Rianimazione

ott12020

Arresto cardiaco fuori dall’ospedale, maggiore sopravvivenza con rianimazione sul posto

Secondo uno studio pubblicato su Jama, le probabilità di sopravvivere a un arresto cardiaco extra-ospedaliero (Ohca) sono significativamente migliori quando la rianimazione viene eseguita sulla scena, invece che durate il trasporto in ospedale....
transparent
Scuola di specializzazione in cure palliative. Gli anestesisti rianimatori chiedono centralità

lug312020

Scuola di specializzazione in cure palliative. Gli anestesisti rianimatori chiedono centralità

Un appello congiunto per valorizzare il profilo dello specialista in Anestesiologia rianimazione terapia intensiva e del dolore all'interno della nuova Scuola di specializzazione in Cure palliative, istituita a decorrere dall'anno accademico 2021/2022...
transparent
Covid-19, le linee guida per il primo soccorso e rianimazione cardiopolmonare

giu252020

Covid-19, le linee guida per il primo soccorso e rianimazione cardiopolmonare

Soccorrere le persone colpite da arresto cardiaco e garantire una protezione adeguata dal contagio per i soccorritori soprattutto in casi specifici come nelle vittime di annegamento e nei bambini; questo l'obiettivo delle linee guida per il primo soccorso...
transparent

lug232015

Arresto cardiaco extraospedaliero: mortalità resta elevata ma rianimazione in strada aumenta

Due studi pubblicati nell'ultimo numero di Jama concludono che l'uso della rianimazione cardiopolmonare e dei defibrillatori automatici esterni da parte dei testimoni di un arresto cardiaco improvviso extraospedaliero (Ohca) non solo è in aumento,...
transparent
Rianimazione prolungata inefficace in bambini annegati in arresto cardiaco

feb122015

Rianimazione prolungata inefficace in bambini annegati in arresto cardiaco

Secondo uno studio pubblicato sul British medical journal, la rianimazione per più di 30 minuti non serve a proteggere i bambini in arresto cardiaco e ipotermia da annegamento dal rischio di morire o di subire gravi danni cerebrali. «L'annegamento...
transparent
Nell’arresto cardiaco la rianimazione semplice salva più vite

nov282014

Nell’arresto cardiaco la rianimazione semplice salva più vite

Nei casi di arresto cardiaco a casa o comunque fuori dall’ospedale la sopravvivenza migliora se i pazienti vengono trattati con la rianimazione di base (Bls) rispetto a quella avanzata (Als). Queste, almeno, sono le conclusioni di uno studio su Jama internal...
transparent

mar122014

Qualità della vita e chemioterapia palliativa nelle fasi terminali

In uno studio pubblicato sul British medical journal i ricercatori della Harvard medical school di Boston e del Weill Cornell medical college di New York si interrogano sugli effetti dei trattamenti palliativi e la qualità della vita dei malati oncologici...
transparent
Paolicchi (Siared): priorità a territorio e comunicazione

mar102014

Paolicchi (Siared): priorità a territorio e comunicazione

Apertura ai giovani, collaborazione con le altre società scientifiche e attenzione al territorio sono tra i punti principali annunciati per il proprio mandato da Adriana Paolicchi , la nuova presidente della Società italiana di anestesia rianimazione...
transparent

dic162013

Arresto extraospedaliero, rianimazione meccanica pari alla manuale

Un dispositivo meccanico che garantisce compressioni toraciche regolari in fase di rianimazione cardiorespiratoria (Cpr) non migliora la sopravvivenza a breve termine dei pazienti con arresto cardiaco rispetto all’impiego delle tradizionali compressioni...
transparent
Rianimazione dopo asistolia: ipotermia non cambia prognosi

nov192013

Rianimazione dopo asistolia: ipotermia non cambia prognosi

Il raffreddamento corporeo prima del ricovero riduce la temperatura di arrivo in pronto soccorso a 34 gradi centigradi, ma non migliora la prognosi dei rianimati da un arresto cardiaco extraospedaliero. Lo afferma uno studio su Jama coordinato da Francis...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>