Professione medica
04/02/2022

Giornata mondiale contro il cancro, con la pandemia aumentati i casi gravi non diagnosticati. L'allarme degli oncologi

Un'ondata di casi di tumore in fase avanzata e dunque più difficili da curare. È allerta perl'aumento di casi gravi di cancro a causa dei ritardi nelle diagnosi e nelle cure accumulati in 24 mesi di pandemia. L'allarme arriva dagli oncologi alla vigilia della Giornata mondiale contro il cancro che si celebra il 4 febbraio. E per fare fronte a questa situazione, avvertono, serve subito un Recovery plan, ovvero un Piano di recupero dell'oncologia, per colmare i ritardi nell'assistenza, perché "senza un'adeguata programmazione, con assegnazione di risorse e personale, le oncologie non saranno in grado di affrontare l'ondata di casi in fase avanzata stimati nei prossimi mesi e anni".
A fotografare lo stato attuale dell'oncologia è l'Associazione italiana di oncologia medica (Aiom) ed il dato che emerge è preoccupante:«Le neoplasie, non rilevate nel 2020 - spiega il presidente Saverio Cinieri - ora stanno venendo alla luce, ma in stadi più avanzati e con prognosi peggiori rispetto al periodo precedente la pandemia. Inoltre, queste patologie presentano anche un carico tumorale maggiore, cioè metastasi diffuse, con quadri clinici che non vedevamo da tempo». Si tratta, appunto, 'dell'effetto pandemia', ovvero delle pesantissime conseguenze indirette che il Covid ha determinato. Nel 2020, infatti, le nuove diagnosi di neoplasia si sono ridotte dell'11% rispetto al 2019, i nuovi trattamenti farmacologici del 13%, gli interventi chirurgici del 18%. Non solo. Gli screening per il tumore della mammella, della cervice uterina e del colon retto hanno registrato una riduzione di due milioni e mezzo di esami. Sono state stimate anche le diagnosi mancate: oltre 3300 per il tumore del seno, circa 1300 per il colon-retto, mentre l'assistenza domiciliare oncologica è disponibile solo per il 68% dei centri. Ma anche in queste settimane, spiega Cinieri, «la nuova ondata della pandemia causata dalla variante Omicron sta mettendo in crisi la gestione dei reparti di oncologia e l'attività chirurgica programmata è stata sospesa o rallentata, poiché le terapie intensive sono occupate da pazienti con Covid». Ma la crisi nell'assistenza sanitaria causata dalla pandemia, avverte l'Aiom, non può più essere affrontata con «iniziative estemporanee come è avvenuto finora, basate sull'apertura e chiusura dei reparti in relazione all'incremento del numero dei contagiati dal Covid». Da qui la richiesta alle Istituzioni di definire una programmazione a medio e lungo termine sulla implementazione dell'attività oncologica ospedaliera.
Ogni anno in Italia vengono diagnosticati circa 377mila nuovi casi di tumore. L'alto livello dell'assistenza oncologica nel nostro Paese è però evidenziato dalle percentuali di sopravvivenza a 5 anni, che raggiungono il 65% nelle donne e il 59% negli uomini. Inoltre, in sei anni (2015-2021), si è osservato un calo della mortalità per cancro del 10% negli uomini e dell'8% nelle donne. «Ottimi risultati che però rischiano di essere vanificati senza una programmazione adeguata, perché la quarta ondata pandemica sta peggiorando una situazione già critica. Plaudiamo alle iniziative del Governo che ha stanziato 1 mld di euro per recuperare gli interventi e le visite rinviate. Ma non basta. Se non viene definito un Piano di recupero, con un potenziamento vero del personale e delle strutture - conclude Cinieri - rischiamo di non riuscire a gestire la prossima epidemia di casi oncologici gravi».
Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui
nostri canali social seguendoci su:
Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra Newsletter!
POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE
Con altre associazioni, Anaao Assomed è stata chiamata a dire la sua in Senato su quattro disegni di legge (915-916-942 e 980) che prefigurano l’immatricolazione in un corso di laurea
Il tema è stato sollevato nei giorni scorsi dalla Fimmg alla luce della firma del nuovo Accordo collettivo nazionale di categoria
Il corso affronta gli aspetti generali delle condizioni di burnout, mobbing, straining, stalking, sempre più diffuse, in tutti in tutti i settori ma in particolare in quello delle professioni sanitarie
A chiederlo al Governo è Pina Onotri, segretario generale del Sindacato medici italiani. Gli specializzandi percepiscono compensi molto più bassi di quelli dei colleghi in Europa

Resta aggiornato con noi!
La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

I più letti della settimana
CODIFA
Farmaci, integratori, dispositivi medici, prodotti veterinari e tanto altro. Digita il marchio, il principio attivo o l'azienda del prodotto che stai cercando.
ANNUNCI
Cerco lavoro | Sicilia
Medico Specialista in Medicina Legale e delle Assicurazioni,in pensione dal S.S.N.,disponibile come fiduciario di piccole Compagnie di Assicurazione,in regime libero-professionale.Zona...

EVENTI
Test NGS e tumore al polmone: indicazioni pratiche per un nuovo modello di refertazione
Il 17 gennaio a Roma presso lo Starhotels Metropole si terrà il convegno dal titolo "Test NGS e tumore al...

AZIENDE
Eurosets presenta Landing Advance
Immagine in evidenza Eurosets presenta Landing Advance, un sistema completo e intuitivo che apre nuove frontiere nel campo del monitoraggio multiparametrico in cardiochirurgia...

Libreria
Il manuale è stato scritto per colmare una...
La radiologia senologica incarna un ramo dell'imaging di...
Negli ultimi anni, i progressi scientifici e clinici...
Questo manuale offre una panoramica aggiornata sul ruolo...
Questo testo vuole aiutare a comprendere la legge...
Corsi
Progettare la cura con la medicina narrativa. Strumenti per un uso quotidiano

Introdurre la Medicina Narrativa nella progettazione dei percorsi di cura. Integrare la narrazione nel sistema cura e nel sistema persona...


Il rapporto con il paziente: rapporti legali ed emozionali

3 Corsi per 25 crediti ECMCorso 1: La medicina narrativa nella pratica di cura Corso 2: Progettare la cura con...


ECM Medicina Narrativa – Pacchetto Corsi Fad Umanizzazione delle cure

Corso Fad diviso in due moduli, che conferirà 38 crediti ECM, che esplorerà diversi aspetti della medicina narrativa


Pacchetto di corsi per 25 ECM

3 corsi Fad per 25 crediti ECM destinati ai medici: Corso 1: La medicina narrativa nella pratica di cura Corso...