Trombosi coronarica

HeartMate II dà più trombosi del previsto

dic22013

HeartMate II dà più trombosi del previsto

Il dispositivo di assistenza ventricolare sinistra (Lvd) HeartMate II, uno dei più usati perché sufficientemente piccolo da poter essere inserito in cavità addominale, è gravato da un numero di trombosi di pompa (cioè di coaguli formatisi nel dispositivo)...
transparent

ott212013

Octavia e Matrix, due ricerche d’eccellenza degli interventisti italiani

Tra gli elementi di maggiore spicco di cui si è discusso a Genova dal 9 all’11 ottobre, durante il 34° Congresso nazionale della Società italiana di cardiologia invasiva (Sici-Gise), risaltano i trial Octavia e Matrix, tuttora in corso. Il primo è uno...
transparent

feb122013

Prognosi nelle sindromi coronariche acute in coppia è migliore

La vita da  single  è risultata associata ad una prognosi peggiore in corso di sindrome coronarica acuta (ACS). In un recente studio pubblicato sull’European journal of preventive medicine gli Autori hanno valutato la relazione tra le caratteristiche...
transparent

gen112012

Studio ATLAS ACS 2–TIMI 51: rivaroxaban riduce il rischio di eventi dopo IMA

La sindrome coronarica acuta – come è noto - è generata da una trombosi sovrapposta ad un processo di aterosclerosi coronarica. Poiché il fattore Xa svolge un ruolo centrale nella trombosi, si è voluto valutare se l’inibizione di questo fattore mediante...
transparent

ott82010

Acs: il rigurgito mitralico ha valore prognostico long-term

Nei soggetti con sindrome coronarica acuta (Acs), la valutazione di un rigurgito mitralico (Mr) ha un valore prognostico aggiuntivo rispetto a quello del peptide natriuretico di tipo B (Bnp), della frazione d’eiezione ventricolare sinistra (Fevs)...
transparent

lug62010

Trombosi cerebrale seno venoso: poco rischio di recidiva

Il rischio di recidiva di una trombosi cerebrale del seno venoso (Csvt) è basso e, comunque, risulta più alto nel primo anno, dopo la cessazione del trattamento con anticoagulanti, e negli uomini. Lievi anomalie trombofiliche non sono associate...
transparent

mar152010

Infarto: ridotto rischio trombotico da Asa

La mancanza di reflusso miocardico può impedire di cogliere il beneficio di una rivascolarizzazione coronarica urgente in pazienti con infarto miocardico a elevazione acuta del tratto St (Stemi). Tra i meccanismi patogenetici coinvolti, l’embolizzazione...
transparent

mar202007

PCI: idratazione rapida previene nefropatia da contrasto

Cardiochirurgia Una rapida idratazione per via endovenosa prima dell’iniezione del contrasto rappresenta un metodo rapido ed efficace per la prevenzione della nefropatia da contrasto nei pazienti che richiedono un intervento coronarico percutaneo...
transparent

mar172007

Coronaropatie stabili: peptide natriuretico utile per la diagnosi

Cardiologia I pazienti con coronaropatie stabili potrebbero potenzialmente evitare gli studi ecocardiografici o nucleari della funzionalità ventricolare in presenza di bassi livelli di peptide natriuretico nel siero: ciò potenzialmente estende...
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>


chiudi