Sindromi di apnea del sonno

Pressione positiva e avanzamento mandibolare abbassano la pressione dei pazienti con apnee notturne

dic22015

Pressione positiva e avanzamento mandibolare abbassano la pressione dei pazienti con apnee notturne

Nella sindrome delle apnee notturne ostruttive (Osa) il trattamento con pressione positiva continua (Cpap) e con dispositivi di avanzamento mandibolare (Mad) portano entrambi a una riduzione della pressione sistolica e diastolica, secondo uno studio su...
transparent
L’avanzamento maxillo-mandibolare è efficace nelle apnee notturne

nov272015

L’avanzamento maxillo-mandibolare è efficace nelle apnee notturne

Secondo uno studio pubblicato su Jama Otolaryngology-Head & Neck Surgery, i pazienti con apnee ostruttive del sonno più gravi hanno le maggiori probabilità di trarre beneficio dall'avanzamento maxillo-mandibolare. La tecnica chirurgica,...
transparent

set252015

Dopo adenotonsillectomia l’emorragia è più frequente nei bambini senza apnee notturne

In ambito pediatrico le complicanze precoci più frequenti dopo adenotonsillectomia sono l'emorragia secondaria e la compromissione respiratoria. Quest'ultima si verifica soprattutto nei bambini con sindrome delle apnee notturne mentre gli eventi...
transparent

ott142014

L’ipertensione resistente e la sindrome delle apnee notturne sono legate

Secondo uno studio pubblicato sul Journal of clinical sleep medicine esiste una forte associazione tra apnee ostruttive del sonno (Osa) gravi e non trattate e il rischio di ipertensione refrattaria ai farmaci. «La presenza di valori pressori elevati resistenti...
transparent
L’elevato contenuto di grasso linguale aumenta il rischio di apnee notturne

ott142014

L’elevato contenuto di grasso linguale aumenta il rischio di apnee notturne

Secondo uno studio pubblicato su Sleep, avere una lingua grande a elevato contenuto di adipe può contribuire alla comparsa di una sindrome delle apnee ostruttive del sonno (Osa) negli adulti obesi. Per giungere a queste conclusioni i ricercatori hanno...
transparent
L’apnea notturna aumenta il rischio di polmonite

mar72014

L’apnea notturna aumenta il rischio di polmonite

Secondo i risultati di uno studio pubblicato sul Canadian medical association journal, l’apnea ostruttiva del sonno potrebbe essere un fattore di rischio per lo sviluppo di polmonite e probabilmente tale rischio è proporzionale alla gravità dell’apnea....
transparent
Apnee del sonno e guidatori a rischio: ecco le nuove linee guida

giu42013

Apnee del sonno e guidatori a rischio: ecco le nuove linee guida

L'American Thoracic Society (Ats) ha rilasciato le nuove linee guida sulle apnee del sonno e il rischio di guida per i conducenti di veicoli a motore non commerciali. Le raccomandazioni, un aggiornamento di quelle del 1994, sono riportate nell’ultimo...
transparent

gen142013

Apnee notturne dubbi su rischi e benefici per gli infartuati

È noto che disturbi della respirazione come le apnee notturne costituiscono un fattore di rischio cardiovascolare. Ora uno studio condotto in Israele segnala che alcuni pazienti reduci da un attacco cardiaco potrebbero trarre benefici dalla compresenza...
transparent

mar192012

Apnee ostruttive del sonno: dimagrire aiuta ma non basta

I programmi alimentari di riduzione del peso sono efficaci nel diminuire la gravità della sindrome delle apnee ostruttive nel sonno (Oas) ma non sono sufficienti a risolvere tutti i problemi respiratori; i regimi dietetici per perdere peso devono pertanto...
transparent

mar142012

Più frequenti le apnee notturne, minore la funzione renale

Le apnee notturne sono frequenti nei pazienti con nefropatia cronica (Ckd), e aumentano con la riduzione della funzione renale. Quasi il 50% dei pazienti con Ckd e malattia renale allo stadio terminale (Esrd) sperimentano ipossia notturna, che può contribuire...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>


chiudi