Qualità, accesso e valutazione dell'assistenza sanitaria

Eurostat, nel 2018 niente cure per 18 milioni di europei. I dati aggiornati

dic172019

Eurostat, nel 2018 niente cure per 18 milioni di europei. I dati aggiornati

Diciotto milioni di cittadini europei, circa il 3,6%, nel 2018 non si è sottoposto alle cure mediche di cui aveva bisogno. E tale percentuale in Italia ha riguardato il 2,6% della popolazione, ovvero quasi 1,6 milioni di persone, un numero più...
transparent
Rapporto Cittadinanzattiva, federalismo spacca l’Italia. Un italiano su 10 rinuncia a curarsi

feb232016

Rapporto Cittadinanzattiva, federalismo spacca l’Italia. Un italiano su 10 rinuncia a curarsi

«È ora di passare dai piani di rientro dal debito ai piani di rientro nei Livelli essenziali di assistenza, cruciali per la salute dei cittadini e la riduzione delle diseguaglianze»: lo ha dichiarato Tonino Aceti , coordinatore nazionale del Tribunale...
transparent
Aifa e ministero della Salute insieme per promuovere l’accesso ai farmaci per i più deboli

gen162016

Aifa e ministero della Salute insieme per promuovere l’accesso ai farmaci per i più deboli

L'accesso alle cure farmacologiche è un diritto inalienabile della persona, a prescindere dal suo status giuridico e dalle condizioni socio-economiche. È il principio fondante del progetto "Accesso ai farmaci, un diritto umano", l'iniziativa congiunta...
transparent

ott62015

Qualità delle cure: le regole europee sull’aggiornamento professionale medico non la miglioreranno

Esortiamo la Commissione europea a prendere in considerazione l'unicità, le risorse, e la struttura di ciascun paese con l'obiettivo di sviluppare un processo più flessibile, integrato e riflessivo di aggiornamento professionale continuo...
transparent

giu82015

Sistemi di supporto alle decisioni cliniche e qualità delle cure: la strada è ancora lunga

Secondo uno studio pubblicato su Jama, dall'analisi sull'uso dei sistemi computerizzati di supporto alle decisioni cliniche (Cds) nell'ambito dell'imaging diagnostico avanzato emerge che i Cds non riescono a identificare in modo efficace i criteri di...
transparent

feb92015

Qualità delle cure erogate pre-diagnosi raramente è in misure di processo

Le misure di processo approvate dal National quality forum (Nqf) si concentrano in gran parte sui casi già diagnosticati, mentre quelle dedicate alla fase prediagnostica sono poche, e spesso non considerano i motivi più comuni per cui i...
transparent
Pubblicazione misure di qualità ospedaliera in Usa: vantaggi e limiti

ott82014

Pubblicazione misure di qualità ospedaliera in Usa: vantaggi e limiti

Le misure di qualità degli ospedali rese pubbliche negli Stati Uniti dai Centers for medicare & medicaid services (Cms) servono effettivamente al miglioramento qualitativo delle prestazioni ospedaliere? Ecco la domanda cui ha cercato di rispondere,...
transparent
Malattie cardiache: conta anche l’assistenza di qualità

set52014

Malattie cardiache: conta anche l’assistenza di qualità

Per ridurre le probabilità di un attacco di cuore o di un ictus si può fare esercizio fisico, mangiare sano e smettere di fumare. Ma un’assistenza sanitaria di qualità è importante quanto la riduzione dei fattori di rischio cardiovascolare, secondo uno...
transparent
Valutazioni dei medici sui siti Internet? Conte (Fnomceo): scorretto e pericoloso

mag222014

Valutazioni dei medici sui siti Internet? Conte (Fnomceo): scorretto e pericoloso

«Un TripAdvisor per i medici? Mi pare davvero una cosa pericolosa e non corretta»: è lapidario il giudizio di Luigi Conte, segretario generale della Federazione nazionale degli Ordini dei medici, sui siti Internet che offrono al pubblico la possibilità...
transparent
Qualità delle cure: migliorarla è un percorso lungo e lento

giu112013

Qualità delle cure: migliorarla è un percorso lungo e lento

I progressi nel prevenire gli errori che compromettono la salvaguardia dei pazienti nelle strutture sanitarie sono stati troppo lenti per troppo tempo, e in molti ospedali i malati non sono più sicuri oggi di 10 anni fa. Questo, almeno, è quanto conclude...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>