi aspetti della medicina narrativa