Rischio

mag52022

Nelle famiglie longeve si abbassa il rischio di diabete. Lo studio

Nella progenie di individui longevi e nei loro coniugi, specie se di mezza età, il rischio di sviluppare un diabete mellito di tipo 2 (T2D) è più basso rispetto alla popolazione generale. Ecco, in sintesi, le conclusioni di uno studio...
transparent

mar12022

Mutazioni geni BRCA, il rischio di cancro non riguarda solo mammella e ovaio

Un nuovo studio mostra come le mutazioni nei geni BRCA1 e 2 aumentino il rischio di diversi tipi di cancro e non solo di quello della mammella e dell'ovaio. Si tratta in particolare del tumore della mammella maschile, dello stomaco e del pancreas...
transparent

feb222022

Alzheimer, un esame della vista nella mezza età potrebbe stimare il rischio futuro

Studiando il potenziale della retina di indicare cambiamenti cognitivi i ricercatori dell'Università di Otago in Nuova Zelanda coordinati da Ashleigh Barrett-Young del Dipartimento di psicologia ipotizzano che un semplice esame della vista potrebbe...
transparent

feb22022

Il rischio di ictus ischemico tra i giovani è maggiore nelle donne

Tra le persone con meno di 35 anni, le donne hanno una probabilità di incorrere in un ictus ischemico più alta del 44% rispetto a quella degli uomini. A dirlo è una revisione sistematica pubblicata su Stroke nel Go Red for Women®...
transparent
Addetta alla poltrona, riconducibilità delle patologie al rischio professionale

apr272020

Addetta alla poltrona, riconducibilità delle patologie al rischio professionale

La relazione peritale, a sua volta, ha accertato, con ineccepibile motivazione, priva di vizi logici, che le malattie da cui è affetta la ricorrente devono essere considerate di natura professionale perché strettamente collegate, quanto...
transparent
Malattia di Alzheimer, trattamento con statine si associa a una riduzione del rischio

dic152016

Malattia di Alzheimer, trattamento con statine si associa a una riduzione del rischio

Secondo uno studio pubblicato su Jama Neurology che ha analizzato i dati Medicare, l'impiego di statine si associa a una riduzione del rischio di malattia di Alzheimer (AD) che varia in base al tipo di statina e all'etnia del paziente. «Risultati che...
transparent
Polveri sottili, chiarito uno dei meccanismi di danno al sistema cardiovascolare

nov92016

Polveri sottili, chiarito uno dei meccanismi di danno al sistema cardiovascolare

Arriva da un articolo pubblicato su Circulation Research il nuovo atto d'accusa nei confronti dell'inquinamento atmosferico. Lo studio, condotto da ricercatori americani, mostra che l'esposizione al particolato fine induce cambiamenti anomali nel sangue,...
transparent
Hiv, coinfezione cronica da Hbv e Hcv aumenta il rischio di linfoma non-Hodgkin

ott202016

Hiv, coinfezione cronica da Hbv e Hcv aumenta il rischio di linfoma non-Hodgkin

Secondo le conclusioni di studio pubblicato su Annals of Internal Medicine, nei pazienti con infezione da HIV in terapia antiretrovirale (Art) una co-infezione da epatite cronica da virus B (Hbv) e da virus dell'epatite C (HCV) si associa a un aumentato...
transparent
Alcuni biomarcatori potrebbero predire il rischio di ictus

ago302016

Alcuni biomarcatori potrebbero predire il rischio di ictus

Le persone che hanno elevati valori ematici di quattro biomarcatori hanno maggiori probabilità di sviluppare un ictus rispetto a persone con livelli bassi, secondo i risultati di uno studio pubblicato su Neurology, la rivista ufficiale dell'American...
transparent
Cancro prostatico: ecco i geni che ne aumentano il rischio

lug132016

Cancro prostatico: ecco i geni che ne aumentano il rischio

Oltre il 10% degli uomini con cancro prostatico avanzato ha una mutazione ereditaria a carico dei geni coinvolti nella riparazione dei danni al Dna, secondo uno studio pubblicato sul New England Journal of Medicine e coordinato da Peter Nelson del Fred...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>


chiudi