Politica e Sanità

feb72019

Verso una sanità orientata dalle donne. Al via progetto Anaao

«Il momento della massima svalutazione del Ssn coincide con la più grande ondata di mano d'opera sanitaria femminile». Lo sottolinea Sandra Morano, coordinatrice dell'Area Formazione Femminile di Anaao Assomed che nasce con l'obiettivo di lavorare sul tema del benessere delle donne medico nel Sistema Sanitario Nazionale, sulla promozione del capitale umano, sociale e decisionale, di cui sono portatrici. Parte oggi da Milano fino a sabato 9 il primo Corso dell'Area di Formazione Femminile Anaao Assomed, con l'ambizioso progetto, rivolto a tutte le donne in Medicina, di costruire una comunità di pensiero e pratiche per una sanità orientata dalle donne, e di trasformare il protagonismo in quella autorità di cui tutti abbiamo bisogno.

«Le donne» continua Morano «scelgono la professione di cura come prima, e forse più congeniale, opzione, mentre gli uomini la stanno abbandonando perché meno prestigiosa, anche economicamente. Ma per la professione medica non passa solo da qui l'urgenza di un necessario recupero di autorevolezza. Recupero non facile né scontato, ma che toccherà giocoforza alle donne, in maggioranza nei prossimi anni, mettere in atto». Venticinque dirigenti, guidate da esperte, discutono alla luce della differenza hot topic quali: il lavoro 4.0; la ridefinizione dell'identità professionale, il cambiamento dei luoghi di cura; chi cura e chi vive sul lavoro di cura, la nascita della cultura paura-rischio e la formazione medica.
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>
Ultime notifiche dalla community