Politica e Sanità

set42017

Specializzazioni, anche Anaao giovani e Fimmg formazione scendono in campo

Anche Anaao Giovani e Fimmg Formazione scendono in campo per chiedere un futuro nella professione. Lo fanno con una manifestazione in programma per giovedì 28 settembre a Roma davanti al Ministero dell'Università. Sul banco degli imputati il bando per il concorso alle scuole di specializzazione e il ritardo sui tempi di emanazione. «La sorte - si legge nel comunicato del sindacato - sorriderà solo a 6.105 dei 15mila medici freschi di laurea che si stima parteciperanno quest'anno al concorso, tanti (pochi) sono i contratti finanziati dalla programmazione targata Governo Gentiloni. Questo vuol dire che più del 60% non potrà accedere ad un percorso specialistico e di conseguenza portare a termine il proprio percorso di studi», continua ancora la nota. E sempre secondo il sindacato dei giovani medici, «dando uno sguardo al concorso di medicina generale sono state finanziate quest'anno dalle Regioni un numero di borse pari solo a 1100 su tutto il territorio nazionale, rispetto alla necessità di almeno 1800 unità, per far fronte alla massiccia ondata di pensionamenti che avranno luogo nei prossimi 5 anni». Anaao Giovani e Fimmg Formazione, comunque, non si fermano alla denuncia e alla protesta, ma avanzano precise richieste contenute in una lettera inviata al Ministro, Valeria Fedeli e al Coordinatore della Commissione Salute, Antonio Saitta insieme alla richiesta di un incontro urgente. Prima tra tutte lo stanziamento di ulteriori 1.862 contratti di formazione specialistica e di ulteriori altre 1.000 borse di medicina generale.

«Calcolatrice alla mano il costo a carico delle Regioni ammonterebbe per la formazione specialistica a circa 46,5 milioni di euro nel primo anno di stanziamento, mentre il costo del finanziamento di ulteriori 1.000 contratti di Formazione in Medicina Generale è pari a circa 11 milioni di euro nel primo anno di stanziamento che servirebbero per iniziare a "tamponare" l'emergenza». Nel confermare ogni anno questo investimento le Regioni spenderebbero (per le Specializzazioni di durata quadriennale) un totale di circa 10 milioni di euro, e per le Borse di Formazione in Medicina Generale un totale di circa 1,65 milioni di euro (avendo il corso durata triennale). «La protesta Anaao Giovani e Fimmg Formazione - si precisa nel comunicato - prende le distanze da altre iniziative. Anzitutto perché i due sindacati sostengono la carenza di specialisti ed è per questo che chiedono un cambio di paradigma formativo in cui le Regioni devono assumere un ruolo centrale per ridurre l'imbuto formativo. A scrivere al ministro Fedeli è anche lo Smi che chiede di sbloccare i bandi senza creare ulteriori danni per gli specializzandi, «si avvii - si legge nella nota - una grande riforma dell'accesso alla professione medica, si cambi radicalmente quello della formazione specifica in medicina generale, si metta in linea con i parametri europei». Ma lo Smi, distaccandosi probabilmente dalle posizioni della Sigm e dell'Anaao, chiede di unire le forze e convogliarle in un'unica grande manifestazione.


Rossella Gemma
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>
Ultime notifiche dalla community