Sindrome coronarica acuta

ott12020

Sindrome coronarica acuta, i pazienti con comportamenti ostili hanno esiti peggiori

Nei pazienti con sindrome coronarica acuta , un atteggiamento abitualmente ostile è un predittore di mortalità da tutte le cause, ma non della ricorrenza dell'evento cardiovascolare, secondo uno studio pubblicato sull'European Journal of...
transparent
Prasugrel in dose ridotta riduce il rischio di sanguinamento in anziani o persone di basso peso

lug232020

Prasugrel in dose ridotta riduce il rischio di sanguinamento in anziani o persone di basso peso

Secondo uno studio pubblicato su Annals of Internal Medicine, nei pazienti anziani o di peso ridotto con sindrome coronarica acuta , la somministrazione di una dose ridotta di prasugrel è associata a efficacia anti-ischemica e alla protezione...
transparent
Trattamento intensivo per la riduzione lipidi, nei pazienti più anziani benefici significativi

lug192019

Trattamento intensivo per la riduzione lipidi, nei pazienti più anziani benefici significativi

Secondo uno studio pubblicato su JAMA Cardiology, i pazienti ricoverati per sindrome coronarica acuta stabilizzata (ACS) possono ottenere benefici da una terapia intensiva volta a ridurre i livelli lipidici con simvastatina-ezetimibe rispetto a una gestione...
transparent
Alirocumab migliora la prognosi cardiovascolare dopo un evento coronarico acuto

nov142018

Alirocumab migliora la prognosi cardiovascolare dopo un evento coronarico acuto

Secondo uno studio pubblicato sul New England Journal of Medicine, l'aggiunta di alirocumab al trattamento con statine ad alta intensità si associa a un ridotto rischio di eventi cardiovascolari ischemici ripetuti. «Dato che i pazienti vittime...
transparent

ott182018

Sindrome coronarica acuta, mortalità in diminuzione con angioplastica primaria

Mortalità per sindrome coronarica acuta in diminuzione grazie all'angioplastica primaria, una procedura che, anche grazie all'impegno della Società Italiana di Cardiologia Interventistica (SICI-GISE), è oggi accessibile a tutti i...
transparent
Sindrome coronarica acuta, mortalità in diminuzione con angioplastica primaria

ott182018

Sindrome coronarica acuta, mortalità in diminuzione con angioplastica primaria

Mortalità per sindrome coronarica acuta in diminuzione grazie all'angioplastica primaria, una procedura che, anche grazie all'impegno della Società Italiana di Cardiologia Interventistica (SICI-GISE), è oggi accessibile a tutti i...
transparent

mar162018

Sindrome coronarica acuta, rischio cardiovascolare ridotto con inibitore della Pcsk9

Alirocumab riduce significativamente il rischio di eventi avversi cardiovascolari maggiori (Mace) in pazienti con sindrome coronarica acuta (Sca) recente, come un infarto. Sono questi i risultati dello studio clinico Odyssey Outcomes presentati nel corso...
transparent

mar272017

Sindrome coronarica acuta: il rischio emorragico di rivaroxaban a basse dosi è simile a quello dell’aspirina

Da uno studio pubblicato su The Lancet, primo autore Magnus Ohman , del Duke University Medical Center di Durham, North Carolina, emerge che nel trattamento di pazienti con sindromi coronariche acute associare basse dosi di rivaroxaban e un inibitore...
transparent

dic152016

Il rischio di suicidio aumenta nei pazienti con sindrome coronarica acuta

Nei pazienti con sindrome coronarica acuta aumenta il rischio di suicidio rispetto alle persone sane, secondo un articolo pubblicato sul Journal of American Heart Association firmato da Jung-Chen Chang, del College of Medicine National Taiwan University,...
transparent
Un modello per stimare il rischio dopo una sindrome coronarica acuta

mar182016

Un modello per stimare il rischio dopo una sindrome coronarica acuta

Secondo uno studio di Pierluigi Tricoci e colleghi del Duke Clinical Research Institute di Durham, in North Carolina, sull'incidenza cumulativa di morte cardiaca improvvisa nei pazienti con sindrome coronarica acuta senza sopraslivellamento ST è...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>