Statistica

Test del Dna fecale nello screening del cancro colorettale

mar242014

Test del Dna fecale nello screening del cancro colorettale

Il test multiparametrico del Dna nelle feci aumenta la frequenza di rilevazione del cancro colorettale rispetto al test immunochimico (Fit), secondo uno studio pubblicato sul New England journal of medicine. Per giungere a questi risultati Thomas Imperiale...
transparent

dic112013

Eurocare-5: la sopravvivenza per cancro in Europa non è uguale per tutti

Nonostante i recenti miglioramenti diagnostici e terapeutici, la sopravvivenza al cancro degli adulti nei diversi paesi europei resta a pelle di leopardo. Almeno secondo i risultati dei primo dei due studi Eurocare-5 pubblicati su The Lancet Oncology,...
transparent

giu112013

Probabilità pre-test è fondamentale per il percorso diagnostico

Un recente studio retrospettivo ha esaminato l'utilità clinica di una risposta “positiva” per la ricerca degli Anticorpi Anti-Nucleo (ANA test) effettuata in pazienti che solo dopo questa risposta sono stati inviati a valutazione specialistica reumatologica....
transparent

mar132012

Cancro, sempre più lungosopravviventi. Cambia il modello di cura

Migliorano le armi terapeutiche e diagnostiche e di conseguenza aumentano i lungo-sopravviventi al cancro, tanto che su 350mila nuovi casi l’anno, in Italia si contano oggi quasi 2,5 milioni di persone che hanno avuto la malattia e sono sopravvissute
transparent

mar82012

Nsclc, sulla sopravvivenza pesa la gravità dei sintomi

Il paziente affetto da cancro deve condividere con il clinico le sue preferenze riguardo ai trattamenti e ai rischi connessi. A una migliore sopravvivenza libera da progressione (Pfs) di solito viene dato più valore se i sintomi sono lievi. È quanto dimostra...
transparent

feb12012

Test rapido per l'Hiv: accuratezza su saliva e sangue

Anche se il test rapido per l’Hiv ha alti valori predittivi in contesti ad alta prevalenza di Hiv, la sensibilità e la capacità predittiva leggermente inferiori in contesti a bassa prevalenza dovrebbero essere attentamente considerate in caso di iniziative di screening generalizzato
transparent

gen172012

I fattori di sopravvivenza nella malattia di Parkinson

La demenza ha un’alta prevalenza nei pazienti affetti da malattia di Parkinson (Pd) ed è associata a un incremento significativo della mortalità. È una delle conferme derivate da un ampio studio retrospettivo – condotto da Allison W. Willis e collaboratori...
transparent

dic162011

Troponina ad alta sensibilità predittiva nello scompenso

Nonostante i livelli circolanti molto bassi, le modificazioni dei livelli di troponina cardiaca ad alta sensibiità (hs-cTnT) lungo il tempo sono fortemente predittivi di nuovi eventi cardiovascolari in soggetti con scompenso cadiaco cronico, ma aggiungono...
transparent

nov82011

Scompenso cardiaco, nuovo parametro per valutare l'esito

Gli outcome compositi abitualmente impiegati nei trial sullo scompenso cardiaco, come il tempo alla morte per cause cardiovascolari o al primo ricovero per scompenso, presentano riconosciute limitazioni. Dai ricercatori coinvolti nello studio Charm (Candesartan...
transparent

ott92011

Ncslc in stadio precoce, sempre meglio la lobectomia

Vi sono evidenze (non conclusive ma suggestive) che la lobectomia, rispetto alla resezione parziale, si associ a una maggiore sopravvivenza a lungo termine nei casi di cancro polmonare in stadio precoce. Sembra dunque confermarsi la prima tecnica come...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>


chiudi