Prognosi

nov92015

Sindrome coronarica acuta: la rivascolarizzazione precoce si associa a una prognosi migliore

Il trattamento invasivo precoce per la sindrome coronarica acuta si associa a un minor rischio a breve termine di eventi cardiaci avversi, secondo uno studio retrospettivo pubblicato su Annals of Internal Medicine, primo autore Kim Wadt Hansen del Bispebjerg...
transparent
Ca mammario: indice di massa corporea è indicatore prognostico del trattamento con eribulina

ott302015

Ca mammario: indice di massa corporea è indicatore prognostico del trattamento con eribulina

Un articolo appena pubblicato sul Journal of Cellular Physiology riporta all'attenzione di medici e ricercatori il cancro mammario in fase avanzata. «I progressi in ambito scientifico hanno ampliato in modo significativo l'armamentario terapeutico a nostra...
transparent

dic92014

Bypass coronarico: ottimizzare procedure preoperatorie migliora prognosi

Grazie a un'iniziativa di miglioramento della qualità è migliorata anche la prognosi dei pazienti sottoposti a chirurgia cardiaca nei centri medici distribuiti nell’area nord del New England, almeno secondo uno studio pubblicato sulla rivista Nurse critical...
transparent
Leucemia linfatica cronica: identificati nuovi fattori prognostici

nov152014

Leucemia linfatica cronica: identificati nuovi fattori prognostici

Una nuova relazione tra alcune sottopopolazioni di pazienti e le caratteristiche molecolari della leucemia linfatica cronica è stata scoperta da un gruppo internazionale di ricercatori, tra cui Paolo Ghia dell’IRCCS Ospedale San Raffaele di Milano,...
transparent
La qualità delle cure non sempre migliora la prognosi dei pazienti dimessi

ott172014

La qualità delle cure non sempre migliora la prognosi dei pazienti dimessi

Tra gli assistiti Medicare dimessi dagli ospedali per malati post-acuti, la qualità delle cure erogate non sempre riduce il rischio di riammissione ospedaliera o di mortalità a 30 giorni secondo uno studio pubblicato su Jama, da cui emerge che un paziente...
transparent
Malati gravi: livelli di vitamina D non correlati alla prognosi

ott32014

Malati gravi: livelli di vitamina D non correlati alla prognosi

Rispetto al placebo, il trattamento con vitamina D3 ad alte dosi non riduce la degenza in ospedale, la durata del ricovero in terapia intensiva, la mortalità ospedaliera o il rischio di morte a 6 mesi tra i pazienti con deficit di vitamina D in condizioni...
transparent
Un nuovo trattamento per la depressione dei malati di tumore

set102014

Un nuovo trattamento per la depressione dei malati di tumore

Da tre studi pubblicati su altrettante riviste - The Lancet, The Lancet Psychiatry e The Lancet Oncology - emergono in sintesi due conclusioni: la prima è che tre quarti dei pazienti neoplastici con depressione maggiore non vengono trattati per la patologia...
transparent

set92014

t-PA ai primi sintomi abbatte rischio disabilità post ictus

Il trattamento trombolitico va somministrato al più presto, subito dopo i primi sintomi dell’ictus, secondo una meta-analisi appena pubblicata su The Lancet. Lo studio, che ha coinvolto quasi 7.000 pazienti con ictus trattati con Alteplase, un attivatore...
transparent
La depressione influenza negativamente il cancro della prostata

lug172014

La depressione influenza negativamente il cancro della prostata

Se il paziente cui viene fatta diagnosi di cancro della prostata è depresso, è più probabile che si sottoponga a un trattamento meno definitivo e che abbia una sopravvivenza peggiore. La segnalazione proviene da uno studio osservazionale di popolazione...
transparent

giu102014

Linee guida sclerosi multipla aggiornamente con nuovi fenotipi

«I moderni fenotipi di Sm non si basano più solo sull’accurata descrizione clinica, ma anche sui dati delle tecniche di imaging, sulla neurofisiologia e sull’analisi dei biomarcatori». Lo afferma Fred Lublin , direttore del Corinne Goldsmith Dickinson...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>


chiudi