Valutazione del rischio

Rischio clinico: Cimo al ministro, più controllo sugli ispettori ministeriali

dic42013

Rischio clinico: Cimo al ministro, più controllo sugli ispettori ministeriali

«Un’anomalia italiana». Così Cimo Asmd in una lettera aperta indirizzata al ministro Lorenzin definisce il comportamento degli ispettori ministeriali, che comunicano i risultati delle indagini condotte presso Asl alla Magistratura e ai media, anticipando...
transparent
 Linee guida Aha/Acc: è bufera sul calcolatore del rischio-colesterolo

nov272013

Linee guida Aha/Acc: è bufera sul calcolatore del rischio-colesterolo

Subito dopo la pubblicazione delle nuove linee-guida dell'American heart association e dell'American college of cardiology, numerose voci si sono levate dalla comunità scientifica per contestare la validità del calcolatore del rischio cardiocerebrovascolare...
transparent

nov182013

Linee guida Aha 2013: ecco le nuove carte del rischio cardiovascolare

A poco meno di un decennio dall’ultimo aggiornamento, l'American college of cardiology, l'American heart association e il National heart, blood and lung institute hanno rilasciato una nuova linea guida per aiutare i medici a individuare i soggetti con...
transparent

ott212013

Vicino all'aeroporto cuore e vasi rischiano di più

Tra i fattori di rischio cardiovascolare occorre considerare anche l'esposizione prolungata al rumore prodotto dagli aeroplani in decollo e in atterraggio: a confermare i rischi connessi alla contiguità tra luogo di residenza e snodi aeroportuali sono...
transparent

gen152013

Assunzione di multivitaminici riduce il rischio di cancro nel maschio

Alcuni ricercatori del Dipartimento di Medicina, Epidemiologia e Biostatistica della prestigiosa Harvard School of Public Health di Boston hanno voluto verificare se una integrazione multivitaminica giornaliera - pratica utilizzata da più di 1/3 della...
transparent

gen152013

Un algoritmo per la diagnosi di coronaropatia negli ipertesi

L’ipertensione arteriosa (IA) è uno dei maggiori fattori di rischio coronarico, e per ogni 20 mmHg di aumento della pressione sistolica e ogni 10 mmHg di aumento della pressione diastolica raddoppia il rischio di eventi cardiovascolari. È quindi evidente...
transparent

dic42012

Trattamento sostitutivo in menopausa e TEV

È noto che il trattamento sostitutivo in menopausa è correlato con una aumentata incidenza di tromboembolismo venoso (TEV). Meno nota è la possibile differenza che le diverse formulazioni della terapia possono avere sul rischio di TEV. A tale riguardo...
transparent

ott232012

La valutazione del rischio cardiovascolare e i nuovi marcatori

Per cercare di rendere ancora più appropriata la valutazione del rischio cardiovascolare (CV), per la previsione di una malattia coronarica (CHD) incidente, alcuni internisti, epidemiologi e cardiologi di varie istituzioni americane hanno approntato un...
transparent

ott92012

Calcio e aumentato rischio cardiovascolare?

La European Society of Endocrinology (ESE) ha recentemente diffuso un “alert” riguardante alcune evidenze che sembrerebbero associare una dieta ricca in calcio e/o la supplementazione terapeutica di calcio con un aumentato rischio cardiovascolare. ESE...
transparent

set172012

Non tutti i soggetti obesi sono a rischio cardiovascolare

Una persona può essere obesa, ma metabolicamente sana, senza maggiori rischi di sviluppare patologie cardiovascolari o un cancro rispetto a un individuo di peso normale. Lo dimostra un ampio studio svolto da Francisco Ortega - dipartimento di Attività...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>


chiudi