Processi neoplastici

feb222011

Carcinoma duttale in situ: ruolo del Tamoxifene e della radioterapia

Il carcinoma duttale in situ (DCIS) è una condizione asintomatica caratterizzata da una proliferazione clonale di cellule epiteliali confinanti col lume dei dotti mammari. La terapia è chirurgica, radioterapica ed ormonale [tamoxifene (T)]. La radioterapia...
transparent

feb92011

Linfonodo negativo, inutile la ricerca di metastasi occulte

Le metastasi occulte nelle pazienti affette da cancro mammario con linfonodo sentinella negativo alla valutazione iniziale rappresentano una variabile prognostica indipendente; in ogni caso, l’entità della differenza dell’outcome a 5 anni è piccola (circa...
transparent

gen302011

Ca mammario, bene radioterapia e tamoxifen nel long-term

Nelle donne con carcinoma mammario duttale in situ (Dcis), avviate a rimozione locale completa, si confermano i benefici a lungo termine della radioterapia e si osserva un beneficio con tamoxifen nel ridurre i nuovi eventi mammari locali e controlaterali....
transparent

gen212011

Iniparib vantaggioso in ca mammario metastatico

Iniparib, inibitore della poli(adenosina difosfato-ribosio) polimerasi (Parp), è stato candidato alla terapia dei tumori mammari triplo-negativi, caratterizzati da difetti nei meccanismi di riparazione del Dna. Uno studio di fase 2, firmato da Joyce...
transparent

gen132011

Semplificare la valutazione ecografica delle masse pelviche

Con alcune semplici regole si potrebbe migliorare il management delle donne sottoposte a ecografia per la presenza di masse a livello degli annessi; solo nei casi in cui, grazie a queste regole, non si dovesse arrivare a risultati conclusivi, l'esame...
transparent

set92010

Primi mesi di chemioterapia a maggior rischio di Vte Farmacologia

Episodi incidenti di tromboembolismo venoso sintomatico (Vte) sono relativamente comuni nei pazienti con tumori solidi, soprattutto durante i primi mesi di chemioterapia. Ora si auspica un approfondimento delle ricerche per capire meglio la storia naturale...
transparent

giu212010

Resezione colorettale, mininvasiva pari al cielo aperto

La resezione colorettale laparoscopica con la rimozione simultanea delle metastasi epatiche presenta un outcome simile a quello dell'approccio chirurgico in aperto, con alcuni vantaggi a breve termine. La verifica è frutto di uno studio coreano...
transparent

feb112010

Metastasi ossee, scoperto ruolo chiave della relaxina

Oncologia Secondo uno studio pubblicato su Bone da un gruppo di ricercatori italiani, la relaxina svolgerebbe un ruolo fondamentale nella crescita e differenziamento dei precursori ematopoietici e, probabilmente, nell’invasività dei tumori...
transparent

lug222009

Tumori pediatrici: metastasi ricche di progenitrici

Pediatria e neonatologia-tumori infantili Le cellule endoteliali progenitrici potrebbero svolgere un ruolo chiave nella progressione metastatica fra i pazienti pediatrici con tumori solidi. In questi pazienti infatti si rileva un aumento dei livelli circolanti...
transparent

apr272009

Prostata: metastasi legata a precursore cellulare

Oncologia-prostata La maggior parte delle metastasi dei tumori prostatici, se non tutte, derivano da una singola cellula tumorale primaria. E’ verosimile inoltre che questa caratteristica possa appartenere anche a diversi altri tumori, in quanto...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>


chiudi