Procedure chirurgiche cardiovascolari

Coronavirus, chirurghi Acoi: crollo interventi per paura contagi

mag212020

Coronavirus, chirurghi Acoi: crollo interventi per paura contagi

I numeri messi nero su bianco dal Primo Rapporto dell'Associazione dei chirurghi ospedalieri italiani (Acoi) parlano chiaro e fotografano il calo delle cure degli italiani e il timore di recarsi negli ospedali in questi tre mesi di emergenza coronavirus....
transparent

feb122016

Iperglicemia post-cardiochirurgica da stress: serve un trattamento personalizzato

Secondo uno studio pubblicato su Diabetes Care dai ricercatori del Mount Sinai Hospital di New York, ai pazienti con iperglicemia da stress dopo cardiochirurgia serve un trattamento personalizzato in base al tipo di diabete o alla sua assenza prima dell'operazione....
transparent
Negli anziani è basso il rischio di deficit cognitivo da procedure cardiache invasive

lug242015

Negli anziani è basso il rischio di deficit cognitivo da procedure cardiache invasive

La comparsa di un declino cognitivo immediato o a lungo termine negli adulti anziani sottoposti a procedure cardiovascolari invasive potrebbe non essere diretta conseguenza dell'intervento, secondo uno studio pubblicato su Annals internal medicine da...
transparent

mag252015

Cardiochirurgia: ossigenoterapia ad alto flusso efficace come la ventilazione non invasiva

La somministrazione di ossigeno ad alto flusso per cannula nasale nei pazienti a rischio di insufficienza respiratoria dopo un intervento di chirurgia cardiotoracica non ha dato risultati peggiori della ventilazione non invasiva, secondo uno studio pubblicato...
transparent
I cibi antiossidanti prevengono fibrillazione atriale post-cardiochirurgica

dic42014

I cibi antiossidanti prevengono fibrillazione atriale post-cardiochirurgica

Prugne, lamponi, cipolle rosse, fagioli borlotti, mirtilli, more, peperoni gialli e noci, tanto per fare qualche esempio, sono ricchissime fonti di antiossidanti. E una dieta ricca in cibi antiossidanti non solo può combattere i radicali liberi, ma secondo...
transparent

nov252014

Vantaggi dell’uso di fondaparinux nel trapianto renale

Il recupero funzionale del rene migliora e i marcatori di lesione cronica dell’organo si riducono se nel trapianto renale si utilizza una strategia anticoagulante con inibizione specifica del fattore X attivato (Xa). «Il trapianto d’organo resta il miglior...
transparent
Colchicina in cardiochirurgia: da uno studio italiano risultati contrastanti

set152014

Colchicina in cardiochirurgia: da uno studio italiano risultati contrastanti

Con la somministrazione peri-operatoria di colchicina in cardiochirurgia emergono risultati contrastanti nel ridurre le complicazioni dell’intervento, ma aumentano gli eventi avversi gastrointestinali. Queste, in sintesi, sono le conclusioni di uno studio...
transparent

ago12014

Riperfusione Stemi fuori orario di lavoro: c’è spazio per migliorare

Secondo uno studio pubblicato su Circulation: Cardiovascular Quality and Outcomes, nei pazienti con infarto miocardico acuto che arrivano in ospedale nei giorni feriali, festivi, di notte o nei fine settimana il rischio di morte è più alto del 13% rispetto...
transparent

lug212014

Metanalisi pone dubbi sui beta-bloccanti dopo infarto del miocardio

La raccomandazione rispetto all’uso dei beta-bloccanti nel post infarto, basata su linee guida, andrebbe riconsiderata. A porre l’attenzione sul tema è una metanalisi pubblicata sull’American journal of medicine. Se da un lato i beta-bloccanti riducono...
transparent

mar172014

Cardiochirurgia e chirurgia dentale: in quale ordine eseguirle?

Uno studio recentemente pubblicato sulla rivista Annals of thoracic surgery dimostra che nei pazienti in attesa di un intervento cardiochirurgico, la chirurgia dentale può aumentare il rischio di eventi avversi o decesso nel periodo compreso tra le due...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>