Ricerca biomedica

Covid-19, con la pandemia la ricerca ha cambiato volto ma non si è fermata. Ecco come

giu262022

Covid-19, con la pandemia la ricerca ha cambiato volto ma non si è fermata. Ecco come

La ricerca in campo medico e sanitario ha cambiato volto durante il periodo della pandemia da nuovo coronavirus, ma non si è fermata. Secondo uno studio pubblicato su PLOS One, infatti, la cura dei pazienti e i cluster di sanità pubblica...
transparent

mag42022

Molecole sintetiche di mRNA trasportano farmaci direttamente alle cellule beta

I ricercatori della Miller School of Medicine all'Università di Miami hanno progettato molecole di RNA mirate selettivamente alle cellule beta pancreatiche produttrici di insulina. Lo studio, pubblicato su Nature Communications, propone un approccio...
transparent
Le placche aterosclerotiche “dialogano” con il cervello, lo studio italiano su Nature

apr282022

Le placche aterosclerotiche “dialogano” con il cervello, lo studio italiano su Nature

Le placche aterosclerotiche, formate da un accumulo di grassi, colesterolo, tessuto fibroso e cellule del sistema immunitario, rappresentano il segno distintivo dell'aterosclerosi. Ora, una nuova ricerca pubblicata su Nature, che vede tra i principali...
transparent
Carcinoma epatocellulare, nuove speranze di cura dalla demetilizzazione del DNA

apr272022

Carcinoma epatocellulare, nuove speranze di cura dalla demetilizzazione del DNA

Uno studio multicentrico internazionale coordinato dall'Università di Trieste ha chiarito, per la prima volta, alcuni dettagli del meccanismo molecolare di azione del farmaco 5-azacitidina nelle cellule del carcinoma epatico (o carcinoma epatocellulare,...
transparent
Leucemia mieloide acuta, scoperto da ricercatori italiani il silenziatore molecolare alla base delle recidive

mar112022

Leucemia mieloide acuta, scoperto da ricercatori italiani il silenziatore molecolare alla base delle recidive

La collaborazione tra due gruppi di ricercatori del San Raffaele di Milano ha dimostrato l'efficacia di un farmaco sperimentale nel bloccare l'azione di silenziamento. La scoperta potrebbe aprire la strada a nuovi approcci nel trattamento delle recidive...
transparent
Virus respiratorio sinciziale, anticorpo monoclonale riduce incidenza dei casi. I nuovi dati

mar92022

Virus respiratorio sinciziale, anticorpo monoclonale riduce incidenza dei casi. I nuovi dati

Un nuovo studio di fase 3 randomizzato controllato, confrontato con il placebo, pubblicato sul The New England Journal, ha valutato il primo anticorpo monoclonale (nirsevimab) a lunga durata d'azione, ideato per proteggere tutti i neonati per l'intera...
transparent
Dolore cronico, una speranza di cura con la riorganizzazione delle reti perineuronali. Lo studio

feb282022

Dolore cronico, una speranza di cura con la riorganizzazione delle reti perineuronali. Lo studio

Il dolore cronico, una condizione clinica invalidante che si può protrarre per mesi o anni dopo l'evento patologico che lo ha generato, ha un profondo impatto sulla vita delle persone che ne soffrono e le terapie farmacologiche standard, come gli...
transparent
Tumore ovarico, da uno studio del Mario Negri due nuovi potenziali bersagli per la cura

feb172022

Tumore ovarico, da uno studio del Mario Negri due nuovi potenziali bersagli per la cura

Alti livelli di espressione di due proteine, le PGC-1á e PGC-1â, possono diventare dei bersagli terapeutici per alcuni tumori ovarici. Questi i risultati di uno studio, condotto presso l'Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri IRCCS, pubblicati...
transparent

feb82022

Ipertensione arteriosa, scoperto meccanismo implicato nello sviluppo. Nuove prospettive diagnostiche e terapeutiche

Un nuovo studio frutto dalla collaborazione tra I.R.C.C.S. Neuromed di Pozzilli, Università di Salerno, Università Federico II di Napoli e Università di Düsseldorf ha permesso di individuare un nuovo meccanismo molecolare implicato...
transparent
Ricerca biomedica, collaborazione pubblico-privato è un tabù da sfatare. Esperti a confronto

dic32021

Ricerca biomedica, collaborazione pubblico-privato è un tabù da sfatare. Esperti a confronto

La collaborazione pubblico e privato deve essere regolarizzata, ma è alla base dello sviluppo e della ricerca della nostra società, non può essere un tabù. Questo il tema ribadito a più voci dagli esperti presenti...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>


chiudi