Warfarina

Con idarucizumab inizia l’era degli antidoti ai nuovi anticoagulanti orali

mar92016

Con idarucizumab inizia l’era degli antidoti ai nuovi anticoagulanti orali

L'impiego dei nuovi anticoagulanti orali (Nao) sta assumendo un ruolo sempre più strategico nella prevenzione di eventi tromboembolici in pazienti a rischio. Per questo è importante disporre - per le rare situazioni d'emergenza - di strumenti...
transparent

feb122016

Rivaroxaban: il Bmj mette in dubbio i dati di ROCKET AF

I risultati dello studio registrativo ROCKET AF, che ha portato all'approvazione dell'anticoagulante orale ad azione diretta rivaroxaban commercializzato con il nome di Xarelto, restano validi anche se nel trial è stato usato un apparecchio difettoso...
transparent

feb42016

Dabigatran e warfarin nella fibrillazione atriale: ecco i risultati degli studi svolti nel mondo reale

Nella pratica clinica del mondo reale, dabigatran è paragonabile a warfarin nella prevenzione dell'ictus ischemico tra i pazienti con fibrillazione atriale non valvolare, con un rischio minore di emorragia intracranica e, in particolare tra gli...
transparent

dic182015

Trattamento a lungo termine con warfarin si associa a riduzione densità ossea

Secondo i risultati di uno studio su Osteoporosis International, nei bambini con patologie complesse e in quelli con basso indice di massa corporea (Bmi) aumenta il rischio di sviluppare una bassa densità minerale ossea (Bmd) durante terapia con...
transparent

dic182015

Edoxaban più sicuro del warfarin nei pazienti più anziani o ad alto rischio

Nei pazienti ad alto rischio di sanguinamenti, inclusi gli anziani e le persone con comorbidità, la terapia anticoagulante con edoxaban è più sicura rispetto al warfarin con il vantaggio della monosomministrazione giornaliera. È questa...
transparent

dic182015

I nuovi anticoagulanti orali richiedono ulteriori sforzi nella formazione dei prescrittori

Nonostante i nuovi anticoagulanti orali (Nao), indicati nella prevenzione dell'ictus in pazienti affetti da fibrillazione atriale (Fa), siano tra i farmaci più importanti dell'ultimo decennio, sono ancora sottoutilizzati a causa di barriere culturali...
transparent

lug132015

Nell’embolia polmonare spontanea la terapia anticoagulante orale va prolungata

Tra i pazienti con un primo episodio di embolia polmonare spontanea in terapia anticoagulante orale (Tao) da sei mesi, ulteriori 18 mesi di trattamento con warfarin riducono il rischio di ulteriori episodi, con un effetto che sfuma dopo l'interruzione...
transparent
Terapia anticoagulante a ponte: rischiosa e poco utile

mag272015

Terapia anticoagulante a ponte: rischiosa e poco utile

Durante le procedure invasive nei pazienti in trattamento anticoagulante per tromboembolismo venoso la terapia anticoagulante a ponte con farmaci parenterali non solo si associa a un aumentato rischio di sanguinamento, ma nella maggior parte dei casi...
transparent
Choosing wisely, le 5 più rilevanti procedure trasfusionali da evitare

dic122014

Choosing wisely, le 5 più rilevanti procedure trasfusionali da evitare

La medicina trasfusionale è una disciplina fondamentale, dove l’appropriatezza delle procedure assume un valore particolarmente evidente. Anche per questo negli Usa l’American association of blood banks (Aabb) ha ritenuto doveroso aderire all’iniziativa...
transparent

nov252014

Prevenzione dell’ictus nella Fa: l’alternativa a warfarin c’è

La chiusura meccanica dell’appendice atriale sinistra nei pazienti con fibrillazione atriale (Fa) non valvolare rappresenta un trattamento efficace per la profilassi dell’ictus ed esce vincente dal confronto con la più classica terapia anticoagulante...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>


chiudi