Stent

Meno trombosi tardive con gli stent medicati di nuova generazione

lug92014

Meno trombosi tardive con gli stent medicati di nuova generazione

I risultati di un ampio studio di coorte pubblicato sul Journal of american college of cardiology forniscono rassicurazioni circa la sicurezza a lungo termine degli stent a rilascio di farmaco di nuova generazione nei pazienti con infarto miocardico acuto...
transparent
Terapia antiaggregante dopo stent, indifferente la durata

nov52013

Terapia antiaggregante dopo stent, indifferente la durata

Nei pazienti con malattia coronarica stabile o sindrome coronarica acuta a basso rischio trattati con stent medicati con zotarolimus, la doppia terapia antiaggregante protratta per 3 o 12 mesi ha effetti simili sul Nacce, un parametro composito formato...
transparent

ott212013

Sei mesi bastano per un nuovo intervento dopo lo stent

Tra i pazienti sottoposti a chirurgia non cardiaca dopo l’impianto di uno stent coronarico, chirurgia d'urgenza e l’elevato rischio cardiaco aumentano le probabilità di eventi avversi cardiaci (Mace) da trombosi dello stent, ma solo nei primi sei mesi...
transparent
Stessa salute e qualità di vita dopo stent medicato o bypass

ott212013

Stessa salute e qualità di vita dopo stent medicato o bypass

In presenza di diabete e coronaropatia che coinvolge più di un vaso non ci sono differenze importanti per quanto riguarda la qualità della vita e lo stato di salute dopo un intervento di bypass aorto-coronarico o il posizionamento di uno stent medicato....
transparent
Nuovo intervento dopo un stent. dipende dai casi

ott102013

Nuovo intervento dopo un stent. dipende dai casi

Tra i pazienti sottoposti a chirurgia non cardiaca dopo l’impianto di uno stent coronarico, chirurgia d'urgenza e l’elevato rischio cardiaco aumentano le probabilità di eventi avversi cardiaci (Mace) per trombosi dello stent, ma solo nei primi sei mesi...
transparent

lug152013

Due anti-aggreganti dopo lo stent coronarico

L’uso di due anti-aggreganti piastrinici, quali aspirina a basse dosi e un inibitore del recettore P2Y12, è associato a un miglioramento significativo dell’outcome in pazienti sottoposti a intervento coronarico percutaneo (PCI) per il posizionamento di...
transparent

mar182013

Solo un mese di Dapt con lo stent a rilascio di zotarolimus

È stato approvato dagli enti regolatori l’aggiornamento della documentazione di uno stent a rilascio di zotarolimus, permettendo al dispositivo di conseguire il marchio di Conformità europea (Ce) per la somministrazione della doppia terapia antipiastrinica...
transparent

gen152013

Il “laboratorio” non sempre è utile

Sicuramente importante, non solo per gli intrinseci risultati della sperimentazione, ma anche per l’indiretta influenza che questi possono avere nel giudicare tutta quella messe di lavori sulle negative interferenze “laboratoristiche” possibili con l’utilizzo...
transparent

giu182012

Ha 10 anni il primo stent coronarico biodegradabile

Accettabili tassi di eventi avversi cardiaci (Mace) e di trombosi supportano la sicurezza a lungo termine dello stent Igaki-Tamai, stent in acido poli-L-lattico totalmente biodegradabile per la prima volta utilizzato nell'uomo. Il dato emerge al termine...
transparent

giu12012

Fattori di rischio per predire trombosi dello stent

Per quanto sia un evento raro, la trombosi dello stent è un evento molto grave e va pertanto tenuto in considerazione. Ricercatori dell'Unità di cardiologia interventistica dell'Ospedale San Raffaele di Milano hanno elencato i dati epidemiologici, i fattori predittivi noti, i metodi preventivi farmacologici e le nuove tecnologie dei device
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>