Statistiche vitali

mar122012

Procreazione, +60% di successi in 5 anni

Tra le coppie che hanno intrapreso la strada della procreazione medicalmente assistita, la percentuale di successo dei trattamenti è cresciuta: da una gravidanza a buon fine su dieci del 2005 si è passati a una su sei nel 2009 e questo nonostante l'età...
transparent

mar12012

Diabete, mortalità a 15 anni predetta dalla dispersione QT

Un'aumentata dispersione dell'intervallo QT (Qtd) è predittiva di mortalità cardiovascolare a lungo termine (follow-up di 15 anni) nei pazienti con diabete di tipo 2. Il dato giunge da una ricerca prospettica - condotta da un'équipe del dipartimento...
transparent

feb222012

Strategie per prevenire la sepsi nel bambino

Dal Cincinnati's children hospital medical center giunge la proposta di un piano coordinato di strategie preventive, basato in primis su profilassi antibiotica e immunizzazioni, per ridurre la morbilità e la mortalità pediatriche globali per sepsi
transparent

feb72012

Chirurgia bariatrica ed eventi cardiovascolari

È opinione comune che l’obesità sia associata ad un aumentato rischio di mortalità e morbilità cardiovascolare, ma mancano delle solide evidenze: anzi in molti studi epidemiologici la perdita di peso è accompagnata ad una maggiore incidenza di eventi...
transparent

feb72012

Impatto del fine settimana sull’esito delle riacutizzazioni severe di BPCO

Nei pazienti affetti da patologie acute, inclusa la riacutizzazione di BPCO, differenze nella dotazione di personale in funzione del giorno della settimana in cui il paziente è ricoverato in ospedale possono influenzare i risultati in termini di salute....
transparent

feb22012

Le complicanze cardiache delle polmoniti acquisite in comunità

Le complicanze cardiache sono comuni tra i pazienti con polmonite acquisita in comunità (Cap) e sono associate a un aumento della mortalità a breve termine. I principali fattori correlati a tali complicanze sono l'età più avanzata, il ricovero in casa...
transparent

gen272012

Mortalità maggiore nel diabete a insorgenza giovanile

Nei pazienti con diabete a insorgenza giovanile di lunga durata persiste un eccesso di mortalità (più evidente nelle forme di tipo 1 o ibride) fino a 4 volte più marcato rispetto ai non diabetici. Le cause più frequenti di exitus sono la nefropatia allo...
transparent

gen192012

Enoxaparina non incide su mortalità dei ricoverati in acuto

L'uso di enoxaparina più calze elastiche a compressione graduata, rispetto all'impiego di solo queste ultime, non è associato a una riduzione del tasso di mortalità generale nei pazienti acuti ospedalizzati. Lo dimostrano i risultati di uno studio internazionale,...
transparent

gen172012

I fattori di sopravvivenza nella malattia di Parkinson

La demenza ha un’alta prevalenza nei pazienti affetti da malattia di Parkinson (Pd) ed è associata a un incremento significativo della mortalità. È una delle conferme derivate da un ampio studio retrospettivo – condotto da Allison W. Willis e collaboratori...
transparent

gen162012

Protesi valvolari: rischio degenerazione nel paziente diabetico

I pazienti affetti da diabete di tipo 2 avviati a impianto di bioprotesi valvolare hanno un rischio maggiore di morte a breve e a lungo termine così come di degenerazione strutturale della valvola. È l'esito di uno studio condotto in 12 centri italiani...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>


chiudi