Proteine

mar62007

Ictus: uso precedente statine migliora esiti funzionali

Neurologia Sussiste un’associazione fra l’uso precedente di statine ed il miglioramento degli esiti dell’ictus nei pazienti che ricevono prontamente una terapia a base di attivatori del plasminogeno tissutale. Le statine risultano gli unici...
transparent

mar42007

Epatite E: vaccino efficace nelle popolazioni ad alto rischio

Epatologia L’uso di un vaccino ricombinante contro l’epatite E risulta efficace nel 95,5 percento dei casi nella prevenzione dell’infezione da epatite E. L’infezione da Hev è un’importante causa di morbidità nelle...
transparent

mar12007

Ebv forse trasmesso sessualmente

Malattie infettive Un recente studio supporta la teoria secondo cui l’Ebv si possa trasmettere sessualmente. Questo virus si riscontra nella saliva, e la trasmissione orale è la norma, benchè esso sia stato ritrovato anche nelle secrezioni...
transparent

feb102007

Statine aumentano HDL in misura clinicamente rilevante

Medicina interna I benefici delle statine derivano sia dalla riduzione del colesterolo LDL che dall’aumento di quello HDL: è stata infatti rilevata una sostanziale regressione dell’arteriosclerosi quando il colesterolo LDL risulta marcatamente...
transparent

feb72007

Insufficienza cardiaca: meno ricoveri con statine ad alte dosi

I pazienti che ricevono statine ad alte dosi hanno meno probabilità di essere ricoverati per insufficienza cardiaca rispetto a quelli che ne assumono a basse dosi. L’effetto correlato al dosaggio è più pronunciato in presenza di...
transparent

gen272007

BPCO: statine riducono mortalità

L’uso di statine, in particolare in congiunzione con quello di corticosteroidi per via inalatoria, migliora la sopravvivenza dopo la riacutizzazione della BPCO: Se questo dato verrà confermato in studi clinici prospettici randomizzati, ora...
transparent

gen222007

Ictus primario: necessari studi sulla prevenzione nell’anziano

Sono state poste le basi razionali per uno studio sulla prevenzione primaria dell’ictus nell’anziano, specificamente paragonando la terapia statinica al placebo a fronte di un buon controllo pressorio. Le statine riducono il rischio di eventi...
transparent

gen192007

Morbo di Alzheimer ad insorgenza tardiva: identificato secondo fattore di rischio

E’ stato identificato un nuovo fattore di rischio genetico per il morbo di Alzheimer ad insorgenza tardiva, il secondo dopo la scoperta del gene APOE-4 del 1993. Il presente studio internazionale ha infatti segnalato la presenza di un’associazione...
transparent

gen192007

Basse LDL, uso di statine e morbo di Parkinson

E’ stato rilevato un legame fra basse concentrazioni di colesterolo LDL e morbo di Parkinson che, insieme agli indizi secondo cui l’incidenza di questa malattia è inferiore nei soggetti che assumono statine, potrebbe avere importanti implicazioni...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>


chiudi