Tromboembolia

set292008

Tumori: profilassi antitrombotica per tutti?

Medicina interna-sangue e tumori La tromboembolia venosa è una complicazione comune nei pazienti oncologici, e si tratta di una significativa causa di morbidità e mortalità. Essa si presenta sin nel 20 percento di questi pazienti, e...
transparent

set162008

Tromboembolie idiopatiche spesso indicano tumori

Oncologia-altre neoplasie Una revisione della letteratura dimostra che vengono diagnosticati tumori precedentemente non diagnosticati entro 10 mesi in un paziente su 10 con tromboembolie venose non provocate. Soltanto circa due terzi dei pazienti ricevono...
transparent

lug72008

Gli anti-trombotici nell’oncologico con CVT

Medicina interna-sangue e tumori I dati cumulativi derivanti dagli studi randomizzati non dimostrano un significativo vantaggio della tromboprofilassi nei pazienti oncologici portatori di cateteri venosi centrali (CVT). Tale possibilità era stata...
transparent

nov252007

Tromboembolia venosa e rischio cardiovascolare

Cardiologia-arteriopatie periferiche I pazienti con tromboembolia venosa presentano un sostanziale rischio a lungo termine di susseguenti eventi arteriosi cardiovascolari, come infarto ed ictus. Precedenti studi sull’associazione fra tromboembolia...
transparent

ott32007

Tromboembolia venosa profilassi sottoutilizzata

Pneumologia-embolie La profilassi della tromboembolia venosa nei pazienti medici ospedalizzati in fase di acuzie spesso non segue le linee guida in vigore: spesso infatti la profilassi non viene applicata ai pazienti non chirurgici, benchè si tratti...
transparent

ott12007

La vitamina E protegge le vene delle donne

Arteriopatie periferiche Le donne che ricevono un’integrazione della vitamina E presentano una riduzione del 21 percento delle tromboembolie venose, e le donne con predisposizioni genetiche potrebbero beneficiarne in modo particolare. La vitamina...
transparent

mar112007

Embolie polmonari recidivanti spesso fatali

Pneumologia Nei pazienti con embolia polmonare, il rischio di tromboembolia venosa recidivante ammonta circa al tre percento, ed il rischio di mortalità è molto elevato nei soggetti con embolia polmonare recidivante. Nel presente studio è...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>