Rischio

nov222011

Un nuovo score per predire il rischio di emorragie associate al warfarin: lo studio ATRIA

Gli anticoagulanti orali come il warfarin (W) possono ridurre in maniera sostanziale le complicanze tromboemboliche della fibrillazione atriale (FA) ma sono di difficile gestione soprattutto per il rischio emorragico che comportano. Sono stati elaborati...
transparent

ott252011

Stipsi severa: un nuovo fattore di rischio cardiovascolare nelle donne in postmenopausa

La stipsi è comune nelle società occidentali; nei soli USA si calcola che richieda 2.5 milioni di visite medico/anno. Poiché molti fattori che predispongono alla stitichezza sono anche fattori di rischio per malattie cardiovascolari, gli AA di uno studio...
transparent

ott252011

Tomassini, lobby contro ddl su responsabilità medica

«Il mio ddl sulla responsabilità professionale del medico, in cui sono confluiti altri disegni di legge simili, è fermo ormai da tempo alla commissione Bilancio del Senato, anche se non ci sono elementi di spesa. Ci sono delle forti lobby di potere che...
transparent

ott112011

Cancro del pancreas: un recente aggiornamento su Lancet

Numerosi passi avanti sono stati fatti nella conoscenza della biologia del cancro del pancreas e nella gestione del paziente affetto da questa patologia. Fattori di rischio per questa malattia sono in primis il fumo e l’anamnesi familiare di neoplasia...
transparent

set292011

Cimo, con il Ddl Omnibus più difficile la prevenzione del rischio clinico

Prevenire gli eventi avversi significa analizzare procedure e modelli organizzativi per verificare l’esistenza di condizioni che possano causare un danno. Abolire, su questa attività, il segreto di ufficio, così come previsto nel Ddl Omnibus che nei giorni...
transparent

set282011

Statura e cancro

La persone alte corrono un maggiore rischio di ammalarsi di qualsiasi tipo di cancro, ma non sono chiari i motivi di questa predisposizione, i suoi collegamenti con i vari siti tumorali e/o con  fattori come il fumo o lo stato socioeconomico. In...
transparent

set282011

Calcio intracoronarico, dato inutile ai fini della prevenzione

La misurazione aggiuntiva del calcio intracoronarico (Cac) allo scopo di migliorare la stratificazione del rischio di coronaropatia, riduce la stima del rischio piuttosto che innalzarla e non cambia l'eleggibilità al trattamento ipolipemizzante dei soggetti...
transparent

set262011

Xantelasmi palpebrali predittivi di patologie cardiovascolari

La presenza di xantelasmi palpebrali, ma non quella di arco senile pericorneale, si associa a un rischio aumentato di infarto miocardico, cardiopatia ischemica, grave aterosclerosi e morte nella popolazione generale, indipendentemente dai noti fattori...
transparent

set152011

Diagnosi di Bpco per un quarto della popolazione durante la vita

Durante il corso della vita, circa 1 individuo su 4 probabilmente riceve una diagnosi di broncopneumopatia cronica ostruttiva (Bpco) e la relativa assistenza. È quanto emerge da una ricerca realizzata da un team guidato da da Andrea S. Gershon dell'università...
transparent

set142011

Sospendere ASA dopo un evento cardiovascolare rappresenta un rischio per IMA non fatale

A conferma dell’importante ruolo che l’ASA esplica in prevenzione secondaria si aggiungono anche i dati di uno studio caso-controllo recentemente apparso sul BMJ. Sono stati valutati e seguiti con un follow-up medio di più di 3 anni, quasi 40.000 pazienti...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>