Stenosi coronarica

feb122013

Prognosi nelle sindromi coronariche acute in coppia è migliore

La vita da  single  è risultata associata ad una prognosi peggiore in corso di sindrome coronarica acuta (ACS). In un recente studio pubblicato sull’European journal of preventive medicine gli Autori hanno valutato la relazione tra le caratteristiche...
transparent

dic132012

Stent, monitoraggio terapia antipiastrinica non migliora esiti

Dopo applicazione di stent coronarico, il monitoraggio continuo al letto del paziente della terapia antipiastrinica per il suo continuo aggiustamento non si dimostra più efficace ai fini di un miglioramento degli outcome clinici rispetto alla terapia...
transparent

dic42012

Con statine pre-intervento coronarico percutaneo calo mortalità

Nei pazienti affetti da angina stabile un pretrattamento con statine prima di un intervento coronarico percutaneo (Pci) si associa a una significativa riduzione della mortalità a 1 anno. Lo dimostrano i risultati di uno studio condotto da un'équipe del...
transparent

ott152012

Scenari coronarici complessi in discussione al congresso Gise

Occlusioni croniche totali, patologia multivasale e del tronco comune, ovvero "scenari coronarici complessi": a questo tema è stata dedicata una delle molte sessioni scientifiche del XXXIII Congresso nazionale della Società italiana di cardiologia invasiva...
transparent

ott122012

Stenosi coronariche, con angio-Tc diagnosi più accurata

La misurazione non invasiva della riserva frazionale di flusso (Ffr) tramite angio-Ct [Ffr(Ct)] si associa, in soggetti con coronaropatia nota o sospetta, a una maggiore accuratezza nel riconoscimento di stenosi coronariche emodinamicamente significative...
transparent

set272012

Pci con riserva di flusso frazionale migliora terapia medica

Nei pazienti con coronaropatia stabile e stenosi significative dal punto di vista funzionale, l'intervento coronarico percutaneo (Pci) guidato dai dati di riserva frazionale di flusso (Ffr) insieme alla migliore terapia medica disponibile, riduce - rispetto...
transparent

dic192011

Lo score Cac non aggiunge informazioni prognostiche all'angioTc

Nei pazienti sintomatici con un punteggio Cac (calcificazione coronarica) pari a 0 che vengono avviati all'esecuzione di un'angioTc, è possibile riscontrare una coronaropatia ostruttiva associata a un aumento di eventi cardiovascolari. Dunque lo score...
transparent

dic152011

Pci: con nuovo ricovero entro 1 mese cresce mortalità a 1 anno

Circa 1 paziente su 10 sottoposti a intervento coronarico percutaneo (Pci) è nuovamente ricoverato entro 30 giorni. Sono stati identificati alcuni fattori che aumentano tale rischio, la cui conoscenza è importante dato che la riammissione ospedaliera...
transparent

nov182011

Statine riducono stenosi coronariche, non calcificazioni

Una metanalisi effettuata da Michael Y. Henein e Andrew Owen della Canterbury Christ Church University (UK) evidenzia una moderata riduzione delle stenosi coronariche associata alla diminuzione del colesterolo-Ldl indotta dal trattamento con statine,...
transparent

set192011

Stent a eluizione, nefropatia cronica e rischio di restenosi

La presenza di una ridotta funzione renale in un paziente avviato a intervento coronarico percutaneo (Pci) con impiego di stent a eluizione di farmaco rappresenta un fattore di rischio indipendente di restenosi e sanguinamento. La conferma viene da uno...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>


chiudi