Vitamina D

mag52008

Diabete: calcio e vitamina D non riducono il rischio

Endocrinologia-diabete L’integrazione di calcio e vitamina D3 non riduce il rischio di diabete. Studi sperimentali ed epidemiologici avevano suggerito che calcio e vitamina D potessero ridurre questo rischio, ma è stato recentemente rilevato...
transparent

gen302008

Calcio e vitamina D utili anche nei paesi soleggiati

Endocrinologia-metabolismo osseo Anche nei climi soleggiati,  l’aggiunta di vitamina D al calcio comporta benefici a lungo termine sulla BMD dell’anca e sul turnover osseo nelle donne anziane residenti in comunità. L’aggiunta...
transparent

ott142007

Poca vitamina D preoccupa i polmoni

Malattie infettive-apparato respiratorio Vi è un’associazione fra scarse concentrazioni sieriche di vitamina D ed il rischio di infezioni acute del tratto respiratorio. Recentemente è stato dimostrato che la vitamina D ha un ruolo nel...
transparent

lug262007

Con poca vitamina D la pressione cresce

Cardiologia-ipertensione I livelli sierici di 25(OH)D sono inversamente correlati alla pressione. La correlazione inversa risulta maggiormente potente nei soggetti dai 50 anni in su rispetto a quelli più giovani. L’approssimazione secondo BMI...
transparent

lug252007

Il sole nemico della sclerosi multipla

Neurologia-malattie degenerative Un recente studio su gemelli monozigoti suggerisce che l’esposizione al sole durante l’infanzia potrebbe ridurre il rischio di sclerosi multipla almeno del 60 percento. L’esposizione al sole dunque sembra...
transparent

lug122007

Calcolosi urinaria: polimorfismo gene recettore vitamina D aumenta il rischio

Nefrologia e urologia-calcolosi Un polimorfismo del gene per il recettore della vitamina D (Fok-1) è associato ad alcuni aspetti dell’urolitiasi calcica. Esso può infatti svolgere un ruolo importante nella presentazione clinica dei pazienti...
transparent

lug62007

Tumore mammario premenopausale: calcio e vitamina D diminuiscono il rischio

Oncologia-mammella Le donne che presentano elevati livelli di assunzione di calcio e vitamina D sono a basso rischio di sviluppo di tumore mammario premenopausale. Dati su animali avevano già suggerito il potenziale effetto anticangerogeno di calcio...
transparent

giu32007

Fibrosi cistica: colecalciferolo aumenta concentrazione vitamina D

Pneumologia-fibrosi cistica Concentrazioni di vitamina D inferiori a 50 nmol/l sono comuni nei pazienti con fibrosi cistica, e l’integrazione con colecalciferolo incrementa le concentrazioni sieriche di 25OHD in modo significativo in questi pazienti....
transparent

mag172007

Calcio e vitamina D prevengono aumento di peso

Endocrinologia-obesità L’integrazione di calcio e vitamina D ha un lieve effetto preventivo sull’aumento di peso nelle donne in età postmenopausale, e soprattutto in quelle con un’assunzione di calcio inadeguata. L’obesità...
transparent

mag142007

Distrofia di Duchenne: corticosteroidi prolungano deambulazione indipendente

Ortopedia-patologie muscolotendinee La terapia con corticosteroidi prolunga la deambulazione indipendente di più di tre anni nei pazienti con distrofia di Duchenne, e diminuisce anche il rischio di scoliosi, benchè questo beneficio giunge...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>


chiudi