Sostanze ematologiche

feb262013

Confronto warfarin vs dabigatran per emorragie intracraniche e IMA

Il documentato e significativamente ridotto numero di emorragie intracraniche che si verifica con il trattamento a base di dabigatran rispetto a quello incentrato sull’utilizzo del warfarin sarebbe da imputare ad un minor effetto sulla generazione della...
transparent

feb122013

Terapia extended della TVP con apixaban: lo studio AMPLIFY-EXT

L’utilizzo dell’Apixaban per un periodo di 12 mesi successivi ai primi 6 -12 mesi di terapia anticoagulante “classica” nei pazienti con trombosi venosa profonda (TVP) che non abbiano ancora raggiunto un ottimale equilibrio clinico per decidere la continuazione...
transparent

gen302013

Confronto fra nuovi antiaggreganti e clopidogrel

Nello sforzo di avere dati di confronto fra clopidogrel e due nuovi antiaggreganti - prasugrel e tigacrelor, alcuni colleghi del Maimonides Medical Center di Brooklyn hanno realizzato una revisione sistematica della letteratura che ha preso in considerazione...
transparent

gen152013

Il “laboratorio” non sempre è utile

Sicuramente importante, non solo per gli intrinseci risultati della sperimentazione, ma anche per l’indiretta influenza che questi possono avere nel giudicare tutta quella messe di lavori sulle negative interferenze “laboratoristiche” possibili con l’utilizzo...
transparent

dic172012

Una app aiuta il paziente a gestire la terapia antiaggregante

In prossimità di un intervento chirurgico è fondamentale che il paziente segua correttamente la terapia anticoagulante secondo le modalità posologiche prescritte, e che effettui periodici esami del sangue. Per facilitare il rispetto dello schema dei dosaggi...
transparent

nov272012

È sicuramente il momento dei nuovi anticoagulanti orali

Interessante una Review da poco pubblicata sull’ACP Journal degli Annals of Internal Medicine che sintetizza i risultati di efficacia e di sicurezza dei nuovi anticoaglulanti orali (NOA) quando utilizzati per la profilassi del tromboembolismo nei pazienti...
transparent

nov272012

Il problema del “reverse” dell’effetto anticoagulante del dabigatran

È noto che, almeno nei soggetti sani, l’infusione del complesso protrombinico concentrato riesce a neutralizzare in modo quasi immediato l'effetto anticoagulante del rivaroxaban, senza tuttavia avere influenza significativa sulla azione anticoagulante...
transparent

nov272012

Tev, nuovi anticoagulanti simili ad antagonisti Vit K

Rispetto agli antagonisti della vitamina K, i nuovi anticoagulanti orali (rivaroxaban, dabigatran, ximelagatran e apixaban) presentano un rischio simile di recidive di tromboembolismo venoso acuto (Tev) e di mortalità generale, sebbene rivaroxaban mostri...
transparent

nov272012

Apixaban conquista ulteriori indicazioni in Europa

L’Agenzia regolatoria europea (Ema) ha dato il suo benestare all’ampliamento delle indicazioni di apixaban (Eliquis di Bristol-Myers Squibb e Pfizer) per la prevenzione dell’ictus e dell’embolia sistemica anche nei pazienti adulti con fibrillazione atriale...
transparent

nov192012

Anticoagulanti in Fa, efficacia simile in prevenzione ictus

Ai fini della prevenzione secondaria dell'ictus in pazienti con fibrillazione atriale, rivaroxaban, dabigatran e apixaban si equivalgono, anche se alcuni endpoint (quali ictus emorragico, morte vascolare, sanguinamento maggiore e intracranico) risultano...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>
Ultime notifiche dalla community