Tessuto connettivo

Relazione tra vitamina D e tessuto adiposo epicardico

ott282014

Relazione tra vitamina D e tessuto adiposo epicardico

La riduzione della vitamina D è associata a infiammazione del tessuto adiposo epicardico. La segnalazione viene da uno studio pubblicato sulla pagine della rivista Nutrition, metabolism & cardiovascular diseases. «In pazienti con malattia coronarica...
transparent

ott82013

Le staminali proteggono i trapianti di grasso

Il trapianto autologo di tessuto adiposo arricchito con cellule staminali della stessa origine è una procedura fattibile e sicura che potrebbe diventare di uso comune in chirurgia plastica. La promozione arriva da uno studio del Dipartimento di chirurgia...
transparent

feb152012

Salute delle ossa a rischio con exemestano

Due anni di trattamento con exemestano hanno peggiorato la perdita ossea nelle donne in postmenopausa nonostante la supplementazione di calcio e vitamina D in uno studio nordamericano diretto da Angela M. Cheung dell'università di Toronto (Canada)....
transparent

feb92012

Con inibitori dell’aromatasi le ossa vanno protette

L’Esceo (European society for clinical and economical aspects of osteoporosis and ostoeoarthritis) group ha costituito un gruppo di lavoro che ha portato all’emissione di un position paper in merito alla prevenzione delle fratture ossee nelle donne...
transparent

feb32011

Integrare vitamina D è utile solo se c’è carenza

Se bambini e adolescenti presentano livelli di vitamina D nella norma è improbabile che un’eventuale supplementazione arrechi loro qualche beneficio. Se invece si registrano carenze, gli apporti aggiuntivi potrebbero essere clinicamente utili, soprattutto...
transparent

ott212010

Teriparatide promettente nella terapia dei difetti dell’osso alveolare

Teriparatide, frammento polipeptidico dell'ormone paratiroideo, migliora gli outcome clinici e potenzia la risoluzione dei difetti dell'osso alveolare, e accelera la guarigione delle lesioni ossee nella cavità orale. è questo il risultato...
transparent

giu152010

Obesità mette a rischio il metabolismo osseo

Le persone obese dovrebbero essere sottoposte a un'attenta valutazione del metabolismo scheletrico allo scopo di evitare l’insorgenza in seguito di fratture da fragilità ossea; una sottopolazione di soggetti obesi, infatti, mostra una ridotta...
transparent

ott242007

La “pancia” è un problema mondiale

Scienze dell’alimentazione-obesità L’aumento della prevalenza dell’eccesso di peso e dell’obesità ha lasciato poche zone del mondo intatte: il presente studio, condotto in 63 nazioni di tutti i continenti, ha dimostrato...
transparent

ott22007

Latticini per le ossa degli adolescenti

Scienze dell’alimentazione-nutrizione nell’età dello sviluppo A partire dall’età di 10 anni, la restrizione autoimposta dei latticini per via di una presunta intolleranza al latte è associata ad una diminuzione del contenuto...
transparent

lug92007

SSRI accelerano perdita d’osso nelle donne anziane

Endocrinologia-metabolismo osseo L’uso di antidepressivi SSRI, ma non di quelli triciclici, risulta associato ad un aumento della perdita d’osso a livello dell’anca. Sarebbe forse prematuro concludere che gli SSRI abbiano un effetto sulla...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>


chiudi