Sostanze ematologiche

Nota Aifa di avvertenza su nuovi anticoagulanti orali

set132013

Nota Aifa di avvertenza su nuovi anticoagulanti orali

L'Aifa, in accordo con l’Ema, ha diramato una nota di avvertenza  ai medici affinché, nella prescrizione dei nuovi anticoagulanti orali, prestino attenzione a posologia, controindicazioni, avvertenze speciali e precauzioni d’impiego...
transparent

set102013

Angina senza sopraslivellamento: otamixaban non cambia la prognosi

Il nuovo anticoagulante otamixaban non riduce gli eventi ischemici rispetto all'associazione di eparina non frazionata ed eptifibatide nei pazienti con sindrome coronarica acuta senza sopraslivellamento del tratto ST sottoposti ad angioplastica percutanea...
transparent
Fibrillazione atriale, le ragioni di fondo di una Tao subottimale

set52013

Fibrillazione atriale, le ragioni di fondo di una Tao subottimale

L’approccio alla terapia anticoagulante orale (Tao) nei pazienti con fibrillazione atriale (Af) è tuttora subottimale. Lo sostiene ad Amsterdam – durante il congresso della Società europea di cardiologia (Esc) – Raffaele De Caterina , dell’università...
transparent
Aifa: rivaroxaban prescrivibile Ssn per nuove indicazioni

set32013

Aifa: rivaroxaban prescrivibile Ssn per nuove indicazioni

L’Agenzia Italiana del Farmaco ha approvato, con provvedimento inserito in Gazzetta ufficiale, serie generale n 202, del 29 agosto 2013, la rimborsabilità dell’anticoagulante orale rivaroxaban (Xarelto di Bayer) nelle seguenti indicazioni terapeutiche:...
transparent

lug242013

CHADS2 e CHA2DS2-VASc score: predittori di ictus anche senza FA

Come è noto tanto il CHADS2 e CHA2DS2-VASc scores vengono utilizzati per valutare il rischio di ictus nei pazienti con fibrillazione atriale (FA) e di conseguenza per una decisione terapeutica inerente l’anticoagulazione o il trattamento antiaggregante....
transparent

lug92013

HAS-BLED: lo score migliore anche nel “mondo reale”

Nonostante il chiaro beneficio clinico netto di una terapia anticoagulante orale per la prevenzione dell'ictus nei pazienti con fibrillazione atriale (FA), il verificarsi di eventi emorragici maggiori può essere devastante. Per cercare di definire con...
transparent

lug92013

La terapia anticoagulante migliora l’outcome nello stroke acuto?

Il recupero dello stroke acuto è spesso complicato da tromboembolismo venoso (1–5%) o da stroke ricorrente (1–20%). Sarebbe quindi indicata una terapia anticoagulante, che però comporta il rischio di emorragie intracraniche ed extracraniche, per cui le...
transparent
Una firma per capire chi risponde all’aspirina

lug82013

Una firma per capire chi risponde all’aspirina

Si chiama firma di risposta all’aspirina, in sigla Ars il gruppo di geni piastrino-specifici capace di individuare i cardiopatici che non rispondono all’antiaggregante e sono quindi a rischio di morte o di infarto del miocardio. Ecco gli interessanti...
transparent
Aifa approva anticoagulante orale di nuova generazione

giu212013

Aifa approva anticoagulante orale di nuova generazione

Tre anni fa l’Fda, due anni fa l’Ema, e ora anche l’Aifa ha approvato dabigatran exetilato, concedendo la rimborsabilità all’anticoagulante orale di nuova generazione per la prevenzione dell’ictus cerebrale da fibrillazione atriale non valvolare. L’annuncio,...
transparent
Antiaggreganti, 8 aree di intervento per un miglior uso ospedaliero

giu32013

Antiaggreganti, 8 aree di intervento per un miglior uso ospedaliero

L’uso improprio di anticoagulanti si associa a circa il 7% di tutti gli errori di terapia compiuti su pazienti ospedalieri. Questa percentuale può però essere molto ridotta con una serie di azioni standardizzate, riassunte in 8 aree dal team di Edith...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>