Politica e Sanità

dic62017

Veneto, verso intesa Mmg-Regione. Lo sciopero si allontana

«Il piano è stato squisitamente tecnico, ora attendiamo la politica, ma direi che possiamo essere ottimisti». Così Liliana Lora dello Smi, una delle quattro sigle sindacali coinvolte insieme a Fimmg, Snami e Intesa Sindacale apre alla possibile revoca dello sciopero dei medici di famiglia annunciato per la prossima settimana in Veneto dopo un incontro tenuto a Palazzo Balbi con la struttura tecnica dell'assessorato alla sanità della Regione. L'incontro è stata l'occasione per affrontare tutti gli aspetti che riguardano i temi sollevati dai Medici di Medicina Generale del Veneto e su «moltissimi» sottolinea Fimmg Veneto «è stata trovata un'intesa».

«Al momento ci sentiamo ottimisti circa la possibilità che lo sciopero possa essere sospeso» continua la nota dei sindacati. «Sul piano tecnico - conferma Domenico Crisarà della Fimmg - ci siamo trovati praticamente su tutto. Credo che le motivazioni di questo cambio di rotta da parte della Regione siano da ricercarsi sui dati della massiccia adesione all'ultimo sciopero ma anche alla solidarietà dei cittadini, non c'è stato neppure un mugugno». Uno degli scogli in via di risoluzione è quello delle Medicine di Gruppo Integrate. Riconoscendo le difficoltà della Regione sotto il profilo della sostenibilità economica a causa dei tagli, i medici hanno accettato una gradualità nell'estensione dell'attività ambulatoriale. Ci vorrà del tempo, perciò, per arrivare agli ambulatori aperti h12 e h24, si potrebbe iniziare con un h10. E, infine, mancano all'appello anche le cure palliative per le assistenze domiciliari.
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>
Ultime notifiche dalla community