Rischio

set282011

Calcio intracoronarico, dato inutile ai fini della prevenzione

La misurazione aggiuntiva del calcio intracoronarico (Cac) allo scopo di migliorare la stratificazione del rischio di coronaropatia, riduce la stima del rischio piuttosto che innalzarla e non cambia l'eleggibilità al trattamento ipolipemizzante dei soggetti...
transparent

set142011

Sospendere ASA dopo un evento cardiovascolare rappresenta un rischio per IMA non fatale

A conferma dell’importante ruolo che l’ASA esplica in prevenzione secondaria si aggiungono anche i dati di uno studio caso-controllo recentemente apparso sul BMJ. Sono stati valutati e seguiti con un follow-up medio di più di 3 anni, quasi 40.000 pazienti...
transparent

lug292011

Postmenopausa, dati italiani sul rischio di frattura

Primi dati italiani su combinazione di densità minerale ossea, età e fattori di rischio clinici sulla stratificazione del rischio fratturativo nelle donne in postmenopausa, usando l'algoritmo Frax. Lo studio retrospettivo, coordinato da Mario Pedrazzoni...
transparent

giu142011

Nei post-infartuati trattati con Asa e Ppi maggiore rischio Cv

Nei pazienti in terapia con acido acetilsalicilico (Asa) dopo un primo infarto del miocardio, un trattamento con inibitori di pompa protonica appare associato a un rischio aumentato di eventi cardiovascolari. Lo rivela uno studio retrospettivo danese,...
transparent

mag252011

Rischio clinico, per il Ddl percorso a ostacoli

Botta e risposta, ieri, tra il ministro Fazio e Ignazio Marino in merito al disegno di legge sul rischio clinico che continua a muoversi tra mille difficoltà in Parlamento. «Il Ministro ci ha assicurato che il disegno di legge vedrà la luce in questa...
transparent

mag232011

Rischio di cancro epatico forse ridotto dalle statine

Le statine potrebbero ridurre il rischio di cancro epatico. Lo sostiene un'équipe dell'università medica di Kaohsiung (Taiwan), guidata da Hui-Fen Chiu , alla luce dei risultati ottenuti in uno studio di popolazione caso-controllo, basato sulla raccolta...
transparent

apr132011

Un nuovo punteggio predice il rischio di tromboembolismo venoso

Un panel internazionale di esperti, guidato da Alex C. Spyropoulos , della McMaster university di Hamilton (Canada), ha stilato un punteggio pesato, derivato da 4 fattori clinici valutabili al momento del ricovero, in grado di predire il rischio di tromboembolismo...
transparent

mar152011

Prevenzione secondaria con antipertensivi nei non ipertesi

Nei pazienti con storia clinica di malattia cardiovascolare (Cvd) ma senza ipertensione, un trattamento antipertensivo per la prevenzione secondaria di eventi vascolari si associa a un ridotto rischio di ictus, scompenso cardiaco cronico, e morte per...
transparent

mar152011

Fumo attivo associato a maggiore rischio di cancro al seno

Il fumo attivo è associato a un aumento di rischio di cancro mammario nelle donne in postmenopausa ed esistono alcune indicazioni per una simile correlazione anche con il fumo passivo. Il dato deriva da uno studio di coorte prospettico condotto da Juhua...
transparent

mar102011

Recidive di genere nel tromboembolismo venoso

Tra i pazienti che lamentano per la prima volta un evento tromboembolico venoso (Tev) non provocato, gli uomini sono esposti a un rischio 2,2 volte maggiore di recidiva rispetto alle donne: il rischio negli uomini resta 1,8 volte più alto dopo aggiustamento...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>


chiudi