Probabilità

feb232011

Troponina I aumenta il rischio anche con minime elevazioni

I pazienti che, all’ammissione ospedaliera per fibrillazione atriale, mostrano livelli anche solo leggermente elevati di troponina I possono essere a maggiore rischio di morte per ogni causa ed eventi avversi maggiori cardiaci (Mace). La rilevazione di...
transparent

feb92011

Linee guida 2010 ACCF/AHA per il rischio cv nel paziente asintomatico

La valutazione del rischio cardiovascolare (RCV) ha la funzione di aiutare il medico nelle decisioni sullo stile di vita da consigliare e sugli interventi farmacologici da adottare per ridurre questo rischio. Perciò sono state prodotte numerose linee...
transparent

gen142011

Confermato il rischio di carcinoma renale dopo isterectomia

Attraverso uno studio di popolazione, Daniel Altman e colleghi, del dipartimento di Epidemiologia medica e biostatistica del Karolinska institutet di Stoccolma, hanno voluto verificare un dato emerso da precedenti ricerche, ovvero l’associazione tra...
transparent

dic222010

Il rischio di infarto s’impenna con l’artrite reumatoide

Il rischio di infarto miocardico (Im) aumenta rapidamente dopo la diagnosi di artrite reumatoide (Ar): fino al 60% a un anno dal riconoscimento della reumopatia. Lo rivela uno studio su larga scala effettuato in Svezia da un team di studiosi guidati da...
transparent

dic222010

Iperuricemia come marker di rischio nello scompenso cardiaco

Una analisi dei dati di laboratorio dei 1.152  pazienti con scompenso cardiaco, classe II/IV NYHA  e frazione di eiezione inferiore al 30%, arruolati dal 1992 al 1994 nel PRAISE Trial (The Prospective Randomized Amlodipine Survival Evaluation...
transparent

ott262010

Scompenso cardiaco, nuovo score per stratificare il rischio

Si chiama Probe (Periodic breathing during exercise) ed è un nuovo punteggio - messo a punto da Marco Guazzi e collaboratori dell’unità Cardiopolmonare dell’università di Milano (Ospedale San Paolo) - per ottimizzare la stratificazione...
transparent

set82010

Frequenza cardiaca a riposo stima il rischio cardiovascolare

I metodi per la stima del rischio cardiovascolare, tra i quali il Systematic coronary risk evaluation (Score), solitamente non tengono conto dell’elevata frequenza cardiaca a riposo (Rhr), che peraltro è un noto fattore indipendente di rischio...
transparent

set22010

Aterotrombosi: pregressi eventi ischemici innalzano il rischio

Esistono alcuni semplici elementi clinici che permettono di identificare i pazienti ad alto rischio di eventi cardiovascolari ischemici nell’ampio raggio dei soggetti sul territorio con varie manifestazioni iniziali di aterotrombosi. è la conclusione...
transparent

set22010

Rischio di cancro e dosi di insulina e suoi analoghi Farmacologia

La possibilità che vi sia un'associazione tra cancro e le più alte dosi di insulina glargine suggerisce di prendere sempre in considerazione i dosaggi quando si valuta la possibile associazione tra l'insulina e i suoi analoghi con il cancro....
transparent

giu102009

Pancreatite cronica: fumo e alcool aumentano rischio

Gastroenterologia-pancreas Bere grosse quantità di alcool e fumare sono fattori di rischio indipendenti di pancreatite cronica. La pancreatite acuta ricorrente e quella cronica sono associate al consumo di alcool ed al fumo di sigaretta: l’eziologia...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>


chiudi