Servizio anestesia e rianimazione

Rianimazione dopo asistolia: ipotermia non cambia prognosi

nov192013

Rianimazione dopo asistolia: ipotermia non cambia prognosi

Il raffreddamento corporeo prima del ricovero riduce la temperatura di arrivo in pronto soccorso a 34 gradi centigradi, ma non migliora la prognosi dei rianimati da un arresto cardiaco extraospedaliero. Lo afferma uno studio su Jama coordinato da Francis...
transparent

giu272011

Aaroi, sì a Fazio su specializzandi. Lo Smi vuole chiarimenti

L'Aaroi-Emac, l'associazione che rappresenta i medici specialisti in Anestesia e Rianimazione, si dice favorevole alla proposta del ministro della Salute, Ferruccio Fazio, di impiegare specializzandi con contratti a tempo per lavorare in corsia con...
transparent

giu102011

Congresso Siared, terapia intensiva aperta 24 ore

La Terapia intensiva aperta 24 ore su 24 è possibile e comporta sicuri vantaggi per il personale sanitario, per i pazienti e per i loro familiari. È quanto è emerso ieri all'8/o Congresso nazionale della Siared, Società Italiana di anestesia rianimazione...
transparent

mar292011

Aaroi, agli anestesisti i centri di terapia del dolore

«L'unico specialista attualmente in grado di gestire la terapia del dolore nel suo complesso è l'anestesista rianimatore, alla sua professionalità andavano quindi affidate per legge le strutture semplici e complesse di terapia del dolore» ne è convinto...
transparent

mar142011

Rianimazione migliore con compressione-decompressione attiva

Mediante rianimazione cardiopolmonare con compressione-decompressione attiva (Acd-Cpr) e aumentata pressione negativa intratoracica si può incrementare, rispetto alla tecnica standard, la sopravvivenza a 1 anno dei soggetti con arresto cardiaco extraospedaliero....
transparent

gen132008

Shock settico: in dubbio valore idrocortisone

Anestesiologia e rianimazione-terapia intensiva In base ad un’indagine randomizzata e controllata, l’idrocortisone non migliora la sopravvivenza nei pazienti con shock settico, a prescindere dalla risposta surrenale del paziente alla somministrazione...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>


chiudi