RISCHIO FRATTURATIVO

set212021

Carcinoma prostatico in blocco androgenico, rischio di frattura valutato da una metanalisi

Il blocco androgenico è il gold-standard per il trattamento del carcinoma prostaticoormono -sensibile localmente avanzato o metastatico, ma uno dei principali effetti collaterali di tale terapia rimane il depauperamento osseo legato alla deprivazione...
transparent

set152020

Gli inibitori Sglt2 associati alla metformina non aumentano il rischio fratturativo

L'associazione tra metformina e inibitori del trasportatore sodio-glucosio-2 ( Sglt-2 ) non si associa a un aumento del rischio di fratture nei pazienti con diabete di tipo 2 (T2d). Questo conclude una metanalisi pubblicata su Osteoporosis International...
transparent

gen262018

Efficacia nella prevenzione di fratture in donne con osteoporosi, confronto romosozumab-alendronato

È stato pubblicato sul "New England" uno studio di fase 3, multicentrico, che ha messo a confronto l'efficacia anti-fratturativa di Romosozumab (RMZ) e Alendronato (ALN). «RMZ» ricorda Elda Kara , SOC Endocrinologia e Malattie del Metabolismo, AOU Santa...
transparent

nov92017

Osteoporosi maschile, efficacia anti-fratturativa della terapia: metanalisi di 22 trial clinici randomizzati

È stata recentemente pubblicata sul "Journal of American Geriatrics Society" una revisione sistematica della letteratura che ha indagato l'efficacia della terapia anti-riassorbitiva nell'osteoporosi primaria maschile. Occorre premettere - afferma Gregorio...
transparent

set12017

Ipercortisolismo subclinico e incidentalomi surrenalici, maggiore rischio fratturativo

Un recente studio ha focalizzato l'attenzione sul danno osseo da ipercortisolismo subclinico (SH) endogeno, analizzando le attuali evidenze fornite dagli studi clinici in merito al meccanismo fisiopatologico, alle conseguenze e al possibile trattamento,...
transparent

giu232017

La “vacanza terapeutica” nella terapia dell’osteoporosi

La Società Europea di Menopausa e Andropausa (EMAS) ha di recente pubblicato sulla rivista "Maturitas" un Position Statement sulla "vacanza terapeutica" del trattamento con bisfosfonati e denosumab nell'osteoporosi post-menopausale. «La task force...
transparent

giu92017

Ribadita dal GIOSEG la rilevanza diagnostico-terapeutica dell'ipovitaminosi D per la salute scheletrica

I clinici e i ricercatori del GIOSEG (Glucocorticoid Induced Osteoporosis Skeletal Endocrinology Group) hanno di recente redatto un documento allo scopo di mettere in chiaro e sottolineare il ruolo fondamentale della vitamina D nelle patologie del metabolismo...
transparent

feb142017

Gli ipertesi trattati con i tiazidici hanno un rischio fratturativo ridotto

Anni fa è stato pubblicato lo studio randomizzato ALLHAT (Antihypertensive and Lipid Lowering Treatment to Prevent Heart Attack Trial), in pazienti con ipertensione lieve-moderata e almeno un fattore di rischio cardiovascolare (CV), che aveva come...
transparent

nov212016

I farmaci da non prescrivere nell’anziano fragile dopo una prima frattura

Indagare la prevalenza di prescrizione di farmaci associati ad aumento del rischio di una seconda frattura in una coorte di pazienti sopravvissuti a una prima frattura da fragilità e valutare se l'evento fratturativo modifica il comportamento prescrittivo...
transparent

mag42016

Osteoporosi, nuove raccomandazioni dagli USA sulla durata del trattamento con bisfosfonati

Gli amino-bisfosfonati hanno una documentata efficacia sulla riduzione del rischio di fratture vertebrali (dal 40 al 70%), di femore (dal 20 al 50%) e non vertebrali (dal 15 al 39%). Le percentuali variano in relazione a tipo di molecola, sito scheletrico...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>


chiudi