Riduzione dei costi

Costo dei farmaci e influsso sulla decisione prescrittiva, negli Usa è polemica

apr282014

Costo dei farmaci e influsso sulla decisione prescrittiva, negli Usa è polemica

Negli Usa non mancano polemiche alla tendenza crescente, da parte dei più influenti gruppi medici, a raccomandare ai camici bianchi di considerare non solo l’efficacia delle terapie prima di avviare una cura, ma di soppesarne anche l’aspetto economico....
transparent

feb262014

Cinque passi per ridurre i costi in pronto soccorso

In uno studio recentemente pubblicato sulla rivista Jama internal medicine da Jeremiah Schuur , del Brigham and women’s hospital di Boston e colleghi, è stato presentato un elenco di 5 procedure ed esami che potrebbero in molti casi non essere prescritti...
transparent
Risparmi in ospedale se i medici sono informati sui costi degli esami

mag152013

Risparmi in ospedale se i medici sono informati sui costi degli esami

I medici ospedalieri spesso richiedono ai pazienti ricoverati esami di laboratorio senza valutare con sufficiente attenzione i loro costi.  Secondo uno studio di Feldman e collaboratori della John Hopkins Medicine di Baltimora (Usa), recentemente...
transparent
Ridurre i costi amministrativi e migliorare le cure mediche

dic42012

Ridurre i costi amministrativi e migliorare le cure mediche

I medici americani impiegano ben oltre 45 minuti al giorno per compilare le pratiche dei piani di cura, per ottenere l’autorizzazione alla erogazione di procedure sanitarie, per rapportarsi con il prontuario terapeutico. Altro tempo viene dedicato nel...
transparent

lug102012

Verso una Medicina frugale: razionare o evitare gli sprechi?

La bioetica ha da molto tempo affrontato il tema del contenimento dei costi sanitari e delle modalità di allocazione delle scarse risorse disponibili, sottolineando l’importanza di mantenere una sorta di giustizia distributiva. Ma ora il dibattito si sta spostando da un modello di mero razionamento dei costi verso un concetto etico centrato sull’evitare gli sprechi. Questo cambiamento di approccio ha importanti conseguenze ed implicazioni sulle politiche sanitarie e sulla organizzazione dei servizi.
transparent
Spending review, nel mirino i prezzi degli acquisti di forniture sanitarie

mag292012

Spending review, nel mirino i prezzi degli acquisti di forniture sanitarie

Più di 4 miliardi di euro per cominciare. Ma i risparmi potrebbero arrivare a 100 miliardi sul breve periodo e addirittura a 300 in tempi più lunghi. Sono le cifre che dovrebbero arrivare dalla spending review così come escono dal piano di interventi presentato da Enrico Bondi
transparent

mag292012

Monchiero (Fiaso): ben vangano i prezzi di riferimento

La spesa per acquisti di beni e servizi in sanità ammonta a circa «30 miliardi» e con «prezzi di riferimento»  in particolare per «alcuni beni complessi, per i quali magari ci sono pochi fornitori» è possibile arrivare a ottenere buoni risparmi....
transparent

dic202011

Migliorare la compliance alla terapia: è solo questione di soldi?

L’uso di trattamenti basati su solide evidenze cliniche ha contribuito negli ultimi anni a ridurre in modo sostanziale la morbilità e mortalità per malattie cardiovascolari. Il ricorso a terapie farmacologiche altamente efficaci in seguito ad un episodio di infarto del miocardio è oggi altamente diffuso nella realtà degli Stati Uniti. L’implementazione di opportuni indicatori di qualità applicati alla pratica clinica ha fatto sì che i farmaci più appropriati vengano oggi universalmente prescritti; ma ora il problema principale è rappresentato dal fatto che molti pazienti non completano neanche il primo ciclo di terapia o quantomeno dimostrano una scarsa compliance nel tempo al regime terapeutico impostato. Il costo dei farmaci rappresenta uno dei principali fattori che contribuisce ad uno sottoutilizzo dei farmaci. Negli Stati Uniti si stima che 1/3 dei pazienti non completi il ciclo di terapia consigliato o comunque riduca il dosaggio dei farmaci per i costi economici connessi.
transparent

mar222011

Medici in difficoltà con i programmi di riduzione dei costi nella sanità

I rapporti tra chi fa programmazione sanitaria ed i professionisti medici sono spesso tesi e distorti, tali comunque da rendere difficile o forse impossibile una visione condivisa che permetta di ridisegnare un sistema sanitario di qualità e creare un modello organizzativo rivolto a praticare le migliori cure in modo efficiente, compatibile con le risorse disponibili ed al tempo stesso efficace.
transparent

feb222011

Differenze notevoli tra nord e sud. Risorse utilizzate male

In queste settimane di polemiche sul riparto del fondo 2011 tra le Regioni, lo studio di Bankitalia a proposito di efficienza dei servizi sanitari, misurata in termini di salute della popolazione, è una sassata. La mortalità infantile al primo anno di...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>