Pressione sanguigna

ott112011

Variabilità pressoria e insonnia: c’è un legame

Si calcola che negli Stati Uniti, in Giappone e in Finlandia dal 55% al 75% dei pazienti ipertesi abbia un apparecchio per la misurazione domiciliare della pressione ed ormai molti studi epidemiologici hanno dimostrato che la rilevazione domiciliare della...
transparent

set282011

Supplementi di proteine della soia e del latte contro l’ipertensione arteriosa

Studi osservazionali hanno riportato un’associazione inversa tra l’introito di proteine e la pressione arteriosa. In riferimento a questi studi un gruppo di ricercatori ha confrontato in doppio cieco l’effetto di una supplementazione della proteina della...
transparent

set142011

Controllo della pressione in uno studio europeo: i risultati dell’EUROASPIRE III

Il controllo della pressione arteriosa è un punto chiave nel trattamento del paziente affetto da malattia coronarica (CHD), ma mancano dati sul target da raggiungere in tali pazienti e sull’informazione che hanno di questo target. Al proposito sono stati...
transparent

set142011

La pressione deve essere sempre abbassata nella fase acuta dell’ictus?

Non è ancora chiaro se trattare l’ipertensione nella fase acuta dell’ictus sia o no conveniente; il quesito è importante, se si considera che oltre il 75% dei pazienti con ictus è iperteso. Il motivo per cui si è riluttanti ad abbassare la pressione è...
transparent

lug272011

Per curare bene la pressione bisogna anzitutto avere valori affidabili

La misurazione della pressione arteriosa (PA) è tra le più comuni ragioni per cui il paziente si reca nell’ambulatorio medico, dove normalmente in base a quelle misurazioni (office) si imposta la condotta terapeutica. Purtroppo non c’è ancora un...
transparent
Sale e rischio cardiovascolare, una review Cochrane fa discutere

lug182011

Sale e rischio cardiovascolare, una review Cochrane fa discutere

Secondo i dati oggi disponibili, non ci sono prove che una ridotta assunzione di sale determini effetti sulla morbilità e la mortalità cardiovascolare. Questa la conclusione della revisione sistematica Cochrane effettuata da Rod S. Taylor , delle Universities...
transparent

giu82011

Le certezze che crollano: il sale aumenta la pressione (forse), ma non le malattie cardiovascolari. Anzi…

La polemica sul rapporto tra sale e ipertensione, nonostante studi quali l’INTERSALT che ne hanno stabilito la relazione diretta, non si è mai spenta e un recente articolo comparso su JAMA  è sicuramente destinato a rinfocolarla. Partendo dal fatto...
transparent

apr122011

Candesartan nell’ictus in fase acuta: lo studio SCAST

Nello studio SCAST - randomizzato in doppio cieco - 2.029 pazienti con stroke in fase acuta (ischemico 85%, emorragico 14%), con valori pressori medi di 171/90 mm Hg, sono stati assegnati nelle prime 30 ore dall’insorgenza dell’evento (in media 18 ore),...
transparent

mar142011

Diastolica in tarda adolescenza e mortalità successiva

I valori di pressione diastolica rilevati nella tarda adolescenza sono correlati al successivo rischio di morte per tutte le cause a lungo termine con maggiore evidenza rispetto a quelli sistolici. È uno dei dati di maggiore rilievo emersi da una ricerca...
transparent

mar92011

Combinazione aliskiren/amlodipina: lo studio ACCELERATE

La combinazione di antipertensivi in un’unica pillola non è nuova e recenti evidenze ne supportano il razionale, anche perché il raggiungimento del target pressorio avviene più precocemente (vedi lo studio SHIELD, che ha visto il più precoce raggiungimento...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>


chiudi