Risarcimento e indennizzo

nov202015

Liquidazione del danno: criteri che consentono liquidazione equa e congrua

Per essere equa, la quantificazione del danno deve essere adeguata e proporzionata, in considerazione di tutte le circostanze concrete del caso specifico, al fine di ristorare il pregiudizio effettivamente subito dal danneggiato, a tale stregua pertanto...
transparent

ott22015

Incompatibilità: professore ordinario condannato alla restituzione della retribuzione

La Procura regionale della Corte ha convenuto in giudizio un professore ordinario dell'Università, Direttore dell'Uo di Neurochirurgia del policlinico, per aver arrecato un danno erariale all'Azienda ospedaliera e all'università, avendo...
transparent
Richiesta di corresponsione dell'equo indennizzo quale conseguenza di “colpo di sonno”

set92015

Richiesta di corresponsione dell'equo indennizzo quale conseguenza di “colpo di sonno”

Il ricorrente ha evidenziato come le patologie sofferte siano derivate da un incidente, dovuto a un colpo di sonno, occorso mentre lo stesso tornava a casa dopo aver svolto il proprio servizio e che un "colpo di sonno" sia un evento imprevedibile e come...
transparent

lug172015

I criteri di calcolo del danno biologico differenziale

La rendita pagata dall'Inail per invalidità superiori al 16% indennizza in parte il danno biologico, ed in parte il danno patrimoniale da incapacità di lavoro e di guadagno, che viene liquidato forfettariamente in base ai criteri di cui...
transparent

lug132015

Quantificazione del risarcimento danni non patrimoniali, per figlio nato morto

Con specifico riferimento al danno per perdita del rapporto parentale, le tabelle milanesi prevedono - con riferimento ai vari possibili rapporti di parentela - una forbice che, nel caso di danno subito dal genitore per la morte di un figlio, oscillava...
transparent

giu302015

Risarcibilità delle conseguenze catastrofiche delle lesioni subite

In caso di morte della vittima a seguito di sinistro stradale, la brevità del periodo di sopravvivenza alle lesioni (nel caso, due ore), se esclude l'apprezzabilità ai fini risarcitori del deterioramento della qualità della vita in...
transparent

giu162015

Il danno non patrimoniale: vocazione nazionale delle Tabelle di Milano

Le Tabelle di Milano sono andate nel tempo assumendo e palesando una "vocazione nazionale", in quanto recanti i parametri maggiormente idonei a consentire di tradurre il concetto dell'equità valutativa, e ad evitare (o quantomeno ridurre) - al...
transparent

apr292015

Liquidazione del danno non patrimoniale e divieto di duplice risarcimento

Il danno non patrimoniale va liquidato in modo unitario e senza procedere a duplicazioni risarcitorie, ma occorre che, nella conclusiva valutazione unitaria, siano comprese tutte le componenti che determinano la consistenza del danno: quindi non solo...
transparent

apr162015

Sindacato critica l’efficienza del servizio offerto dai Mmg: nessun risarcimento

Un Ordine dei Medici chirurghi e degli odontoiatri e alcuni sanitari hanno agito in giudizio nei confronti di un Sindacato per ottenere il risarcimento dei danni subiti a causa di un articolo apparso su un quotidiano, connotato in termini particolarmente...
transparent

apr102015

La risarcibilità del danno catastrofale non dipende dalla sua durata

Non è giuridicamente corretto escludere la risarcibilità del danno catastrofale per il solo fatto che il paziente (ferito in un sinistro stradale) sia rimasto vigile per non più di due ore mentre nella terza ora si era proceduto in...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>
Ultime notifiche dalla community