Politica e Sanità

mar132018

Vaccini, Ricciardi: l'anno prossimo recupero del gap su morbillo

«Ce l'abbiamo fatta per l'esavalente, la stima è che l'anno prossimo recuperiamo anche per il morbillo. Ce la possiamo fare». Lo ha detto il presidente dell'Istituto superiore di sanità Walter Ricciardi, commentando i dati provvisori delle vaccinazioni in Italia a margine del forum "Un check-up per l'Italia" organizzato a Roma dalla Fondazione Biagio Agnes. Come mantenere questo trend? «Adesso abbiamo una legge che di fatto ha dimostrato di funzionare, e la dobbiamo mantenere - ha sottolineato Ricciardi - Abbiamo raggiunto la sicurezza sui bambini, ma adesso in termini di sanità pubblica ci dobbiamo concentrare sui giovani, sugli adulti e sugli anziani, allargando le coperture vaccinali».

«Sono risultati che pensavamo di poter raggiungere in 2 anni, e li abbiamo raggiunti in 7 mesi» ha aggiunto il presidente Iss. «Siamo molto contenti perché in pochissimi mesi abbiamo riportato in sicurezza i bambini italiani, per lo meno per l'esavalente. Abbiamo recuperato, in media, la soglia del 95% per l'esavalente e abbiamo fatto un balzo enorme in avanti su morbillo, rosolia, parotite e varicella. Ieri - ha aggiunto Ricciardi - abbiamo ricevuto anche le congratulazioni della Commissione Europea, che ha osservato con soddisfazione come l'anno scorso in Italia c'erano 1000 casi di morbillo, mentre quest'anno ne abbiamo solo 100. Una riduzione veramente eclatante».

Anche il presidente della Società Italiana di Medicina Generale e delle Cure Primarie (Simg) Claudio Cricelli accoglie con soddisfazione i dati sulla copertura vaccinale. «Un risultato ottenuto grazie alle campagne mediatiche e, soprattutto, con il lavoro quotidiano, capillare e continuo dei medici di famiglia» sottolinea in una nota. «Tutti i medici della Simg» spiega Cricelli «hanno un'obbligazione da questo punto di vista: per i membri è mandatorio fare informazione sui vaccini. Siamo operativi su tutto il territorio nazionale e svolgiamo il ruolo di sentinelle della salute dei cittadini».
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>
Ultime notifiche dalla community