Tecniche di terapia fisica

lug222008

Alzheimer: l’esercizio riduce l’atrofia cerebrale

Geriatria-demenza Come si osserva nel normale processo di invecchiamento, un migliore stato di forma cardiorespiratoria è associato ad una riduzione dell’atrofia cerebrale nei pazienti con morbo di Alzheimer in stadio precoce. Nelle prime fasi...
transparent

lug92008

Metabolica: meglio l'esercizio intenso

Medicina interna-patologie del metabolismo I soggetti con sindrome metabolica potrebbero trarre beneficio da un regime d’esercizio che preveda un allenamento aerobico ad intervalli. L’esercizio ad elevata intensità di fatto annulla la...
transparent

mag12008

L’esercizio allontana l’invecchiamento

Igiene e medicina preventiva-stile di vita e fattori di rischio Seguire una routine d’esercizio regolare durante la mezza età può ritardare l’invecchiamento biologico anche di 12 anni. Venti anni fa era stato suggerito che uno dei...
transparent

apr212008

Stimolazione nervi controlla cefalea frontale

Neurologia-cefalee L’impianto permanente di uno stimolatore neurale periferico (PNS) garantisce il sollievo per una sostanziale proporzione di pazienti con nevralgia sovraorbitale intrattabile. Benchè questa tecnologia sia già disponibile...
transparent

dic62007

L’esercizio che riabilita l’ictus

Neurologia-vasculopatie cerebrali Gli esercizi ripetitivi che simulano le funzioni quotidiane delle gambe possono migliorare la mobilità dopo un ictus. Quest’ultimo è ancora la causa principale di disabilità neurologica a lungo...
transparent

nov142007

TENS ed esercizio per recupero dopo ictus

Neurologia-vasculopatie cerebrali La stimolazione elettrica neurale transcutanea (TENS) a domicilio combinata con esercizi di svolgimento attività migliora la funzionalità degli arti inferiori nei soggetti con ictus cronico. Al di là...
transparent

nov62007

Ictus, esercizio migliora abilità funzionali

Neurologia-vasculopatie cerebrali Gli esercizi ripetitivi che simulano le funzioni quotidiane delle gambe possono migliorare la mobilità dopo un ictus. Quest’ultimo è ancora la causa principale di disabilità neurologica a lungo...
transparent

ott212007

Ictus: esercizio favorisce tolleranza al glucosio

Neurologia-vasculopatie cerebrali L’insulinoresistenza e l’intolleranza al glucosio che intervengono spesso dopo un ictus possono essere migliorati da esercizi aerobi. Il presente studio dimostra che i sopravvissuti ad un ictus cronicamente...
transparent

set102007

La neurostimolazione migliora la perfusione

Cardiopatia ischemica La neurostimolazione elettrica migliora la perfusione coronarica collaterale durante un’occlusione coronarica acuta: essa non è solamente un mezzo per ridurre i sintomi anginosi, ma ha dunque anche un effetto anti-ischemico....
transparent

set52007

Stimolazione ipotalamica per la cefalea

Neurologia-cefalee Nei pazienti con cefalea a grappolo farmacoresistente, la stimolazione cerebrale profonda (DBS) dell’ipotalamo posteriore limita efficacemente gli attacchi notturni, il che porta ad un miglioramento del sonno. La DBS porta infatti...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>


chiudi